Come ovviare agli effetti collaterali del'Escitalopram e del Fluoxeren?

"Buongiorno, sono una donna di 37 anni, soffro di depressione maggiore e doc da 10 anni, ho cambiato molti farmaci e avuto 3 ricadute. Da metà settembre, chiedo allo psichiaFra di poter cambiare Escitalopram per aumento di peso e gonfiore addominale, mi prescrive Fluoxeren. Sono 2 mesi che ho fatto il cambio, aumentando lentamente le dosi. E' un mese che prendo una compressa e mezzo, dunque 30 mg, ma ho ancora effetti collaterali e non sto bene per niente. Cosa mi consigliate?"

Buongiorno,

quello che descrivi (aumento di peso) è un effetto collaterale abbastanza frequente degli antidepressivi serotoninergici.

Tra i farmaci a disposizione, la Fluoxetina (Fluoxeren) è considerata la meno propensa a questo effetto collaterale, ma è possibile una variabilità di risposta individuale.

Un altro serotoninergico che tende a interferire non molto sul peso e con buona efficacia sul doc è la Sertralina.

Un serotoninergico di più recente immissione in commercio e con basso rischio di sovrappeso è la Vortioxetina (Brintellix). Poichè questa famiglia di farmaci (serotoninergici o SSRI) presenta profili di risposta terapeutica e/o di eventi avversi variabili da soggetto a soggetto, è importante che la scelta e il monitoraggio farmacologico vengano condotti sotto la supervisione dello specialista di fiducia.

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposta a cura di:

Specialità:
Psichiatria
Argomenti:
Escitalopram, Fluoxeren
lascia una recensione

Risposte simili