Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. 10 rimedi per dire addio al gonfiore e all’edema post-parto

10 rimedi per dire addio al gonfiore e all’edema post-parto

Ultimo aggiornamento – 15 febbraio, 2018

edema post parto: i rimedi naturali
Indice

La gravidanza è sicuramente la fase più importante nella vita di una donna. Rappresenta un periodo ricco di cambiamenti psicologici e fisici.

E quando arriverà il momento del parto, aspettatelo. Arriverà anche lui, l’edema post-parto (anche edema post-partum), una condizione purtroppo molto comune. Così, non preoccupatevi se vedrete un gonfiore intorno al viso, pancia, caviglie e nelle estremità tra le mani, gambe e piedi. Sarà lì per una settimana o poco più. Vediamo insieme di cosa si tratta e quali ne sono le cause, i sintomi e soprattutto rimedi.

Gonfiore ai piedi? Forse è edema-post parto

Come abbiamo detto, l’edema post-parto è caratterizzato da gonfiore ai piedi, mani, gambe, viso, pancia e caviglie, molto simile al più classico dei gonfiori che attanaglia i nove mesi di gravidanza. Spesso, dunque, questo può durare anche nelle prime settimane successive al parto. In questi casi, il sangue e i liquidi in eccesso nel corpo, il cui volume aumenta durante la gravidanza, permangono nel corpo, causando appunto il famoso (e tanto temuto!) edema-post parto.

In particolare, oltre a quanto già spiegato, le cause dell’edema post-parto sono:

  • Parto – La spinta vaginale durante il parto, unita alla pressione della gravidanza, causa un maggiore afflusso di sangue e liquidi alle estremità del corpo.
  • Ormoni – L’eccesso di progesterone in gravidanza causa aumento di sodio e ritenzione idrica nel corpo, che portano all’edema.
  • Aumento delle dimensioni dell’utero – L’utero aumenta man mano che il bambino cresce, facendo pressione sulle vene che si estendono verso la parte inferiore del corpo, causando accumulo di liquidi, gonfiore ed edema.

Sarà facile riconoscere un edema post-parto: gonfiore alle gambe e alle mani che varia da lieve a forte, infiammazione e aspetto lucido delle parti gonfi e una sensazione di affondo quando si tocca la pelle vi accompagneranno per qualche settimana.

I rimedi naturali edema post-parto

Diminuire la sensazione di gonfiore e di dolore, però, è possibile. Hai pensato ai rimedi naturali per l’edema post-parto? Ecco, qui di seguito, una serie di consigli che possono essere utili a combattere in modo del tutto naturale questo fastidio.

  1. Tenete alzate le parti gonfie con cuscini o sgabelli per 30 minuti per 3-4 volte al giorno, in modo da diminuire il dolore.
  2. Massaggiate gambe e piedi per eliminare i liquidi in eccesso, favorendo così la circolazione e diminuendo la sensazione di disagio.
  3. Assumete più liquidi per evitare che la ritenzione idrica aumenti il gonfiore e non permetta di liberare i liquidi.
  4. Fate molto movimento fisico per far sì che i liquidi non rimangano stagnati all’interno del corpo. Possono essere molto utili una passeggiata veloce dai 15 ai 30 minuti o gli esercizi che permettono di allungare e piegare il piede per 30 volte con un movimento circolare di 8 volte in senso orario e 8 volte in senso antiorario.
  5. Migliorate l’alimentazione, mangiando molta frutta, verdura soprattutto a foglia larga, cereali integrali, zucca, asparagi, barbabietole, cibi ricchi di vitamina B e ferro, per ridurre il gonfiore. Evitate cibi particolarmente salati, preconfezionati, fritti e fast-food.
  6. Assicurate una buona ventilazione delle stanze, facendo arieggiare la casa in continuazione e non indossare abiti stretti che stringono le zone gonfie.
  7. Stendete una foglia di cavolo (sì, avete capito bene), dopo averla lavata e raffreddata in frigorifero, sulla zona gonfia per scaricare il liquido in eccesso e donare sollievo.
  8. Immergete i piedi in una ciotola di acqua tiepida aggiungendo, eventualmente, oli aromatici che aiutano a migliorare la circolazione e ridurre il disagio.
  9. Cercate di dormire a sufficienza e non sedervi mai con le gambe incrociate, per evitare di rallentare il flusso sanguigno.
  10. Utilizzate erbe aromatiche, estratti di erbe contenenti flavonoidi o erbe diuretiche come il prezzemolo sotto l’occhio attento del vostro medico, per evitare spiacevoli controindicazioni con l’allattamento.

Se soffrite di gonfiore e sintomi come quelli descritti, accertatevi prima che siano tutti dovuti all’edema post-partum e, se il medico vi conferma la diagnosi, seguite i consigli descritti e noterete immediatamente notevoli benefici. Se così non fosse, sarebbe consigliabile chiedere al medico la cura adeguata contro questo fastidio così diffuso.

Mostra commenti
Diabetici: quando la glomerulonefrite danneggia i reni
Diabetici: quando la glomerulonefrite danneggia i reni
Sindrome di Angelman: sempre più vicini a una cura
Sindrome di Angelman: sempre più vicini a una cura
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Come rafforzare legamenti e cartilagini (in modo naturale)
Come rafforzare legamenti e cartilagini (in modo naturale)
Sesto senso? Il nostro cervello può prevedere le parole di un interlocutore
Sesto senso? Il nostro cervello può prevedere le parole di un interlocutore
L’AIDS del ventunesimo secolo, la malattia di Chagas
L’AIDS del ventunesimo secolo, la malattia di Chagas
Lesioni cutanee e infiammazioni: perché il diabete può causare problemi alla pelle?
Lesioni cutanee e infiammazioni: perché il diabete può causare problemi alla pelle?