Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Sindrome Da Schiacciamento Mentos

Sindrome da schiacciamento

Sindrome da schiacciamento
Curatore scientifico
Dr. Alfredo Bitonti
Specialità del contenuto
Ortopedia e traumatologia

Indice del contenuto

Qual è la prognosi?

Trarre delle conclusioni definitive per quanto riguarda la prognosi della sindrome da schiacciamento è difficile, dato che gran parte dei dati su questo caso derivano da segnalazioni di terremoti e altri disastri. Queste relazioni derivano spesso da ambienti austeri, e non c’è una significativa eterogeneità tra i tempi di trattamento.

I rapporti includono vasti dati, con tasso di mortalità tra il 3% e il 50%. Su 9 pazienti affetti da sindrome da schiacciamento dopo il crollo di un edificio, ai quali era stato iniettato un cocktail di mannitolo-bicarbonato al momento del ricovero, solo 2 hanno sviluppato un’insufficienza renale e nessun paziente ha avuto danni permanenti sui reni o è morto. Da un rapporto stilato dopo un terremoto, 7 pazienti estratti dalle macerie e soccorsi usando un protocollo standard di rianimazione, avevano un minore tasso di probabilità di dialisi, rispetto ad altri 13 trattati con una rianimazione variabile.

Una serie di relazioni su 639 pazienti ospedalizzati con insufficienza renale acuta a causa di uno schiacciamento dopo il terremoto di Marmara, nel 1999, ha rivelato che 477 pazienti (74,6%) hanno richiesto la dialisi, e 15 pazienti sono morti prima che la dialisi potesse essere applicata.

L’iperkaliemia è stata il fattore più decisivo per una immediata dialisi. 97 pazienti dei 639 con insufficienza renale sono morti (15,2%), il tasso di mortalità era del 17,2% nei pazienti dializzati e il 9,3% in quelli non dializzati. Le cause più significative di decesso erano sepsi, trombocitopenia, traumi addominali e toracici.

Al contrario, una relazione sul terremoto di Wenchuan ha rivelato un basso tasso di requisiti per la dialisi, ma anche un alto tasso di mortalità. Questi autori hanno concluso che i pazienti si trovassero in una zona così remota da non poter ricevere una pronta assistenza tramite fluidi, portando ad un minore numero di sopravvissuti e un minor numero di pazienti da trattare con dialisi. Anche se ci sono molti fattori contrastanti, questi rapporti supportano l’uso immediato, sulla scena del disastro, di fluidi via endovenosa. Il bendaggio è comune nei pazienti con la sindrome da schiacciamento e deve essere eseguito con urgenza sui pazienti affetti da sindrome compartimentale.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Ipercifosi
L'ipercifosi è una condizione patologica che interessa la colonna vertebrale, che consiste in un’accentuazione della normale curva toraci...
Olistesi
L'olistesi è una malattia che riguarda principalmente le vertebre lombari della colonna vertebrale.
Sindrome compartimentale
La sindrome compartimentale è una dolorosa condizione che avviene quando la pressione intramuscolare raggiunge livelli pericolosi.