Test dell'HPV

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Tania Catalano
Indice contenuto:
  1. Che cos'è il test dell'HPV?
  2. In quali casi si effettua il test dell'HPV?
  3. Quali rischi comporta il test dell'HPV?
  4. In cosa consiste l'hpv test?
  5. Cosa bisogna fare in caso di risultato positivo del test dell'HPV?
  6. Quali sono i sintomi dell'HPV?

Che cos'è il test dell'HPV?

Hpv test

Il test per il papilloma virus umano, o hpv, rileva la presenza del papilloma virus umano, un virus che porta allo sviluppo di condilomi genitali, cellule cervicali anormali o cancro alla cervice. Il medico richiederà un test hpv se:

  • risultato del pap test positivo;
  • l’età della paziente è di trent’anni o superiore.

Il test hpv è disponibile solo per le donne e non esiste ancora una controparte per rilevare questo virus negli uomini, nonostante quest’ultimi possono trasmettere il virus per via sessuale.

Come nel caso di ogni test di screening, il test hpv comporta il rischio di avere un risultato falso positivo o falso negativo:

  • risultato falso positivo indica che si ha un hpv ad alto rischio quando invece non è così;
  • risultato falso negativo significa che l’infezione da hpv è presente, anche se il test ha un risultato negativo.

A seconda del risultato del test, i passi successivi includono:

  • monitoraggio: se la paziente ha un’età superiore ai trent’anni, l’esito del test hpv è negativo e il pap test normale;
  • colposcopia: una procedura di monitoraggio, in cui viene utilizzato un colposcopio per esaminare più da vicino la cervice;
  • biopsia: in questa procedura, a volte eseguita assieme alla colposcopia, il medico preleva un campione delle cellule della cervice per esaminarle al microscopio;
  • rimozione di cellule della cervice anomale: per prevenire che queste si sviluppino in cellule cancerogene;
  • visita specialistica da ginecologo: specializzato nella cura del cancro, nel caso in cui il pap test o il test hpv abbiano un risultato positivo.

In quali casi si effettua il test dell'HPV?

Il test è un esame di screening per il cancro alla cervice. Il test non rileva se è presente il cancro, ma rileva la presenza di hpv, cioè del virus che causa il cancro alla cervice. Alcuni tipi di hpv, inclusi i tipi 16 e 18, aumentano il rischio di contrarre il cancro alla cervice.

Si consiglia di fare il test hpv:

  • entro tre anni dall’inizio dell’attività sessuale, ma non prima dei ventun anni;
  • nelle donne che presentano un pap test positivo;
  • ogni cinque anni nelle donne con più di trent’anni di età, in sostituzione al pap test effettuato ogni tre anni.

Quali rischi comporta il test dell'HPV?

Come per ogni test di screening, un test dell'HPV comporta il rischio di risultati falsi positivi o falsi negativi.

Cosa sono i risultati positivi falsi?

Un risultato positivo falso del test dell'HPV indica che si dispone di un alto rischio di HPV quando in realtà non è così. Un risultato falso positivo potrebbe portare all'effettuazione di test o procedure come la colposcopia o la biopsia, etc.

Cosa sono i risultati negativi falsi?

Un risultato negativo falso del test dell'HPV significa che in realtà si dispone di una infezione da HPV, ma il test indica che non è così. Ciò potrebbe causare un ritardo nel proseguire con adeguati test o procedure.

In cosa consiste l'hpv test?

Il test del papilloma virus viene solitamente fatto assieme al pap test, un esame che raccoglie cellule dalla cervice per controllare la presenza di anormalità o cancro. Il test hpv può essere fatto utilizzando lo stesso campione utilizzato per il pap test, o raccogliendo un altro campione dalla cervice.

Durante questo esame viene inserito uno strumento, chiamato speculum, nella vagina che tiene aperte le pareti della vagina così da rendere più facile l’esame della cervice da parte del medico. Con l’utilizzo di una spatola viene raccolto un campione della cervice.

Cosa bisogna fare in caso di risultato positivo del test dell'HPV?

Se il risultato del test dell'HPV sarà positivo il medico effettuerà ulteriori controlli quali:

  • colposcopia
  • biopsia
  • rimozione di cellule cervicali anomale

Quali sono i sintomi dell'HPV?

Nella maggior parte dei casi il proprio corpo sconfigge i sintomi dell’infezione da papilloma virus prima di creare i condilomi. Quando i condilomi appaiono, si presentano in modo diverso a seconda del tipo.

A seconda del tipo di hpv si possono manifestare dei sintomi oppure no, e molte persone sono asintomatiche.

Come accennato in precedenza, alcuni tipi di hpv causano la comparsa di condilomi genitali, altri sono collegati al cancro alla cervice e ad altri organi.

Alcuni tipi di hpv causano condilomi comuni in altre parti del corpo, diverse dai genitali, come sulle mani o sui piedi.
I condilomi possono essere di varia natura: piatti, rialzati, rosacei o color carne; è possibile sviluppare un solo condiloma o molti, e possono svilupparsi in settimane, mesi o persino anni dopo il rapporto sessuale con un partner infetto.