Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. I gastroprotettori naturali per evitare disturbi allo stomaco

I gastroprotettori naturali per evitare disturbi allo stomaco

Ultimo aggiornamento – 04 Dicembre, 2019

I gastroprotettori naturali per evitare disturbi allo stomaco

L’impiego di farmaci non è l’unica soluzione efficace per i disturbi allo stomaco, almeno in alcuni casi. Il trattamento di acidità, pesantezza e altre comuni infiammazioni a carico dello stomaco può essere affidato ai gastroprotettori naturali, ad esclusione di particolari condizioni mediche per le quali è necessariamente richiesto l’ausilio farmacologico.

I gastroprotettori sono dei veri e propri rimedi naturali facilmente reperibili in natura, in negozi specializzati o in erboristeria.

Lo stomaco e l’intestino – considerati il nostro secondo cervello – risentono fortemente di comportamenti alimentari poco salutari: consumo di alcool, di alimenti zuccherati, abbuffate incontrollate di cibo, nonché di particolari stati d’animo, quali stress, ansia, che spesso si traducono in bruciore di stomaco, acidità di stomaco, difficoltà di digestione, meteorismo, nausea, dolore addominale.

Anche una cura prolungata con farmaci assunti per via orale può provocare disturbi allo stomaco. Come evitarli?

Come proteggere lo stomaco dai farmaci

Come sappiamo, molte volte sul famoso foglietto illustrativo di alcuni farmaci troviamo disturbi allo stomaco – come bruciore o reflusso – sotto la categoria degli effetti indesiderati.

Tutto questo accade perché i principi attivi possono rivelarsi troppo aggressivi andando a intaccare la mucosa dello stomaco, così come del primo tratto di intestino.

Certo, in commercio è semplice trovare degli appositi farmaci per proteggere lo stomaco in caso di necessità: agiscono come una barriera, alcuni di questi formando una “pellicola” a protezione della mucosa gastrica (alginati, carbonati…), alleviando l’azione “aggressiva” dei principi attivi di altri farmaci.

Quali sono i gastroprotettori naturali più efficaci

Ecco un elenco di gastroprotettori naturali che potrebbero aiutarci a mantenere in salute il nostro stomaco.

Insomma, dei rimedi naturali per proteggere lo stomaco dai farmaci (o da cattive abitudini in generale):

  • Succo di aloe vera – Estratto delle foglie dell’omonima pianta, nota sin dall’antichità per le sue innumerevoli proprietà curative e antinfiammatorie, il succo di aloe vera è un efficace gastroprotettore, particolarmente adatto per combattere l’infiammazione dovuta a reflusso gastroesofageo.
  • Aglio – Consumato crudo o sotto forma di estratti, l’aglio è un ottimo protettore gastrico, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.
  • Alloro – Pianta aromatica particolarmente utilizzata in cucina, riduce lo stato di iperacidità gastrica grazia al suo concentrato di pectine e mucillagini.
  • Melissa – Disponibile sul mercato soprattutto sotto forma di tisana, la melissa è un gastroprotettore dalle importanti proprietà rilassanti e antinfiammatorie, con azione diretta sulle mucose gastriche ed intestinali.
  • Mele – Un frutto che funge da importante protettore gastrico per il nostro stomaco, grazie alle sua proprietà antinfiammatorie. È consigliato il consumo di mele senza buccia, poiché essa contiene pectina non particolarmente favorevole per la digestione.
  • Camomilla – Come la melissa, anche la camomilla è nota per le sue proprietà rilassanti. A livello di stomaco la camomilla, solitamente consumata sotto forma di infuso, è un protettore gastrico che, se consumato con regolarità, favorisce il potenziamento della mucosa gastrica.
  • Liquirizia – Un gastroprotettore naturale che protegge lo stomaco dagli acidi che si generano in fase di digestione. Per ottenere i risultati desiderati è bene consumale la radice di liquirizia facilmente reperibile in erboristeria.
  • Latte di mandorla -Facilmente reperibile nei supermercati o da preparare in casa, il latte di mandorla è un protettivo gastrico contro l’acidità di stomaco.
  • Aceto di mele – È sufficiente mescolare un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere di acqua e berlo prima dei pasti, risulterà un ottimo alleato della digestione.
  • Gambo d’ananas – Favorisce la digestione e svolge un’importante funzione protettiva nei confronti della mucosa gastrica.

Come prevenire i disturbi allo stomaco

I disturbi allo stomaco possono notevolmente condizionare la nostra vita privata e sociale. Chi ne soffre lo sa molto bene. Buone abitudini alimentari e comportamentali sono sicuramente un buon inizio per la prevenzione di spiacevoli problemi gastrici, nonché per proteggere lo stomaco dai farmaci.

Ecco un piccolo vademecum per mantenere in buona salute il nostro stomaco:

  • Diminuire il consumo di cibi particolarmente zuccherati, questi tendono ad irritare le pareti mucose dello stomaco.
  • Mangiare a piccoli morsi e masticando bene gli alimenti per favorire il processo di digestione.
  • Svolgere attività fisica in modo costante, l’esercizio fisico infatti rafforza il nostro sistema immunitario limitando il rischio d reflusso gastrico.
  • Limitare lo condizioni di stress, ansie e preoccupazioni sono veri e propri nemici per il nostro stomaco.
  • Limitare il consumo di alcool e evitare di fumare, sono noti i riflessi negativi di alcool e fumo per la nostra salute in generale, inclusa quella dello stomaco.
  • Consumare frutta e verdure fresche e crude, esse contengono enzimi vivi, importanti gastroprotettori per il nostro stomaco.

Contrariamente dal sapere comune, molti problemi gastrointestinali possono essere facilmente prevenuti o, se già manifestati, facilmente trattabili ricorrendo (anche) a rimedi naturali.

Ovviamente il trattamento farmacologico diventa fondamentale in particolari condizioni. Insomma, se i vostri disturbi intestinali dovessero persistere, non esitate a consultare un medico. Valuterà il trattamento più idoneo rispetto alla vostra condizione.

Mostra commenti
Quattro (buone) abitudini per essere felici
Quattro (buone) abitudini per essere felici
Verdura (e frutta) fresca o congelata: cosa scegliere?
Verdura (e frutta) fresca o congelata: cosa scegliere?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Capezzoli in più: una questione evolutiva?
Capezzoli in più: una questione evolutiva?
Scoperto un nuovo farmaco che combatte i superbatteri resistenti agli antibiotici
Scoperto un nuovo farmaco che combatte i superbatteri resistenti agli antibiotici
Virus Zika: una nuova minaccia per la salute
Virus Zika: una nuova minaccia per la salute
Trapianti umani: organi e tessuti provenienti dai maiali
Trapianti umani: organi e tessuti provenienti dai maiali