Integratori e alternative naturali al Viagra per favorire l’erezione: una guida completa alle vitamine e alle sostanze

Pubblicato il 01/07/2014
Integratori e alternative naturali al Viagra per favorire l’erezione: una guida completa alle vitamine e alle sostanze | Pazienti.it

 La disfunzione erettile – detta anche nel gergo comune “impotenza maschile” – consiste nell’impossibilità o nella difficoltà, da parte dell’uomo, di avere un’erezione del pene tale da consentirgli la penetrazione e un rapporto soddisfacente per sé e la/il partner. Le cause dell’impotenza possono essere riassunte in tre grandi categorie:

  1. legate a una alterata fisiologia dell’erezione: a causa di condizioni come diabete, sclerosi multipla, obesità…;
  2. derivanti da un’errata condotta di vita: fumo, eccessivo consumo di alcool o di sostanze stupefacenti;
  3. risposte a un profondo malessere psicologico: ansia, stress, preoccupazioni.

La conseguenza della disfunzione erettile è l’instaurarsi di un profondo senso di inadeguatezza e la privazione del soddisfacimento di uno dei bisogni primari dell’essere umano, quello sessuale.

Un’inadeguatezza che provano anche uomini che non presentano alcuna reale patologia che porti a una disfunzione erettile, ma che a causa di un bombardamento mediatico, che pone il focus unicamente sulla prestazione sessuale in sé dal punto di vista estetico-sportivo e ignorando aspetti ben più importanti come l’empatia e lo scambio emozionale tra due persone che il sesso porta con sé, provano la cosiddetta – e castrante – ansia da prestazione.

Essendo un problema intimo, che non tocca solo la sfera sessuale ma anche la natura stessa dell’essere uomo, tanto da rendere imbarazzante un confronto col medico di famiglia o con uno specialista urologo o andrologo, spesso questa problematica viene all’inizio sottovalutata, per poi essere affrontata, male, attraverso una diagnosi fai-da-te e l’acquisto di farmaci online di dubbia origine, se non addirittura illegali.

Disfunzione erettile: i consigli per combattere il disturbo

Il nostro approfondimento vuole presentare alcune sostanze di provata efficacia nella cura dei sintomi della disfunzione erettile lieve/medio-lieve; ma prima di partire, ci teniamo a dare alcuni importantissimi consigli:

  1. Se pensate che la vostra disfunzione erettile possa avere origine da un problema organico, parlatene subito con un medico. Sempre, comunque, senza imbarazzo, senza timore. Se volete, potete richiedere un video-consulto comodamente da casa vostra con gli specialisti in urologia e andrologia che offrono questo servizio su Pazienti.it; è utile per “rompere il ghiaccio” e superare l’imbarazzo che comprensibilmente provate, ma tenete presente che il video-consulto non sostituisce una visita medica e questa sarà molto probabilmente necessaria, se lo specialista riterrà opportuno consigliarvela.
  2. Se la vostra disfunzione ha origine psicologica potete parlarne con un urologo o andrologo, oppure consultate uno psicoterapeuta. Anche in questo caso, potete richiedere un primo colloquio su Pazienti.it. Ricordate che usare in modo autonomo e senza supervisione medica un farmaco, come il Viagra o il Cialis, può favorire il singolo rapporto sessuale (e magari consentirvi un piccolo miglioramento, temporaneo, dell’autostima), ma non risolve alcun problema o blocco psicologico. E’ inoltre fortemente sconsigliato per la vostra salute. Questi farmaci possono essere usati solo dietro prescrizione e controllo dello specialista e solo in caso di reale necessità.
  3. Create le condizioni per migliorare la salute del vostro apparato genitale. Fumo, alcool, droga, junk food (cibo di fast food e di scarsa qualità), eccesso di grassi animali, poche ore di sonno: tutti questi fattori incidono pesantemente, molto più di quanto pensiate, sulle vostre performance sessuali. Qualsiasi integratore possiate prendere – persino farmaci come il Viagra – sono inutili se non “ripulite” prima la vostra condotta di vita.

Fatte queste premesse doverose, ecco una analisi dello scenario esistente.

3 rimedi naturali all’impotenza

I benefici che si possono ottenere dalla scelta di integratori naturali per combattere l’impotenza possono essere molti e vanno valutati a seconda dei casi. Scopriamone alcuni.

1) Minore impatto psicologico

Anche se nel bugiardino del Viagra (“pillola blu“), del Cialis o del Levitra questo dato non viene trattato, gli eventuali effetti collaterali [1] di questi farmaci per il trattamento della disfunzione erettile costituiscono solo uno dei problemi che il loro utilizzo indiscriminato e in assenza di controllo medico portano con sè.

E’ molto importante anche il pericoloso impatto psicologico che essi possono avere sull’uomo: in caso di uso indiscriminato e senza controllo medico, è altissima infatti la possibilità di sviluppare, nel medio termine, una dipendenza psicologica tale per cui a un certo punto diventa pressoché impossibile avere rapporti sessuali senza prima aver ingerito una pillola. Non meno rilevante, inoltre, il fenomeno per cui col tempo anche il sesso diventa meno piacevole.

Questo perché l’attenzione è quasi completamente spostata sull’aspetto strettamente ‘fisico’ del rapporto a scapito di quell’ampio spettro di sensazioni, emozioni ed empatia che scaturiscono dal rapporto sessuale. In parole povere, si perdono quasi completamente i reali benefici di una soddisfacente attività sessuale. Non sono rari, tra i consumatori di farmaci per la disfunzione erettile che non ne hanno effettivo bisogno e presi in assenza di controllo medico, fenomeni di quasi totale perdita della libido.

2) Non si assumono farmaci

I farmaci principali per la disfunzione erettile sono in circolazione da molti anni ormai, e gli effetti collaterali sono noti, ma non dimentichiamo che sono farmaci la cui assunzione prolungata non è raccomandata se non in caso di reale necessità e sotto stretta supervisione medica.  E’ importante che la scelta di ricorrere a questo tipo di cura sia fatta solo in caso di reale necessità e al momento giusto, non prima e non se è possibile scegliere strade alternative. 

Se nella vita quotidiana, ad esempio per un mal di testa o una leggera influenza, si tende, giustamente, a non ricorrere subito ad antidolorifici o antibiotici, tale dovrebbe essere anche l’attitudine con cui si guarda ai farmaci che favoriscono l’erezione. In una gran parte dei casi, come abbiamo visto, il miglioramento dello stile di vita e/o un percorso di supporto psicologico possono risolvere completamente il problema.

3) Maggiore semplicità di gestione sociale

Assumere regolarmente integratori che, come vedremo, incidono positivamente non solo sulla sfera sessuale in sè ma sulla salute in generale, è ben diverso dal custodire gelosamente le pillole per l’erezione o sincronizzarsi al decimo di secondo per ingerirle nel momento giusto. Avere in casa un barattolo di Citrullina, anche in bella vista, in cucina, con nonchalance, è ben diverso che avere una scatola di Viagra tenuta sotto chiave in bagno.

Se dite a una donna che usate l’arginina, penserà immediatamente che siete uno sportivo, non che avete problemi a livello intimo. Acquistare gli integratori che elencheremo in questo report è al 100% legale per la Legge Italiana. Acquistare farmaci per il controllo della disfunzione erettile attraverso canali non ufficiali è un reato penale.

Attenti agli effetti miracolosi promessi da un certo tipo di comunicazione ingannevole

Le pubblicità ingannevoli ci promettono, anche troppo spesso, effetti benefici e straordinari con la semplice assunzione di sostanze naturali. Ma cosa c’è di vero e cosa no? Scopriamolo in questo paragrafo.

Gli uomini alla ricerca della performance sessuale perfetta, uniti a coloro che a causa di stress e patologie più o meno rilevanti soffrono realmente di disfunzione erettile, rischiano di essere facilmente attratti da pubblicità ingannevoli. Negli anni passati, e ancora oggi, molti sono stati i prodotti che promettevano erezioni migliori, aumento delle dimensioni peniene, e prestazioni da attore porno.

Attenzione quindi ad accogliere con grande critica e approfondire bene le proprietà di erbe e principi di varia natura che vengono proposti, perché nella maggior parte dei casi si tratta di sostanze per le quali non ci sono alcune prove scientifiche di reale efficacia sull’erezione, come il Tribulus Terrestris, e che in alcuni casi possono essere ai limiti della legalità, come la Yohimbina. In altri casi, vengono proposte pillole contenenti cocktail di principi attivi – vitamine e minerali a bassa titolazione – con estratti di arbusti esotici e altri ingredienti “del momento”.

Tribulus terrestris: integratore per l'impotenza

E’ bene quindi chiarire che, sulla base delle ricerche scientifiche attuali [2], al momento non esiste alcun integratore sul mercato in grado di risolvere, con un diretto e dimostrato rapporto causa-effetto, la disfunzione erettile, in particolare quella medio/grave. Tantomeno esistono integratori in grado di incidere sulle dimensioni del pene.

I seguenti  tipi di integratori, quindi, non hanno alcuna efficacia dimostrata per la risoulzione della disfunzione erettile

Integratori per aumentare il testosterone

Il testosterone è, come si intuisce dal nome, un ormone prodotto dai testicoli (viene prodotto, in minor misura, anche dalle donne) e che entra in gioco nello sviluppo degli organi sessuali e delle caratteristiche tipicamente maschili come la voce e la peluria.

Con gli ormoni non si scherza quindi, e fortunatamente gli integratori liberamente venduti in Italia hanno efficacia pressochè nulla nella produzione di testosterone. Sarebbe pericoloso e inutile cercare di procurarsi uno squilibrio ormonale per migliorare la propria erezione; oltretutto, il ruolo del testosterone non è essenziale nell’erezione e non può nulla verso blocchi psicologici o fisiologici.

Integratori per aumentare la libido

Un’erezione soddisfacente non corrisponde necessariamente a una mancanza di libido, ossia al grado di desiderio sessuale. Anzi in molti casi può essere ancora più frustrante aumentare il desiderio se vi è alla base una disfunzione erettile non risolta, perché potrebbe aumentare ulteriormente il disagio e la frustrazione.

Ricordate poi che il desiderio sessuale è legato a meccanismi mentali molto complessi ed è molto difficile che un integratore  possa influire realmente su di essi.

Integratori che promettono di aumentare le dimensioni del pene

Se non si è soddisfatti delle dimensioni del pene l’unica via scientificamente accettata ed efficace è la chirurgia. L’effetto di temporaneo aumento del volume che si sperimenta assumendo, ad esempio, il Viagra, è dovuto ad un maggiore afflusso sanguigno nei corpi cavernosi che fanno gonfiare l’organo.

Ma si tratta, appunto, di un aumento del solo volume, del tutto temporaneo, e senza alcuna variazione della lunghezza in sé. Nessun integratore è in grado di influire sulle dimensioni del pene, tantomeno sulla lunghezza.

Principi attivi che sono illegali per la Legge Italiana

Anche in questo caso, gli studi hanno dimostrato l’inefficacia e, a volte, l’inaffidabilità di alcune sostanze per questa ragione definite illegali. Vediamo quali sono.

Secondo una particolarità normativa italiana, alcune piante che sono legali dal punto di vista botanico possono non esserlo per quanto riguarda il principio attivo. Un paradosso, che colpisce direttamente al cuore i consumatori di integratori per lo sport e li portano in un territorio di involontaria e incolpevole illegalità. E’ bene quindi prestare sempre attenzione non solo agli ingredienti contenuti in un integratore, ma anche e soprattutto ai principi attivi e soprattutto affidarsi a siti professionali e sicuri per i propri acquisti.

Qualche esempio? L’Evodia Rutaecarpa [3], la pianta liberamente coltivabile e importabile usata spesso in cosmetologia, di cui è attualmente illegale il principio attivo, l’evodiamina. Il Tongkat Ali (in gergo: Long Jack), una pianta di origine malese di cui è illegale il principio attivo. Lo Yohimbe [4], di cui è tutt’ora illegale e riservato alla farmacologia il principio attivo, la Yohimbina. Per questa ragione, diffidate dall’acquistare prodotti su negozi online che promettono sconti eccessivi e risultati miracolosi: scegliete sempre con grande attenzione a chi affidarvi per i vostri acquisti di salute.

Quindi, quali sono gli integratori e sostanze naturali (e legali!) che possono essere usate in alternativa al Viagra per affrontare problemi lievi/medi di erezione?

Viagra sì, Viagra no. Possono esserci alternative da valutare sempre con un occhio attento. Ecco quali.

Dopo questa lunga introduzione, è arrivato il momento di presentare gli integratori che, da soli o in sinergia tra di loro, possono efficamente aiutare gli uomini a favorire l’erezione e mantenerla sufficiente per affrontare e godersi appieno un rapporto sessuale.

CITRULLINA

E’ un aminoacido non-essenziale (prodotto dal corpo) precursore dell’Arginina. Quest’ultima presiede la sintesi dell’Ossido Nitrico, che aumenta la vasodilatazione e l’afflusso sanguigno ai tessuti e alle estremità, tra cui, appunto, il pene [5].

L’arginina assunta oralmente, tuttavia, viene in larga parte digerita dallo stomaco, pertanto studi dimostrano che assumendo invece il precursore, la Citrullina, i livelli di arginina nel sangue aumentano considerevolmente in modo dose-dipendente.

Non a caso la citrullina è definita il “Viagra dei poveri”, in quanto economica (si estrae dalla buccia dell’Anguria – Citrullus, in latino) di facile reperimento, e legale.

La citrullina è comunemente usata pre-workout dai bodybuilder per migliorare le proprie prestazioni sportive e solo negli ultimi tempi ha raggiunto la popolarità come integratore per la disfunzione erettile lieve/medio-lieve.

Per quanto riguarda il dosaggio e utilizzo, la si assume generalmente tre volte al giorno, in razioni da 2 gr (totale 6 gr / giorno); non sono note reazioni avverse in caso di sovradosaggio.

Sul mercato si trova anche la Citrullina Malato, che altro non è che Citrullina unita all’Acido Malico, che secondo ricerche -per il momento non provate in modo rigoroso dal punto di vista scientifico- dovrebbe aumentare l’assimibilità della Citrullina.

Da usare in sinergia con:

OMEGA 3

Integratore Omega 3 e 6 disfunzione erettile

Gli acidi grassi essenziali Omega 3 non hanno influenza diretta sull’erezione, ma la favoriscono indirettamente, abbassano i livelli di colesterolo cosidetto cattivo (LDL) e innalzano i livelli di colesterolo buono (HDL) che, tra l’altro è precursore del testosterone. Gli Omega 3 aiutano l’afflusso sanguigno svolgendo importante azione antitrombica e antinfiammatoria (ossia puliscono le arterie) e di riduzione dei trigliceridi nel sangue. Questo è molto importante per una ottimale funzione dell’erezione [6].

Gli omega 3, sotto forma di integratore, apportano grande beneficio e sono consigliati anche per migliorare la salute del cuore e del sistema cardiocircolatorio.

CARNITINA

Integratore di carnitina per problemi di erezione

Nelle due forme Propionyl-L-carnitina e Acetyl-L-carnitina [7], intevengono nei processi metabolici di produzione di energia da parte dell’organismo. In particolare la forma  Propionyl-L-carnitina è un aminoacido non-essenziale comunemente usato per migliorare l’afflusso sanguigno nei tessuti in pazienti affetti da PVD (peripheral vascular disease) [8]. E’ usata inoltre con successo in pazienti che manifestino problemi di erezione legati a problemi circolatori, da sola o in combinazione con il Viagra.

GINSENG COREANO (Panax Ginseng C.A. Meyer)

Nell’ultimo anno, sono stati resi noti diversi studi condotti secondo i ristretti criteri del metodo scientifico (test a doppio-cieco) che attestano l’efficacia dell’estratto puro del Ginseng Coreano nel trattamento della disfunzione erettile non grave.

Tradizionalmente noto come tonico e dalle riconosciute proprietà adattogonene, il Ginseng è inoltre un vasodilatatore attraverso l’aumento di produzione di ossido nitrico (monossido di azoto).

Secondo l’autorevole Examine.com, il Panax Ginseng è secondo solo alla Yohimbina per efficacia nel trattamento dell’impotenza nell’uomo e dell’eiaculazione precoce; si tenga comunque presente che quest’ultima è attualmente illegale in Italia e presenta effetti collaterali ben più pericolosi dello stesso Viagra.

Il dosaggio suggerito è di 3g / giorno per 45/60 giorni e per quanto – fatte salve intolleranze personali – non siano note problematiche gravi da sovradosaggio, dosi superiori non comportano nessun tipo di beneficio.

Da evitare assolutamente se si assumono farmaci anticoagulanti o se si soffre di ipertensione. Sconsigliata l’assunzione dopo le 18 di sera.

Vitamine ed erezione: le vitamine e i minerali che possono fornire un sostegno all’integrazione alimentare pro-erezione

Anche le vitamine e i minerali fungono da importante sostegno per aiutare a superare le disfunzioni erettili negli uomini. Ecco le sostanze più adatte.

Calcio Magnesio Zinco favoriscono erezione

Un’alimentazione sana e varia, che comprenda frutta e verdura di stagione, è in grado da sola di fornire il fabbisogno giornaliero delle vitamine e dei minerali essenziali al buon funzionamento dell’organismo; tuttavia, nel caso in cui non si sia certi di assumerne a sufficienza con l’alimentazione, l’assunzione mediante integratori di Zinco, Vitamina E ha dimostrato di aumentare l’efficacia di integratori e farmaci per la disfunzione erettile. Nel caso della Vitamina E non sono noti effetti collaterali da sovradosaggio, mentre per lo Zinco, in caso di assunzione prolungata e per la sua azione inibitoria del colesterolo LDL e HDL è bene consultare un medico [9].

Bibliografia e fonti

[1] Erectile dysfunction: Viagra and other oral medications www.mayoclinic.org/diseases-conditions/erectile-dysfunction/in-depth/erectile-dysfunction/art-20047821?pg=1

[2] Erectile Dysfunction Health Center http://www.webmd.com/erectile-dysfunction/guide/erectile-dysfunction-treatment-care

[3] Evodia www.webmd.com/vitamins-supplements/ingredientmono-1159-EVODIA.aspx?activeIngredientId=1159&activeIngredientName=EVODIA

[4] Yohimbe http://www.webmd.com/vitamins-and-supplements/lifestyle-guide-11/supplement-guide-yohimbe

[5] Oral L-citrulline supplementation improves erection hardness in men with mild erectile dysfunction. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21195829

[6] Lifestyle and metabolic approaches to maximizing erectile and vascular health. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22072232

[7] Carnitine http://ods.od.nih.gov/factsheets/Carnitine-HealthProfessional/

[8] Propionyl-L-carnitine, L-arginine and niacin in sexual medicine: a nutraceutical approach to erectile dysfunction. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21966881

[9] Evaluation of vitamin E in the treatment of erectile dysfunction in aged rats. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22280834

 

Vuoi approfondire l'argomento con uno specialista?

Scrivi al medico Parla con un medico

Commenta questo articolo:

comments powered by Disqus