Coxsackie Virus

Contenuto di: Microbiologia e virologia - Aggiornato il 27/09/2013

I segni e sintomi più frequenti di infezioni virali Coxsackie sono all'inizio febbre, mal di gola e malessere. Dopo circa un giorno o due dalla comparsa della febbre, si sviluppano nella bocca piccole vescicole che provocano dolore e sono spesso ulcerate.

Scopri consigli, prodotti e rimedi

Cosa è il virus Coxsackie?

Cistoma_ovarico

Il Coxsackie virus è un membro della famiglia delle Picornaviridae e appartiene al genere degli Enterovirus. Questi ultimi possiedono nella propria conformazione genetica un singolo filamento di acido ribonucleico (RNA). L'enterovirus è anche denominato picornavirus.

Quali sono i tipi di virus Coxsackie e che cosa possono provocare?

I Coxsackie virus sono divisibili in due gruppi, A e B, in base agli effetti che essi provocano. Il Coxsackie virus:

  • di tipo A provoca lesioni muscolari, paralisi e morte
  • di tipo B provoca danni agli organi, ma gli esiti sono meno gravi

Ci sono oltre 24 diversi sierotipi del virus aventi diverse proteine sulla superficie virale. I Coxsackie virus infettano le cellule ospitanti provocando la loro rottura. Il virus dal tipo A causa:

  • herpangina: vesciche dolorose in bocca, gola, mani, piedi
  • congiuntivite: infiammazione delle palpebre e la zona bianca degli occhi

Il Coxsackie virus di tipo A16 è molto diffuso nei bambini. Questa malattia infantile non deve essere confusa con l'"afta epizootica" che è di solito diffusa tra gli animali con gli zoccoli. Il virus di tipo B causa epidemia pleurodinia: febbre e dolori addominali con mal di testa che dura da due a 12 giorni. La pleurodinia è anche chiamata malattia di Bornholm. Ci sono sei sierotipi di Coxsackie virus B. Entrambi i tipi di virus (A e B) possono causare:

Queste malattie sono solo raramente legate alle infezioni Coxsackie virus. Alcuni ricercatori suggeriscono che il Coxsackie virus (in particolare il Coxsackie virus B4) ha un ruolo nello sviluppo di insorgenza acuta del diabete in un certo numero di individui, ma questo rapporto è ancora sotto inchiesta.

Quali sono i sintomi di infezione da Coxsackie virus?

I sintomi più frequenti di infezioni virali Coxsackie virus sono:

  • febbre
  • mal di gola
  • malessere (sensazione di stanchezza)
  • poco appetito

Questo periodo di incubazione dura circa uno o due giorni. Dopo circa un giorno o due dalla comparsa della febbre, si sviluppano nella bocca piccole vescicole che provocano dolore e sono spesso ulcerate. Molte persone infette sviluppano prurito:

  • sui palmi delle mani
  • sulle piante dei piedi
  • su glutei e genitali

Questi sintomi di solito durano circa da 7 a 10 giorni e successivamente il malato si rimette completamente. Gli individui sono più contagiosi nella settimana successiva alla manifestazione dei sintomi, ma poiché il Coxsackie virus può essere trasmesso dal soggetto infetto a volte per settimane dopo che i sintomi sono andati via, la persona infetta può essere moderatamente contagiosa per diverse settimane. In alcuni casi l'infezione può interessare le unghie o provocare una perdita dell'unghia del piede (definito onicomadesi). Raramente, la malattia può progredire fino a causare:

  • meningite virale: mal di testa, rigidità del collo
  • miocardite: infezione del muscolo cardiaco
  • pericardite: infiammazione raccolta del tessuto che circonda il cuore
  • encefalite: rigonfiamento del cervello

Come si viene colpiti dal Coxsackie virus e quali sono i fattori di rischio?

L'infezione di solito si trasmette attraverso la contaminazione fecale-orale, anche se a volte il virus si diffonde attraverso le goccioline espulse da persone infette. Oggetti come utensili, pannolini, fasciatoi e giocattoli che vengono a contatto con fluidi corporei che contengono il virus possono anche loro trasmetterlo ad altri individui. Anche se persone di qualsiasi età possono infettarsi, la maggior parte dei pazienti identificati con infezione da Coxsackie virus è costituita da bambini. Le donne incinte possono trasmettere il Coxsackie virus ai loro neonati, ciò può causare seri problemi al neonato, per questo esse devono informare il proprio ginecologo se presentano sintomi di infezione, soprattutto se sono vicine alla data del parto. Il virus si trova:

  • nelle feci
  • nella saliva
  • nei liquidi delle vesciche
  • nelle secrezioni nasali

Anche i pazienti che sono guariti e che non hanno più sintomi possono ancora trasmettere il virus per settimane.

Come vengono diagnosticate le infezioni da Coxsackie virus?

Clinicamente, vesciche dolorose che sono di solito sulle mani, piedi e bocca in un bambino con la febbre sono considerate elementi importanti per diagnosticare un'infezione da Coxsackie virus. Tuttavia esistono test virali che permettono di identificare il virus, ma sono costosi, devono essere inviati ad un laboratorio specializzato di diagnostica virale e spesso impiegano circa due settimane per rilasciare un risultato. Questi test vengono pertanto effettuati raramente, inoltre la maggior parte delle infezioni è auto-limitante e di solito lieve.

Esiste una cura per l'infezione da Coxsackie virus?

Non esiste un trattamento specifico per questo genere di auto-limitata malattia (i sintomi si risolvono senza specifico trattamento antivirale da 2 a 10 giorni). Tuttavia, è attualmente raccomandato il trattamento sintomatico che riduce la febbre ed il disagio. Inoltre:

  • colluttori e spray possono ridurre il disagio per via orale
  • fluidi sono suggeriti per prevenire la disidratazione, anche se, i succhi acidi possono irritare le ulcere della bocca
  • il latte freddo può lenire il disagio orale

Alcuni medici consigliano la difenidramina per uso topico (Benadryl) contenente gel o liquidi per il trattamento del disagio della mano e del piede. Le complicazioni relativamente rare di infezioni da Coxsackie virus (per esempio infezioni che colpiscono il cuore o il cervello) richiedono particolari trattamenti personalizzati di solito prescritti da un consulente di malattie infettive.

L'infezione da Coxsackie virus può essere prevenuta?

La prevenzione delle infezioni da Coxsackie virus è difficile ma possibile. Per i bambini è abbastanza complicato, ma precauzioni igieniche rigorose, permettono di ridurre la trasmissione virale ad altri membri della famiglia. È fondamentale:

  • lavarsi le mani dopo il cambio del pannolino
  • evitare di toccare la pelle infetta
  • pulire regolarmente articoli che i bambini toccano, in particolare giocattoli, ciucci e tutti gli elementi che possono mettere in bocca

Attualmente, non esiste un vaccino disponibile. Le donne incinte dovrebbero evitare il contatto con i bambini (o adulti) con HFMD perché alcuni studi suggeriscono che il Coxsackie virus può causare difetti di sviluppo nel feto. Anche se l'infezione e la risoluzione della malattia di solito rendono la persona immune alla reinfezione con il tipo virale che ha provocato la malattia, la persona non è immune da altri tipi di Coxsackie virus. Per esempio, una persona può diventare immune al Coxsackie virus del tipo B4, ma può ancora essere vittima di tutti gli altri tipi di virus. Inoltre, altri virus come l'Enterovirus 71 e l'enterico orfano citopatico umano possono produrre sintomi di Coxsackie virus. Di conseguenza, è possibile che alcune persone contraggano infezioni multiple con sintomi del Coxsackie virus, anche se ripetute infezioni si verificano raramente.

Scopri consigli, prodotti e rimedi

Argomenti: Coxsackie Virus picornavirus
Escherichia_coli
Escherichia coli

L'escherichia coli è un genere di batterio responsabile di tossinfezioni. L'escherichia coli è un batterio che contamina gli alimenti, proliferando in condizioni di cattiva igiene. Questo batterio vive facilmente nell'intestino...

Pillole
Zidovudina

La Zidovudina è un farmaco antivirale che blocca la riproduzione dei virus. La Zidovudina è impiegata nel trattamento dei sintomi dell’AIDS nei soggetti affetti da infezione da HIV. La Zidovudina...

Pillole
Abacavir

L'Abacavir è un principio attivo appartenente al gruppo di farmaci antivirali, impiegato nel trattamento dell'infezione HIV. L'Abacavir può causare reazioni di ipersensibilità.

Botulismo
Botulismo

Il botulismo è una malattia grave che causa la paralisi flaccida dei muscoli. La neurotossina botulinica è considerata una delle più potenti tra le sostanze letali note.

Aspergillo
Aspergillo

L'aspergillo è un genere responsabile di differenti forme di allergie respiratorie. Le muffe dell'aspergillo costituiscono circa il 50% di tutte le spore fungine dell'aria.

Missing
Test dell'HPV

Il test dell' HPV è un test del DNA che rileva la presenza di papilloma virus umano in cellule prelevate dal collo dell'utero. L'infezione da alcuni tipi di HPV può...

Tifo
Tifo

Il tifo è una malattia batterica (Rickettsia typhi o Rickettsia prowazekii)diffusa dai pidocchi o dalle pulci. La forma di tifo dipende dal tipo di batteri che provoca l'infezione.

Influenza_suina
Influenza suina

L’influenza suina è una malattia respiratoria causata da virus che infettano le vie respiratorie dei suini e producono secrezioni nasali, tosse, diminuzione dell'appetito, e comportamento svogliato. I virus dell'influenza suina...

Clostridium
Clostridium difficile

Il clostridium difficile è un batterio che fa parte della flora batterica intestinale. Nel caso in cui tale batterio prolifera in modo incontrollato rilascia tossine che attaccano la mucosa intestinale...

Missing
Serratia marcescens

La serratia marcescens è un germe solitamente ospite inoffensivo dell'organismo umano. In particolari condizioni questo germe può provocare infezioni del tratto urinario o respiratorio. La serratia marcescens può anche essere...

Carico nome prodotto...
Disponibile
Spedizione in 48 ore
Acquista subito
€20.73
€24.39
Ortopedia e traumatologia
Dr. Luigi Grosso
Napoli
Chirurgo della spalla e del gomito Responsabile del Centro Chirurgia Spalla e Gomito ...
Odontoiatria e stomatologia
Dr. Luciano Passaler
Milano
Da 30 anni mi occupo di prevenzione, implantologia, protesi e gnatologia. Faccio la prima visita...
Torna su