Pancreatite

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Marialuisa Lugaresi
Indice contenuto:
  1. Cosa è la pancreatite?
  2. Quante tipologie di pancreatite esistono?
  3. Quali sono i sintomi tipici della pancreatite?
  4. Quali sono le cause di pancreatite?
  5. Chi è maggiormente colpito da pancreatite?
  6. Come viene diagnosticata la pancreatite?
  7. Quali sono le complicazioni derivanti da pancreatite?
  8. Quali sono i trattamenti terapeutici in caso di pancreatite?
  9. Qual è la dieta consigliata per la pancreatite?
  10. Quando la pancreatite diventa cronica

Cosa è la pancreatite?

Pancreatitis

La pancreatite è un evento acuto dovuto ad una alterazione infiammatoria del pancreas che si manifesta tipicamente con dolore addominale ed usualmente associato ad elevazione plasmatica o urinaria degli enzimi pancreatici.

Cosa è il pancreas?

Il pancreas è un piccolo organo a forma di girino che si trova dietro lo stomaco e sotto la gabbia toracica. Ha due importanti funzioni:

  • produce succhi gastrici che vengono utilizzati dall'intestino per digerire il cibo
  • produce ormoni chimici

L'insulina, che regola i livelli di zucchero (glucosio) nel sangue, è l'ormone più importante prodotto dal pancreas.

Quante tipologie di pancreatite esistono?

La pancreatite può essere:

  • pancreatite lieve: quattro casi su cinque
  • pancreatite grave: un caso su cinque

Quali sono i sintomi tipici della pancreatite?

Il sintomo più comune è l'insorgenza improvvisa di dolore al centro dell’addome superiore, intorno alla parete superiore dello stomaco. Il dolore può irradiarsi alla schiena fino a diventare, in alcuni casi, invalidante.

La sintomatologia dolorosa si aggrava al momento del pasto.

In caso di pancreatite acuta al dolore si associano altri sintomi quali:

  • aumento della frequenza cardiaca
  • nausea e vomito
  • diarrea
  • febbre pari o superiore a 38°C

Quali sono le cause di pancreatite?

La pancreatite è poco conosciuta e molti aspetti ancora sono da indagare. Per esempio, non è ancora chiaro che cosa scateni l'infiammazione all'interno del pancreas o del perché alcune persone contraggono la forma lieve della malattia e altri la forma grave.

Tripsina e pancreatite

Una teoria è che la pancreatite acuta sia causata quando sovviene il malfunzionamento di una sostanza chimica chiamata tripsina. La tripsina è un enzima prodotta dal pancreas ed è utilizzata per sintetizzare le proteine negli alimenti e per aiutare la digestione.

Consumo di alcol e pancreatite

Non è pienamente compreso come l'alcol possa provocare l'infiammazione al pancreas. Una teoria è che le molecole di etanolo nell’alcool interferiscano con il funzionamento normale delle cellule del pancreas, incentivandole ad attivare tripsina prematuramente.

Calcoli biliari e pancreatite

I calcoli biliari sono "sassolini" del diametro di 5-10 millimetri che si formano nella cistifellea a seguito della separazione dalla bile di sostanze in essa contenute come il colesterolo, pigmenti biliari e sali di calcio.

Altre cause di pancreatite

Altre cause meno comuni di pancreatite possono derivare da:

  • colangiopancreatografia retrograda endoscopica: utilizzata per rimuovere i calcoli biliari o esaminare il pancreas e i tessuti circostanti
  • effetto collaterale inatteso di alcuni tipi di farmaci quali antibiotici o farmaci chemioterapici
  • infezione virale, come la parotite o morbillo
  • fumo

Chi è maggiormente colpito da pancreatite?

Le donne generalmente possono contrarre la pancreatite a seguito dei calcoli biliari, mentre gli uomini possono contrarre la pancreatite a causa della dipendenza e dell'alto consumo di alcool. Tuttavia, la pancreatite può colpire persone di tutte le età compresi i bambini.

Come viene diagnosticata la pancreatite?

La maggior parte dei casi di pancreatite sono diagnosticati in ospedale. Ci sono delle analisi tramite cui poter risalire alla diagnosi, come:

  • esami del sangue
  • tomografia computerizzata
  • colangiopancreatografia retrograda endoscopica

Quali sono le complicazioni derivanti da pancreatite?

Le complicazioni da pancreatite sono:

  • necrosi pancreatica infetta
  • sindrome da risposta infiammatoria sistemica
  • pseudocisti
  • dolore addominale acuto
  • calcoli biliari
  • setticemia, shock, insufficienza renale e respiratoria

Quali sono i trattamenti terapeutici in caso di pancreatite?

La pancreatite richiede il ricovero in ospedale. Se i tessuti del pancreas cominciano ad andare in necrosi, la chirurgia può essere necessaria. Gli antibiotici possono anche essere usati per trattare qualsiasi infezione legata alla pancreatite.

Qual è la dieta consigliata per la pancreatite?

Il trattamento per pancreatite acuta prevede inizialmente digiuno e somministrazione endovenosa di liquidi ed elettroliti. Ai pazienti affetti da forme più gravi si prescriveranno anche farmaci ad azione antiproteasica e antibiotici.

Quando la pancreatite diventa cronica

La pancreatite cronica è un processo infiammatorio non episodico e continuato del pancreas che si protrae inducendo modificazioni morfologiche irreversibili. Può svilupparsi dopo episodi di pancreatite acuta ma è, soprattutto, una patologia tipica degli alcolisti. In queste persone può decorrere quasi asintomatica per lunghi periodi, anche anni, per poi evidenziarsi in forma conclamata dopo aver provocato danni strutturali estremamente gravi.

La sintomatologia dolorosa tipica di tutte le pancreatiti è aggravata e, spesso, invalidante ed il dolore si irradia alla schiena ed è di tipo continuo, dura anche per diverse ore, ed indipendente dall’assunzione di cibo. Anche la perdita di peso, dovuta al malassorbimento, è quasi sempre presente così come  può manifestarsi l’intera sintomatologia evidente nella forma acuta.

La diagnosi viene effettuata tramite l’utilizzo della diagnostica per immagini, TAC, con la RMN coleangiopancreatica, e con esami endoscopici confermativi. In questo caso l’esame di riferimento è la Colangiopancreatografia retrograda endoscopica che combina l'uso di endoscopia e fluoroscopia ed è considerato il criterio standard per la diagnosi di pancreatite cronica. 

Il trattamento della pancreatite cronica è di tipo sintomatico, per la riduzione del dolore, mentre per la risoluzione della patologia è necessaria la terapia chirurgica.

Il dolore viene trattato con la supplementazione di enzimi pancreatici, per evitare il malassorbimento, con la quale si ottengono, di norma, buoni risultati. In caso di scarsa efficacia della terapia medica si passa ad un intervento di tipo invasivo che prevede la neutralizzazione dei nervi sensoriali afferenti nel plesso celiaco bloccando il ganglio celiaco.

L’intervento chirurgico punta a ripristinare, per quanto possibile, la funzionalità pancreatica e si basa su approcci differenti.
Se la pancreatite ha prodotto il blocco del dotto pancreatico l’intervento mira a ripristinarne il drenaggio mentre, se la malattia è limitata alla testa del pancreas, un'operazione di Whipple (duodenocefalopancreasectomia) può produrre buoni risultati.