Acidità di stomaco

Contenuto di: - Aggiornato il 18/01/2017

L’acidità di stomaco è una spiacevole sensazione di bruciore dietro lo sterno, che di solito si verifica dopo i pasti, da sdraiati, o di notte durante il sonno. È di solito causata dalla malattia da reflusso gastroesofageo, ossia dall'aumento di acidità nell'esofago, anche se spesso viene confusa con un problema al cuore.

Scopri consigli, prodotti e rimedi

Che cosa è l’acidità di stomaco?

Acidit%c3%a0_di_stomaco | Pazienti.it

Il bruciore di stomaco, noto anche come iperacidità, insorge quando i livelli degli acidi gastrici superano i limiti normali, o quando il pH è inferiore rispetto al solito. Questa disfunzione è nota anche come ipercloridria

Quali sono i sintomi del bruciore di stomaco?

In genere, quando stomaco, esofago e duodeno sono in grado di gestire i cambiamenti nella secrezione degli acidi, tale patologia passa inosservata. Altre volte, invece, i sintomi che avverte il paziente sono identificabili come un forte bruciore di stomaco, che include:

Tutti questi sintomi sono tipici di gastriti, ulcere peptiche e reflusso acido.

Quando si verifica l'acidità di stomaco?

L'acidità di stomaco, di solito, si verifica dopo i pasti, da sdraiati, o di notte durante il sonno.

Quali sono le causa dell’acidità di stomaco?

L’acidità di stomaco è di solito causata dalla sindrome da reflusso gastroesofageo, sindrome che potrebbe anche essere asintomatica e che deve, comunque, essere diagnosticata da uno specialista gastroenterologo.

L’acidità di stomaco e il conseguente bruciore non hanno nulla a che fare con il cuore anche se il disagio dell’acidità di stomaco può essere confuso con il dolore del cuore e viceversa. Acidità di stomaco è un termine popolare per indicare ciò che in medicina viene chiamato pirosi.

Come si cura il bruciore di stomaco?

I farmaci antiacido aiutano a neutralizzare l'acido gastrico e sono utili rimedi per alleviare i sintomi del bruciore di stomaco. Altri farmaci, come gli inibitori della pompa protonica e gli antagonisti dei recettori H2 sono impiegati per ridurre le secrezioni dei succhi gastrici. Infine, i farmaci procinetici aiutano a velocizzare lo svuotamento gastrico e sono dei rimedi particolarmente utilizzati per il mal di stomaco, nei casi di reflusso acido. 

Quali sono i rimedi per l'acidità di stomaco?

Un regime dietetico può regolare la produzione di acido gastrico solo in maniera moderata. Tuttavia, attraverso la dieta è possibile ridurre i sintomi e prevenire il principio di eccesso di acido gastrico. Inoltre, è necessario apportare dei cambiamenti nello stile di vita per poter gestire al meglio l'insorgenza di gastriti, ulcere peptiche e reflusso acido:

  • evitare cibi complessi che tendono a far insorgere l'acidità, come per esempio alcol, bevande a base di caffeina, bevande gassate, cibi speziati e ad alto contenuto di conservanti;
  • evitare i cibi grassi, che aumentano le secrezioni degli acidi gastrici;
  • evitare gomme da masticare e tabacco;
  • fare diversi pasti durante l'arco della giornata, a piccole dosi;
  • evitare di sdraiarsi subito dopo aver mangiato;
  • praticare una moderata attività, come una camminata, può aiutare a ridurre i sintomi del bruciore di stomaco, tuttavia esercizi estremamente faticosi devono essere evitati;
  • smettere di fumare.

Scopri consigli, prodotti e rimedi

Argomenti: bruciore di stomaco pirosi Acidità di stomaco malattia da reflusso gastroesofageo acidità nell'esofago ipercloridria
Antiacidi | Pazienti.it
Antiacidi

I farmaci antiacidi sono utilizzati per controllare il livello di acidità nello stomaco. Sono disponibili nelle farmacie senza obbligo di ricetta e vengono utilizzati anche per il trattamento di bruciori...

Ricevi offerte di salute

Premendo il pulsante di attivazione dichiari di aver preso visione delle condizioni di servizio e della privacy policy e di accettarli integralmente.

Pagamento sicuro:

Pagamenti sicuri | Pazienti.it

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l'assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.

Logo | Pazienti.it org s.r.l. © 2013 |P.IVA 07112280966 Pazienti © 2013