Bilirubina

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Tania Catalano
Indice contenuto:
  1. Che cos'è la bilirubina?
  2. Perché si ricorre ai test della bilirubina?
  3. Esistono dei rischi connessi al test della bilirubina?
  4. Come leggere i risultati dei test della bilirubina?
  5. Quando si parla di bilirubina indiretta?
  6. A cosa può essere dovuta la bilirubina indiretta alta?
  7. Come si verifica il livello di bilirubina?
  8. Qual è la funzione della bilirubina?
  9. La bilirubina è tossica?
  10. Quali sono gli effetti benefici della bilirubina?
  11. Cos'è l'iperbilirubinemia e cosa causa?
  12. Quali sono le cause dell'iperbilirubinemia?

Che cos'è la bilirubina?

Bilirubina

I globuli rossi dopo circa 120 giorni di vita vengono degradati dai tessuti emocateretici: milza (principalmente) e fegato.

L’emoglobina contenuta negli eritrociti subisce delle trasformazioni che consistono nel distacco del ferro e della porzione proteica, componenti che saranno utilizzate dall’organismo.

Una volta formata la bilirubina deve circolare nel sangue e, affinché questo accada, nel fegato viene resa solubile e veicolata dall’albumina.

La parte che nel fegato viene trasformata è detta bilirubina diretta, la parte non trasformata che rimane in circolo, viene detta bilirubina indiretta.

La bilirubina diretta (o coniugata) viene espulsa dal fegato e immessa nella bile. Attraverso il sistema biliare giunge nell’intestino dove si formano i bilinogeni, eliminati sia con le urine sia con le feci (che per questo sono di colore marroncino). Alti livelli di bilirubina diretta o indiretta, possono indicare diversi tipi di problemi al fegato.

Perché si ricorre ai test della bilirubina?

I test della bilirubina possono essere utilizzati per una varietà di ragioni e di solito vengono effettuati insieme ad altri test che valutano la salute del fegato. Tali test possono essere fatti per:

  • indagare ittero
  • determinare se c'è un blocco nei dotti biliari del fegato
  • rilevare o monitorare la progressione di malattie epatiche come l'epatite
  • rilevare la distruzione aumentata dei globuli rossi
  • monitorare un trattamento

Esistono dei rischi connessi al test della bilirubina?

Il sangue per il test della bilirubina è di solito preso da una vena del braccio. Il principale rischio associato a questo tipo di esami del sangue è il dolore o lividi al sito da cui viene prelevato il sangue.

Come leggere i risultati dei test della bilirubina?

I risultati normali per un test della bilirubina sono 0,1-1 milligrammi per decilitro (mg / dL) della bilirubina totale (diretta più indiretta) e da 0 a 0,3 mg / dL diretto. La bilirubina indiretta è di solito misurata sottraendo bilirubina diretta da quella totale. Questi risultati possono variare leggermente da un laboratorio all'altro, ma sono tipici per gli uomini adulti. Risultati normali potrebbero essere leggermente diversi per donne e bambini, e i risultati possono essere influenzati da alcuni alimenti, farmaci o un intenso esercizio fisico. Livelli inferiori di bilirubina di solito non sono preoccupanti. Livelli elevati possono indicare danni al fegato o malattia.

Quando si parla di bilirubina indiretta?

Quando la bilirubina si forma nella milza viene definita indiretta (o non coniugata), perché non idrosolubile.

A cosa può essere dovuta la bilirubina indiretta alta?

La bilirubina indiretta si può avere in pazienti che soffrono di:

  • ipertiroidismo
  • anemia emolitica
  • anemia perniciosa
  • malattia di Gilbert
  • emorragie gastrointestinali
  • ematomi

Come si verifica il livello di bilirubina?

La quantità presente nel sangue di questa sostanza può essere verificata attraverso un test detto bilirubinemia. I livelli elevati di bilirubina possono essere dovuti a disfunzioni epatiche, come:

  • Bilirubina indiretta: presenza maggiore nella Sindrome di Gilbert, nell'emolisi e nelle reazioni a farmaci;
  • Bilirubina diretta: presenza maggiore nell'ittero da ostruzione biliare e nella Sindrome di Dubin-Johnson. 

Qual è la funzione della bilirubina?

Il ciclo della bilirubina, in aggiunta alla sua funzione altamente antiossidante, ha portato gli studiosi a ipotizzare che la sua funzione principale sia fungere da antiossidante cellulare. 

La bilirubina è tossica?

L'iperbilirubinemia indiretta nei neonati può causare un accumulo di bilirubina in alcune aree del cervello, con conseguenti danni irreversibili:

  • deficit neurologici,
  • epilessia,
  • riflessi anormali,
  • movimenti oculari.

La gamma dei segni clinici è detta encefalopatia da bilirubina. La neurotissicità dell'iperbilirubinemia neonatale si manifesta perché la barriera emato-encefalica non ha ancora raggiunto il suo pieno sviluppo e la bilirubina può passare liberamente attraverso l'interstizio. 

Quali sono gli effetti benefici della bilirubina?

Alcuni studi hanno dimostrato che, in assenza di patologie al fegato, alti livelli di bilirubina abbiano alcuni effetti benefici sull'organismo. Per esempio, nelle persone anziane questi livelli sono associati ad un'alta indipendenza funzionale e diminuiscono il rischio di alcune patologie cardiache. 

Cos'è l'iperbilirubinemia e cosa causa?

L'iperbilirubinemia è un accumulo di bilirubina nel sangue, che può causare:

  • emolisi,
  • sindrome di Gilbert,
  • sindrome di Rotor.

Quali sono le cause dell'iperbilirubinemia?

Un aumento moderato dei livelli di bilirubina può essere dovuto a:

  • farmaci antipsicotici e ormonali,
  • sulfamidici,
  • epatite,
  • chemioterapia,
  • stenosi biliare.

Un alto aumento dei livelli di bilirubina può essere dovuto a:

  • iperbilirubinemia neonatale,
  • insolita ostruzione dei dotti biliari,
  • patologie del fegato
  • sindrome di Crigler–Najjar
  • sindrome di Dubin–Johnson.

Infine, la cirrosi può causare un aumento normale, moderato o alto dei livelli di bilirubina.