Diatermocoagulazione di condilomi

Contenuto di:

La Diatermocoagulazione di condilomi viene adoperata dalla maggior parte dei dermatologi per la distruzione delle neoformazioni cutanee, è una tecnica basata sulla elettrochirurgia, cioè sulla capacità dell'energia elettrica di produrre calore, provocando l'evaporazione dell'acqua e la coagulazione delle proteine cellulari. Tale tecnica viene frequentemente impiegata in molte malattie della pelle, nei condilomi acuminati, nelle creste di gallo.

A cosa serve la Diatermocoagulazione di condilomi?

Fotosearch_k13198131 | Pazienti.it

La Diatermocoagulazione di condilomi viene adoperata dalla maggior parte dei dermatologi per la distruzione delle neoformazioni cutanee, è una tecnica basata sulla elettrochirurgia, cioè sulla capacità dell'energia elettrica di produrre calore, provocando l'evaporazione dell'acqua e la coagulazione delle proteine cellulari.Tale tecnica viene frequentemente impiegata:

  • in molte malattie della pelle
  • nei condilomi acuminati
  • nelle creste di gallo.

Durante l'intervento la corrente elettrica ad alta frequenza viene applicata sui tessuti e provoca una lesione simile ad un'ustione, tuttavia questa guarisce piuttosto rapidamente, perché la stessa diatermocoagulazione provoca la perfetta sterilizzazione della ferita.Essendo una pratica un po' dolorosa viene, di solito, eseguita sotto anestesia locale.

Quando si adopera Diatermocoagulazione di condilomi?

Si adopera la Diatermocoagulazione di condilomi in presenza di condilomi che si manifestano come una patologia molto diffusa, questi consistono in particolari lesioni, visibili come piccole escrescenze uniche o multiple localizzate nell'apparato genitale e nella zona perianale sia maschile che femminile.Nella donna si possono manifestare:- nel basso tratto genitale- sul collo dell'utero assumono un aspetto pianeggiante (condilomi piani) e sono identificabili mediante colposcopia- in vagina o nella vulva si presentano in forma di lesioni verrucose, spesso multiple.

I condilomi sono causati dal virus HPV (Human Papilloma Virus) e sono per lo più asintomatici, tuttavia possono causare prurito localizzato, è bene tenerli sotto controllo in quanto il virus HPV, in questo caso, può causare alterazioni tumorali delle cellule appartenenti alla mucosa che riveste il collo dell'utero.

I condilomi sono altamente infettanti, sia autoinfettanti (rapido accrescimento nella zona vicina alla prima lesione) sia eteroinfettanti, cioè verso partners con cui si hanno contatti sessuali, amche non completi, senza protezione.

Se i condilomi investono un’area moto limitata di vulva, possono essere curati anche con farmaci sotto forma di crema, che stimolano la risposta immunitaria dell’individuo.

Argomenti: condilomi virus HPV diatermocoagulazione