Elisabetta Ciccolella
Elisabetta Ciccolella
172 articoli pubblicati

Come preparare uno scrub naturale

Pubblicato il 07/07/2017
Come preparare uno scrub naturale | Pazienti.it


Dr.ssa Elisabetta Ciccolella, specialista in Chimica e Tecnologie farmaceutiche e farmacista.


Il termine “scrub” significa letteralmente “sfregare” e si riferisce alla procedura che permette di eliminare le cellule morte che si accumulano sulla cute mediante l’uso di sostanze contenenti granuli o sferule. L’utilizzo di uno scrub per il corpo rappresenta un momento di attenzione da dedicare a se stessi per preservare il benessere della nostra pelle.

L’uso dello scrub affonda le sue radici in tempi molto remoti: questo rituale di bellezza era già noto e diffuso nell’antica Grecia e in Medio Oriente.

Abbiamo chiesto alla dr.ssa Elisabetta Ciccolella, farmacista, di darci dei consigli su come prepararlo a casa, naturalmente.

Come agisce uno scrub?

Lo scrub agisce mediante un’azione esfoliante a livello della cute che promuove e permette la rimozione delle cellule “morte”: a seguito dell’applicazione di uno scrub, la pelle apparirà liscia, levigata, purificata, compatta e luminosa.

L’utilizzo di uno scrub è sempre consigliabile, ma risulta particolarmente indicato in alcuni casi, come presenza di peli incarniti o di “zone ruvide” che si sviluppano tipicamente a livello di gomiti, piedi e ginocchia.

Per ciò che riguarda il viso, in linea generale, si consiglia l’applicazione di uno scrub indicato per il proprio tipo di pelle una o due volte a settimana: questa “pratica” di bellezza è particolarmente consigliata per le pelle impure o a tendenza acneica, al fine di limitare o contrastare l’insorgenza di antiestetici punti neri e comedoni di varia natura.

Inoltre, l’applicazione di questo cosmetico è indicatissima in questo periodo dell’anno, soprattutto se state partendo per il mare, in quanto prepara la pelle alla fotoespozione, benché è opportuno ricordare come sia necessario evitare di esporsi al sole subito dopo l’uso di uno scrub.

Quale è la differenza tra gommage, scrub e peeling?

Spesso si parla di gommage, scrub e peeling: vediamo quali sono le caratteristiche che rendono differenti questi cosmetici.

In linea generale, il gommage è un gel contenente gomme o mucillaggini: per questo, viene utilizzato per esfoliare e purificare in modo delicato la pelle del viso soprattutto se acneica o con couperose.
Al contrario, lo scrub è formulato con polveri o granelli abrasivi ed è in genere indicato per il corpo.

Entrambi, scrub e gommage, esfoliano mediante un’azione meccanica mentre, al contrario, il peeling esfolia chimicamente mediante l’azione di molecole dette alfa-idrossi-acidi.

Come si prepara uno scrub “casalingo”?

È molto semplice anche se esistono svariate “ricette”.
È possibile preparare uno scrub per il corpo comodamente a casa: basta semplicemente utilizzare e mescolare ingredienti presenti nella maggior parte delle dispense delle nostre cucine.

Tra più semplici ed efficaci scrub “casalinghi”, è sicuramente annoverato lo scrub a base di zucchero di canna e olio di oliva: questi ingredienti ad elevato tasso calorico, almeno in questo caso, non ci faranno ingrassare ma ci aiuteranno a migliorare l’aspetto della nostra pelle!

Basterà dunque mescolare zucchero di canna, formidabile esfoliante della pelle, e olio di oliva, ricco di vitamina E e acidi grassi insaturi.

In quali proporzioni? Se volete cimentarvi nella preparazione di uno scrub per il viso, basterà mescolare 1 cucchiaio di olio di oliva e 1 cucchiaio di zucchero di canna in una ciotolina di vetro che deve essere poi applicato su cute detersa e umida mediante massaggi circolari per circa un minuto; poi, si consiglia di procedere al risciacquo del cosmetico “homemade” con acqua tiepida e all’applicazione della vostra crema idratante.

In caso di pelle del viso impura, grassa e con pori dilatati, vi consigliamo di preparare uno scrub dall’azione astringente e antibatterica con 1 cucchiaio di zucchero di canna, 2 cucchiaini di miele e 2 cucchiaini di succo di limone che vanno amalgamati in una ciotola di vetro: applicate lo scrub così ottenuto sulla cute con le modalità già descritte risciacquando poi con acqua fredda e procedendo all’applicazione di un tonico astringente.

Se volete invece preparare uno scrub per esfoliare e idratare il corpo, vi suggeriamo la preparazione di uno scrub casalingo che otterrete semplicemente mescolando 3 cucchiai di zucchero di canna, 3 cucchiai di sale fino e 6 cucchiai di olio di mandorle dolci fino ad ottenere un composto umido e compatto che applicherete su tutto il corpo mediante delicati movimenti circolari dal basso verso l’alto per un paio di minuti, insistendo sulle parti più ruvide e inspessite; dopo l’applicazione, lo scrub si rimuove con acqua tiepida e si procede all’applicazione di una crema corpo.

Argomenti
Resta aggiornato sul mondo della salute

Prova la newsletter di Pazienti oggi stesso!

  No spam!     Annulla quando vuoi

Scritto da:

Elisabetta Ciccolella
Elisabetta Ciccolella

La salute è il bene più importante. Questo è ciò che credo e che, da brava farmacista, cerco di trasmettere ogni giorno ai pazienti con cui mi rapporto. L'informazione è sempre la migliore delle strade da percorrere per prendersi cura di sé stessi al meglio. Su Pazienti cerco si spiegare, con semplicità e concretezza, anche quelle notizie di salute che possono apparire più complicate.

Nella categoria Voce agli specialisti:

Gli specialisti di Pazienti.it rispondono alle domande più frequenti, con consigli di salute per tutti i lettori.
Vedi tutti i post di Voce agli specialisti →

comments powered by Disqus