Vaccino per allergie

Contenuto di:

Il vaccino per le allergie (vaccino allergie) consiste nella somministrazione di un estratto specifico di allergene (sostanza in grado di scatenare la reazione allergica) in quantità gradualmente crescenti. Le dosi del vaccino per le allergie (vaccino allergie) vengono somministrate per via sottocutanea, nasale o orale.

In cosa consiste il vaccino per le allergie?

Fotosearch_k12809058 | Pazienti.it

Il vaccino per le allergie (vaccino allergie) consiste nella somministrazione di un estratto specifico di allergene (sostanza in grado di scatenare la reazione allergica) in quantità gradualmente crescenti. Le dosi del vaccino per le allergie (vaccino allergie) vengono somministrate per via sottocutanea, nasale o orale.

Qual è la funzione del vaccino per le allergie?

La graduale somministrazione del vaccino per le allergie fa sì che l'organismo si abitui lentamente agli allergeni, desensibilizzandosi. Il soggetto allergico diventa così immune, producendo degli anticorpi, noti come immonoglobuline G, che combattono l'allergene. Il vaccino per le allergie è utilizzato soprattutto nei casi di rinite allergica, causata dai pollini e dagli acari della polvere.

Quali sono i tempi di efficacia del vaccino per le allergie?

Il vaccino per le allergie è efficace già durante il primo anno di terapia, ma il miglioramento più importante avviene durante il secondo anno.

Durata del vaccino e modalità:

  • la durata è di 3 anni, in rari casi può prolungarsi fino a 5 anni; farlo per più tempo è inutile
  • il vaccino per gli acari si effettua per tutto l'anno: per bocca 5 giorni a settimana, sottocute una volta al mese
  • il vaccino per i pollini si effettua in maniera pre e co-stagionale (quindi in media per 5 mesi)

Chi può fare il vaccino per le allergie?

Chiunque sia sano e non abbia particolari patologie può fare il vaccino per le allergie. L’età minima in cui iniziare la vaccinazione non è definita, anche se solitamente il vaccino per le allergie è indicato al di sopra dei 6 anni di età.

Quando il vaccino per le allergie è controindicato?

Il vaccino per le allergie è controindicato nei casi di:

  • malattie immunologiche gravi
  • malattie epatiche croniche
  • tumori
  • asma grave
  • gravidanza ad eccezione di pazienti già in fase di mantenimento

Argomenti: allergie vaccino allergie rinite allergica
Sinusite | Pazienti.it
Sinusite

La sinusite è una infiammazione o un gonfiore delle mucose dei seni paranasali, le cavità rivestite di mucosa a livello del naso. I seni nasali sono solitamente pieni d'aria, ma...

Occhi_gonfi | Pazienti.it
Occhi gonfi

Gli occhi gonfi sono dovuti alla presenza di liquidi in eccesso (edema) nei tessuti connettivi intorno all'occhio, più comunemente le palpebre. Le cause più comuni di questa condizione sono traumi,...

Missing | Pazienti.it
In studio con il guru: Dott. Ivan Pan ci parla dell'agopuntura

Il dr. Ivan Pan, grande esperto di agopuntura, ci parla di questa tecnica e di come la sua famiglia abbia svolto un ruolo centrale nel portarla in occidente. Nella videointervista...

Polline | Pazienti.it
Pollinosi - Allergia al polline

Con la primavera arrivano puntuali anche le allergie da polline, un disturbo sempre più diffuso. Per chi ne soffre è indispensabile non farsi trovare impreparato.

Allergia | Pazienti.it
Test allergometrici

I test allergometrici vengono eseguiti per valutare lo stato allergico dell’organismo nei confronti di specifici allergeni. Esistono vari tipi di test allergometrici, ognuno dei quali è particolarmente adatti a...

Efedrina | Pazienti.it
Efedrina

L’efedrina si usa per problemi respiratori, asma e congestione nasale, causata da un raffreddore o da allergie. L’efedrina è il principio attivo che appartiene ad una classe di farmaci chiamati...

Allergometria | Pazienti.it
Allergometria

L’allergometria è una tecnica di valutazione diagnostica per i disturbi allergici. L’indagine ha come obiettivo la scoperta degli agenti allergeni responsabili della reazione allergica.

Istamina | Pazienti.it
Istamina

L'istamina è una sostanza presente in alcuni cibi, che può dare origine a una reazione simil-allergologica, presentando sintomi assai comuni a quelli di un'allergia.

Intolleranza_alimentari | Pazienti.it
Intolleranza alimentare

Le intolleranze alimentari differiscono dalle allergie alimentari poiché per le seconde i sintomi della reazione avversa all’alimento sono causati dall’intervento del sistema immunitario.

Allergia | Pazienti.it
Allergia

Con allergia si intende una reazione avversa del corpo a una particolare sostanza nell'ambiente. Molte sostanze che causano allergie non sono nocive e non hanno effetto sulle persone non allergiche....