Una ricetta veloce e light per la pausa pranzo

Pubblicato il 09/10/2017
Una ricetta veloce e light per la pausa pranzo | Pazienti.it

Ammettiamolo: il pranzo in ufficio è un nemico assai insidioso dei buoni propositi, del peso forma e del nostro benessere psico-fisico. Lo sa bene chi è costretto a trascorrere la pausa sul posto di lavoro, obbligando il proprio appetito a saziarsi con panini farciti, pizze riscaldate e avanzi della cena precedente.

Eppure, la pigrizia e la frenesia spesso ci portano a trascurare questo importante momento della nostra giornata con rischi evidenti per il nostro benessere. Non è raro, infatti, che chi pranza spesso fuori casa – senza prestare eccessiva attenzione alla propria alimentazione – registri basse concentrazioni di nutrienti nel sangue, come vitamina C ed E. Non solo. Il rischio di obesità aumenta, con tutto ciò che questo comporta.

Nonostante ciò, è inutile negare che pranzare in ufficio in modo salutare è assolutamente possibile. Basta sapere come fare, combinando nutrienti diversi che possano andare a fornire al nostro organismo tutto ciò di cui ha bisogno.

Che ne dite, quindi, dei fagottini con bresaola, noci e caprino? Semplici da preparare, leggeri da digerire e assolutamente completi da un punto di vista nutritivo. Soprattutto, non dimentichiamolo, il buon cibo scaccia il cattivo umore. E, spesso, ne abbiamo proprio bisogno, durante le lunghe, lunghissime giornate lavorative.

Vediamo insieme come prepararli.

Fagottini di bresaola, caprino e noci: ecco come prepararli 

bresaola: ricetta pausa pranzo

Partiamo dagli ingredienti, essenziali per la buona riuscita della nostra ricetta light:

  • Bresaola della Valtellina IGP
  • Formaggio caprino
  • Noci tritate
  • Sale
  • Pepe
  • Olio

Per prima cosa, prendete una ciotola abbastanza capiente dove poter mettere il caprino, le noci tritate, il sale e il pepe. A questo punto, miscelate tutti gli ingredienti fino a ottenere una crema omogenea.

Quando il “ripieno” sembra essere pronto, prendete le fettine di bresaola della Valtellina IGP e ponete al centro due cucchiaini di crema. Arrotolateli, tagliateli a metà e il piatto è pronto. Come ovvio, vi consigliamo di conservare il vostro pranzo-da-ufficio in frigorifero, possibilmente anche durante la mattinata, mentre voi sarete dietro a una scrivania.

Un piatto gustoso, certo, ma non solo. La bresaola della Valtellina IGP, infatti, è uno tra i salumi che meglio risponde alle esigenze nutrizionali di chi è alla ricerca d’ingredienti che possano soddisfare il fabbisogno di una dieta salutistica: il contenuto proteico è elevato, la quantità di grassi estremamente contenuta e l’apporto calorico pressoché nullo.

Inoltre, è importante ricordare che per la produzione della bresaola della Valtellina IGP vengono utilizzati solo tagli di prima categoria, tratti dalla coscia di bovini di razze selezionate. Una scelta di qualità, insomma.

Badate, inoltre, all’importanza di aggiungere una manciata di noci alla vostra dieta quotidiana, essendo queste ricche di sali minerali – come magnesio, potassio e calcio -, proteine vegetali e vitamine. Non dimentichiamo che le noci sono una preziosa fonte di omega 3, quei grassi “buoni” capaci di abbassare il colesterolo LDL.

Infine, come per magia, questi frutti scacceranno la voglia di pisolino post-pranzo: le noci, infatti, contengono melatonina naturale, che aiuta al nostro organismo a regolarizzare i cicli di sonno-veglia. Cosa chiedere di meglio?

Vuoi approfondire l'argomento con uno specialista?

Scrivi al medico Parla con un medico
Redazione
Scritto da:
472 articoli pubblicati
Categoria: Lifestyle

Commenta questo articolo:

comments powered by Disqus