Risponde alla domanda:

Umberto Surace

Img_6617
Visita Profilo

Cosa significa cisti perineurali foraminali?

Nel referto che ho appena ritirato c'è scritto "cisti perineurali foraminali di pertinenza delle radici L3 dei due lati nonchè L4 sinistra, reperti occasionali". Cosa significa?

Articolo di: Umberto Surace

Non preoccuparti, si tratta di neoformazioni di natura benigna, chiamate anche cisti di Tarlov dal nome dello scopritore, e sono cisti piene di liquor che vengono osservate in occasione di indagini strumentali condotte a livello del rachide, come la Risonanza magnetica, e che per le loro caratteristiche topografiche e strutturali non sono correlabili ai sintomi per i quali hai eseguito l'esame: infatti si parla di reperti occasionali, come scritto.

Si tratta di anomalie relativamente frequenti e per lo più, anche se non sempre, prive di sintomi.

Cordialmente

Img_6617

Contenuti correlati

  • Cisti
    La cisti è una sacca rivestita da epitelio e ripiena di liquidi, gas o materiale semisolido. Le cisti possono svilupparsi a qualsiasi età. La parete esterna di una cisti si chiama capsula.
  • Specialità associate

  • Neurologia
  • Topics associati

  • RM
  • cisti di Tarlov
  • cisti perineurali
  • Altre risposte di: Umberto Surace

    • Il Bromazepan e il Talofen, farmaci per la cura dell'Alzheimer, sono efficaci?

      Il Bromazepam è una benzodiazepina, farmaco sedativo ed ipnoinducente, che favorisce cioè il sonno, mentre la Promazina è un tranquillante maggiore. Nessuno dei due ha attività sulla progressione del morbo di Alzheimer e di fatto non hanno in esso una precisa indicazione. Possono talora essere utilizzati con profitto nel controllo di alcuni sintomi, come agitazione e insonnia, che si presentano in alcune fasi della malattia. Importante è la valutazione, ripetuta da parte del medico insieme a chi dà assistenza al malato, degli effetti dei farmaci: spesso è necessario rivedere i...

    • Cosa significa cisti perineurali foraminali di pertinenza delle radici L3 dei due lati nonchè L4 sinistra, reperti occasionali?

      Non preoccuparti, si tratta di neoformazioni di natura benigna, chiamate anche cisti di Tarlov dal nome dello scopritore, e sono cisti piene di liquor che vengono osservate in occasione di indagini strumentali condotte a livello del rachide, come la Risonanza magnetica, e che per le loro caratteristiche topografiche e strutturali non sono correlabili ai sintomi per i quali hai eseguito l'esame: infatti si parla di reperti occasionali, come scritto. Si tratta di anomalie relativamente frequenti e per lo più, anche se non sempre, prive di sintomi. Cordialmente

    • Quali sono le cure per una neuropatia periferca agli arti inferiori che causa un forte dolore a piedi e gambe?

      Prima di tutto devo dirti che esistono numerose neuropatie periferiche, o polineuropatie, con andamento temporale diverso (acute, subacute e croniche) spesso non caratterizzate da sintomi dolorosi. Occorre perciò prima di tutto una diagnosi certa per poter pensare ad una terapia. Una volta accertata la natura della neuropatia bisogna valutare la possibilità di cura della medesima. Quando i dolori sono presenti, come nel tuo caso, e ad esempio nella polineuropatia diabetica, può essere che i comuni farmaci antinfiammatori non steroidei non facciano particolare effetto; bisogna quindi tentare con antidepressivi triciclici o con antiepilettici....

    • L' emicrania parossistica cronica come si cura?

      L'origine delle emicranie parossistiche come quello delle emicranie tipiche non è chiaro, ma si fa risalire ad uno squilibrio funzionale tra vari circuiti del sistema nervoso autonomo che scatena l'attacco e che nel giro di poco tempo si conclude. Oltre alla forma parossistica cronica esiste anche una forma parossistica episodica con attacchi meno frequenti. Per questo tipo di cefalea è molto utilizzata l'Indometacina, un farmaco antinfiammatorio, che ti consiglio per alleviare il tuo dolore durante gli attacchi. Cordialmente

    • L’Alzheimer è una malattia ereditaria?

      La malattia di Alzheimer non è ereditaria: avere nella propria famiglia alcuni malati di Alzheimer non significa essere destinati ad ammalarsi, perché nella maggioranza dei casi l’origine della malattia non è genetica. Tuttavia, è nota l'esistenza di un gene che può influenzare questo rischio, ma non è un gene causativo: ad esempio, una persona di cinquant'anni avrebbe 2 probabilità su 1000 di sviluppare la malattia invece del consueto 1 per 1000, ma può nella realtà non svilupparla mai. Il mio consiglio quindi è di non preoccuparti troppo, e di vivere sereno la tua...

    Vedi tutte le domande
    Carico nome prodotto...
    Disponibile
    Spedizione in 48 ore
    Acquista subito
    €20.73
    €24.39
    Ortopedia e traumatologia
    Dr. Luigi Grosso
    Napoli
    Chirurgo della spalla e del gomito Responsabile del Centro Chirurgia Spalla e Gomito ...
    Odontoiatria e stomatologia
    Dr. Luciano Passaler
    Milano
    Da 30 anni mi occupo di prevenzione, implantologia, protesi e gnatologia. Faccio la prima visita...
    Torna su