Magnesio contro i dolori muscolari

Pubblicato il 08/11/2017
Magnesio contro i dolori muscolari | Pazienti.it

Chi di noi non ha mai riscontrato quel fastidioso sintomo che colpisce un braccio o una gamba e che ci fa arrestare durante un’azione quotidiana, per farci allungare l’arto colpito in cerca di sollievo e cessazione del blocco? Stiamo parlando dei crampi, manifestazione nota e spiacevole che tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo provato.

I crampi possono essere una condizione molto fastidiosa, ma anche assai frequente. Negli adulti si riscontrano crampi alle gambe fino al 60% della popolazione e nei bambini per il 7%.

Inoltre, i crampi possono causare gravi disturbi sia a livello di dolore che di alterazione del sonno; nei muscoli affetti da crampi si manifesta, a volte, dolore residuo. Oltre a questo, fino al 20% delle persone che si lamenta dei dolori alle gambe accusa ogni giorno sintomi abbastanza severi, tali da richiedere un intervento medico.

I crampi sono curabili?

Attualmente, non esiste nessun trattamento definitivo per i crampi delle gambe che si dimostri essere sicuro ed efficace, ma c’è una gran richiesta di rimedi e di trattamento. Nonostante questo, è acclarato che spesso chi soffre di crampi muscolari soffre di carenze di magnesio.

Forse – lo avrete notato! – i crampi muscolari si manifestano proprio in un periodo di stanchezza, malessere, debolezza? Probabilmente la colpa è della carenza di magnesio, indispensabile alleato che ci garantisce un’ottimale funzionalità corporea e mentale.

La carenza di magnesio, nell’organismo, è infatti responsabile non solo dei crampi muscolari, ma anche di spossatezza, stanchezza, debolezza, difficoltà di concentrazione, emicranie, vertigini e cervicale. Ecco perché è importante assumere del magnesio per reintegrare un’eventuale carenza di questo sale minerale preziosissimo per la nostra salute.

Perché la carenza di magnesio genera crampi muscolari?

Dal momento che il magnesio svolge un ruolo essenziale nella trasmissione neuromuscolare e nella contrazione muscolare, è stato ipotizzato che la carenza di magnesio possa predisporre ai dolori muscolari. I supplementi di magnesio sono spesso raccomandati per prevenire i crampi.

Parlando di “crampi” è importante operare una differenziazione del crampo alle gambe da altre condizioni; ciò può essere difficile, poiché il termine “crampo” può essere usato per descrivere una varietà di tipi di manifestazione (condizioni neuropatiche, sindrome delle gambe senza riposo, ecc.).

Si tenga presente che per le donne in stato interessante il fenomeno dei crampi muscolari può essere assolutamente normale e frequente. Infatti, il terzo trimestre di gravidanza è spesso associato a crampi alle gambe, anche se è difficile differenziare tra la gravidanza come causa principale di crampi e insufficienza venosa.

Nonostante l’elevata incidenza di crampi alle gambe in gravidanza, vi è una ricerca minima in questo settore, e non se ne conoscono ancora bene le cause. Nonostante questo, è stato provato che la somministrazione di magnesio per le donne in gravidanza è davvero molto utile e raccomandata.

Naturalea

Quando si analizza un singolo paziente, occorre considerare fattori che possono scatenare il disturbo, oltre alla carenza di magnesio (malattia vascolare periferica o malattia del neurone del motore), nonché un eventuale uso di farmaci o stupefacenti (bloccanti del canale del calcio, antagonisti del recettore dell’angiotensina II, diuretici, ecc.).

La diagnosi di crampi può essere difficile e non immediata, poiché non vi sono esami del sangue che ne verifichino la presenza e non vi è alcuna comprovata associazione con anomalie elettrolitiche.

L’esame fisico raramente identifica i crampi della gamba perché sono involontari, imprevedibili e di solito si verificano durante la notte: tuttavia, una visita medica porterà a escludere qualsiasi altra malattia.

Quando e come assumere magnesio?

Di certo, l’assunzione di magnesio è fondamentale per la risoluzione dei crampi non legati a situazioni patologiche o scatenate da farmaci; è sempre opportuno, comunque, consultarsi col proprio medico per escludere malattie e verificare che l’assunzione di magnesio non comporti alcun rischio o controindicazione (nelle persone con disturbi renali vi è un potenziale rischio di sviluppare ipermagnesemia); inoltre, il magnesio può interagire con i bisfosfonati e gli antibiotici della tetraciclina e deve essere somministrato 2 ore prima o dopo questi medicinali.

Il magnesio, inoltre, offre un’ottima tollerabilità per tutti quegli effetti collaterali che a volte le persone manifestano quando assumono integratori (ovvero quei sintomi che colpiscono il sistema gastrointestinale come diarrea, nausea, vomito, flatulenza e costipazione): ecco perché questo prezioso sale minerale può essere davvero d’aiuto nella risoluzione dei crampi muscolari!

*Contenuto di informazione pubblicitaria.

Vuoi approfondire l'argomento con uno specialista?

Scrivi al medico Parla con un medico
Redazione
Scritto da:
493 articoli pubblicati

Commenta questo articolo:

comments powered by Disqus