Leggi anche

Feci nere (feci scure)

Contenuto di: - Aggiornato il 17/11/2016

Le feci nere sono un sintomo a causa del quale il colore delle proprie feci tende ad essere più scuro. Questo sintomo spesso è a sua volta il sintomo di malattie più gravi.

Scopri consigli, prodotti e rimedi

Cosa sono le feci nere?

Feci | Pazienti.it

La presenza del sangue nelle feci conferisce loro un colore molto scuro, tendente al nero. È sangue che arriva dalla zona alta dell’apparato gastrointestinale, ovvero dall’esofago, dallo stomaco e dall’intestino tenue. Le feci che derivano da questa sede secernono un odore molto acido e il fenomeno si chiama melena. "False melena" sono quelle feci che risultano scure o nere, ma in realtà non contengono sangue.

Perdere sangue da una zona del corpo che fa parte dell’apparato gastrointestinale alto non è un buon segno e si consiglia una visita repentina dal medico curante che saprà prescrivere i giusti esami da fare.

Quali sono le cause delle feci nere?

Le feci nere possono essere provocate da varie cause, come ad esempio l'ingestione di alcune sostanze o l'assunzione di integratori di ferro. Tuttavia, le feci nere possono anche essere causate da una grave condizione, ovvero il sanguinamento nel tratto digestivo dovuto ad un'ulcera peptica.

Tra le cause più comuni di feci nere spiccano:

  • ulcera allo stomaco (ulcera peptica)
  • infiammazione del tratto gastrointestinale
  • uso di farmaci anti-infiammatori non steroide

Le feci nere potrebbero essere un'abitudine per le persone che hanno subito un intervento di colectomia, perché il cibo non viene digerito nel modo più completo. Tuttavia, se si è presentato un sanguinamento gastrointestinale in passato, le feci hanno un cattivo odore o il problema va avanti per più di un paio di giorni, consultare immediatamente il medico.

Le cause

Ulcera che sanguina: l'ulcera è una ferita che appare sul rivestimento dello stomaco, può provocare sanguinamento e melena. Contrariamente alla credenza popolare, le ulcere allo stomaco non sono di solito causate da stress o da cibo piccante (anche se questi possono aggravare un'ulcera già esistente).
In realtà, esse sono causate da un'infezione dovuta ad un batterio chiamato Helicobacter pylori (H. pylori). Gli antibiotici sono normalmente prescritti per eliminare l'infezione, e talvolta un riduttore acido.

Un'altra causa di ulcere allo stomaco è l'uso a lungo termine di farmaci antidolorifici noti come FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei). I FANS possono irritare lo stomaco, indebolendo la capacità del rivestimento di resistere all'acido prodotto nello stomaco. Per questo stesso motivo, i FANS hanno un effetto negativo sulla malattia di Crohn e la colite ulcerosa. I FANS sono farmaci comuni come l'ibuprofene, il naprossene sodico e l'aspirina. Alcuni FANS sono prescritti dai medici. Le ulcere dello stomaco, causate da FANS, di solito guariscono dopo che viene interrota la somministrazione del farmaco incriminato.

Gastrite: la gastrite è l'infiammazione del rivestimento dello stomaco. Questa infiammazione può essere causata da troppo alcol o cibo, dal cibo piccante, dal fumo, da infezione da batteri  o dall'uso prolungato di FANS. La gastrite si può sviluppare anche dopo un intervento chirurgico o un trauma, oppure può essere associata a condizioni mediche preesistenti.

Varici esofagee: le varici esofagee sono vene dilatate nella parete dello stomaco, nell'esofago o superiore o inferiore. Quando queste vene si rompono, possono causare sanguinamento, che può far comparire il sangue nelle feci o nel vomito. Le varici esofagee sono una grave complicanza derivante da ipertensione portale (pressione alta) causata da cirrosi epatica.

Quali sintomi accompagnano la comparsa di feci nere?

Le feci nere possono essere accompagnate da altri sintomi, che variano a seconda della causa principale. I sintomi che possono accompagnare le feci nere includono:

Come avviene la diagnosi delle feci nere?

Le feci nere generalmente vengono diagnosticate dal medico tramite un quadro sintomatologico.

Il colore nero da solo non è sufficiente a determinare la presenza di sangue. Pertanto, un medico avrà bisogno di confermare se in realtà non ci sia sangue nelle feci. Questo può essere fatto in uno studio medico attraverso un esame rettale. Oppure, può essere fatto in casa con un kit che viene utilizzato per raccogliere un piccolo campione di feci che verrà poi inviato ad un laboratorio per la valutazione.

Il sangue nelle feci, che è scuro, potrebbe essere presente per diverse ragioni, tra cui:

  • ulcera sanguinante
  • gastrite
  • varici esofagee
  • una lacerazione dell'esofago dovuta a violenti conati di vomito. 

Una volta che il melena viene diagnosticato, il medico può ordinare altri test diagnostici per determinare la causa e la posizione esatta del sanguinamento. Questi test possono includere:

  • radiografie
  • esami del sangue
  • colonscopia
  • gastroscopia
  • cultura delle feci
  • studi di bario

A quali trattamenti si deve ricorrere in caso di feci scure?

L'emissione di feci nere è una situazione che richiede un rapido intervento, in quanto è a rischio la vita della persona. La cura varia in base alle cause che hanno generato il problema, quindi può essere farmacologica, chirurgica o di altro genere, a seconda dei casi.

Perché le feci assumono diversi colori?

La causa della diversa colorazione delle feci è da ricercare nella produzione dei succhi gastrici e il loro contatto con gli enzimi dello stomaco e i batteri intestinali. Durante la digestione, il ferro contenuto nel sangue si ossida, provocando un cambio di colore, dal rosso vivo al nero. 

Scopri consigli, prodotti e rimedi

Argomenti: feci nere

Ricevi offerte di salute

Premendo il pulsante di attivazione dichiari di aver preso visione delle condizioni di servizio e della privacy policy e di accettarli integralmente.

Pagamento sicuro:

Pagamenti sicuri | Pazienti.it

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l'assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.

Logo | Pazienti.it org s.r.l. © 2013 |P.IVA 07112280966 Pazienti © 2013