Analisi delle feci

Contenuto di:

L'analisi delle feci consiste nell'analisi di un campione di feci del paziente. L'analisi delle feci è consigliata per la diagnosi di alcune infezioni dell'intestino, del fegato e del pancreas.

A cosa servono le analisi delle feci?

Analisi_delle_feci | Pazienti.it

Le analisi delle feci sono una serie di test effettuati su un campione di feci per permettere di diagnosticare determinate condizioni che interessano il tratto digestivo. Queste condizioni possono includere infezioni (come da parassiti, virus o batteri), cattivo assorbimento dei nutrienti o cancro.

Per effettuare le analisi delle feci, un campione di feci viene raccolto in un contenitore pulito e poi inviato al laboratorio. L'analisi del laboratorio comprende l'esame microscopico, i test chimici e le prove microbiologiche. 

Esame delle feci: perché effettuarlo?

L'analisi delle feci viene effettuata per:

  • aiutare a identificare le malattie del tratto digestivo, del fegato e del pancreas. Alcuni enzimi (come la tripsina o l'elastasi) possono essere valutati dalle feci per aiutare a determinare quanto funziona bene il pancreas;
  • aiutare a trovare la causa dei sintomi che influenzano il tratto digestivo, compresa la prolungata diarrea, la diarrea con presenza di sangue, una eccessiva quantità di gas, nausea, vomito, perdita di appetito, gonfiore, dolori addominali, crampi e febbre;
  • diagnosticare un eventuale cancro del colon controllando il sangue occulto;
  • cercare i parassiti, come gli ossiuri o la giarda;
  • controllare il cattivo assorbimento di sostanze nutritive dal tratto digestivo (sindrome da malassorbimento). Per questo test, tutte le feci vengono raccolte durante un periodo di 72 ore e poi controllate per la quantità di lipidi.

L'analisi delle feci è solitamente definita "sospetta" quando i valori risultano alterati come per effetto di infezione o si verifica la presenza di parassiti.

Se l'esame delle feci rileva la presenza di sangue nel campione fecale prelevato, è opportuno effettuare altre analisi diagnostiche per accertarsi che non si sia in presenza di:

La presenza di sangue occulto nelle feci può essere sintomo di svariate patologie, come:

Nei casi di normalità, il valore di sangue occulto nelle feci deve essere assente.

Parlare con il medico di tutte le preoccupazioni che si hanno riguardo alla prova, ai suoi rischi, al modo in cui verrà effettuata o ai risultati. 

In che modo si valutano le feci?

L'analisi o esame delle feci consiste nell'analisi di un campione di feci del paziente. L'analisi delle feci prevede la valutazione di:

  • aspetto
  • colore
  • odore
  • consistenza
  • chimica: pH, acidi grassi, sangue
  • presenza di calprotectina fecale

Come ci si prepara all'esame?

Molti farmaci possono cambiare i risultati di questo test. Si dovrebbero evitare alcuni medicinali a seconda di quale tipo di analisi delle feci si dovrà effettuare. Potrebbe essere necessario interrompere la somministrazione di farmaci come antiacidi, antidiarroici, antiparassitari, antibiotici, lassativi o antinfiammatori non steroidei (FANS) per 1 o 2 settimane prima della prova. 

Assicurarsi di informare il medico, se:

  • recentemente ci si è sottoposti a un test di raggi X, utilizzando materiale di contrasto come il bario, il quale può interferire con i risultati del test;
  • si è viaggiato nelle ultime settimane o mesi, soprattutto fuori dal proprio Paese. 

Se le feci vengono sottoposte a test per la ricerca del sangue occulto, potrebbe essere necessario evitare alcuni alimenti per 2-3 giorni prima della prova. Non fare il test durante il periodo mestruale o se c’è la presenza di sanguinamento attivo da emorroidi.

Come si effettua l'analisi delle feci?

I campioni di feci possono essere raccolti a casa, presso il proprio medico, in una clinica o all'ospedale. Se si raccolgono i campioni a casa, si verrà muniti i kit di raccolta di feci da utilizzare ogni giorno. Ogni kit contiene bastoncini applicatori e due contenitori sterili.

Potrebbe essere necessario raccogliere più di un campione da 1 a 3 giorni. Seguire la stessa procedura per ogni giorno.

Raccogliere i campioni come segue:

  • urinare prima di raccogliere le feci, in modo da non contaminare il campione con l’urina;
  • mettersi i guanti prima di raccogliere il campione. Lavare le mani dopo aver rimosso i guanti;
  • passare le feci in un contenitore asciutto;
  • possono essere raccolte sia feci solide che liquide;
  • se c’è a presenza di diarrea, un grande sacchetto di plastica applicato sul sedile del gabinetto può rendere più facile il processo di raccolta; la borsa viene quindi posizionata in un contenitore di plastica;
  • se c’è stitichezza, può essere somministrato un piccolo clistere;
  • non raccogliere il campione dal wc;
  • non mescolare carta igienica, acqua o sapone con il campione;
  • mettere il coperchio sul contenitore e etichettarlo con il proprio nome, il nome del medico e la data di raccolta delle feci. Utilizzare un contenitore per la raccolta di ogni giorno e raccogliere un campione solo una volta al giorno, a meno che il medico non dia altre indicazioni;
  • portare il contenitore sigillato al più presto al medico o al laboratorio. Potrebbe essere necessario consegnare il campione al laboratorio entro un certo tempo;
  • sarà necessario raccogliere le feci per 3 giorni di fila se il campione viene testato per i grassi quantitativi. La raccolta inizia la mattina del primo giorno. I campioni vengono collocati in un grande contenitore e poi refrigerati.

Potrebbe essere necessario raccogliere diversi campioni di feci da 7 a 10 giorni se si hanno sintomi digestivi dopo aver viaggiato fuori dal Paese.

I campioni dei bambini possono essere raccolti dai pannolini (se non sono contaminati dall'urina).

A volte, un campione di feci viene raccolto usando un tampone rettale che contiene un conservante. Il tampone viene inserito nel retto, ruotato delicatamente e poi ritirato. Viene collocato in un contenitore pulito e asciutto e immediatamente inviato al laboratorio.

Quali sono i valori normali riscontrabili con le analisi delle feci?

I valori normali riscontrabili con le analisi delle feci sono:

  • cellule epiteliali: numerose
  • eritrociti: scarsi o assenti
  • leucociti: scarsi o assenti
  • fibre muscolari: numerose
  • muco: scarso
  • amidi: assenti
  • grassi neutri: assenti
  • acidi grassi: assenti

Cosa potrebbero indicare dei valori anormali?

Alti livelli di grasso nelle feci possono essere causati da malattie quali:

La presenza di fibre di carne nelle feci può essere causata da pancreatite.

Un basso pH può essere causato da scarso assorbimento di carboidrati o grassi. Un alto pH può significare:

  • infiammazione nell'intestino (colite)
  • tumore 
  • uso di antibiotico

Il sangue nelle feci può essere causato da sanguinamento nel tratto digestivo.

La presenza eccessiva di cellule bianche nelle feci può essere causata da infiammazione degli intestini, come la colite ulcerosa o un'infezione batterica.

Il Rotavirus è una causa comune di diarrea nei bambini piccoli. Se la diarrea è presente, è possibile effettuare test per cercare rotavirus nelle feci.

Cosa influisce sul test?

Le ragioni per le quali potrebbe non essere possibile eseguire il test o per le quali i risultati potrebbero non essere utili includono:

  • prendere farmaci come antibiotici, antidiarroici, bario, bismuto, ferro, acido ascorbico, farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS) e magnesio;
  • contaminare un campione di feci con urina, sangue derivante dal ciclo mestruale, emorroidi emorragiche o sostanze chimiche che si trovano nella carta igienica e negli asciugamani;
  • esporre il campione di feci all’aria o la mancanza dell’invio del campione a un laboratorio entro 1 ora dalla raccolta.

Argomenti: sangue nelle feci analisi delle feci alterazione delle feci
Batterio | Pazienti.it
Shigella

Shigella è il nome di un gruppo di batteri che si contraggono tramite le feci.

Missing | Pazienti.it
Steatorrea

La steatorrea è una condizione patologica in cui si eliminano feci con una grande quantità di grasso non digerito. A causa dell'alto contenuto di lipidi le feci tendono a...