Sei un professionista sanitario? Iscriviti
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery

Cerca

Chiudi
Specialità
Città
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery
Sei un professionista sanitario? Iscriviti

Come ritrovare la giusta concentrazione (e un po’ di memoria!)

Come ritrovare la giusta concentrazione (e un po’ di memoria!)

L’estate è ormai finita, ed è tempo di tornare alle scrivanie degli uffici e tra i banchi di scuola. Molti studenti, però, lamentano il fatto di non riuscire a trovare la giusta concentrazione; dichiarano infatti che i loro pensieri corrono da una parte all’altra, tranne che sui loro libri.

In realtà tutti hanno la capacità di potersi concentrare. Pensate solo a quel momento in cui stavate facendo qualcosa che vi interessava davvero: leggere un libro, guardare un film, giocare al vostro sport preferito. Il trucco è quello di utilizzare le giuste strategie per sbloccare la propria capacità naturale di concentrarsi e applicarla al proprio studio o al proprio lavoro.

Ma quali sono gli accorgimenti per iniziare a ritrovare la giusta concentrazione? Scopriamoli insieme!

Come iniziare a ritrovare la concentrazione?

Ecco alcuni consigli per cominciare:

  • Vi servirà uno spazio di studio o di lavoro adeguato: il luogo dove siete è essenziale alla concentrazione: scegliete uno spazio ben ventilato e illuminato, nonché ordinato e piacevole: in questo modo le distrazioni caleranno.
  • Spegnete il cellulare, che è un’enorme fonte di distrazione!
  • Create un calendario che tenga conto dei livelli di energia nei momenti diversi della giornata e cercate di concentrare lo studio e il lavoro nelle ore a voi più favorevoli.
  • Dividete il lavoro in sezioni logiche con un inizio e una fine: lavorare su porzioni di studio o di lavoro è più agevole che pensare di dover affrontare un unico “blocco di fatiche”.
  • Focalizzatevi sugli obiettivi: prima di iniziare, dedicate qualche minuto a pensare ai risultati finali.
  • Riportate gli obiettivi raggiunti in un quaderno: vi darà la forza e la giusta grinta per affrontare i rimanenti.
  • Datevi un tempo per obiettivo: in questo modo si sarà più stimolati a raggiungerlo.

Molto importante, inoltre, è non dimenticare i seguenti aspetti:

  • Ricordate di fare qualche pausa: la concentrazione è più alta se, di tanto in tanto, ci si concede una giusta tregua tra una sessione e un’altra, purché sia breve (tra i 5 e i 10 minuti)
  • L’attenzione, all’interno di una sessione, è più alta al principio e quando si sta per concludere: concentrate dunque in questi due momenti le cose più importanti da fare o da apprendere
  • Cambiate argomento o strategia ogni tot ore: ciò renderà più agevole mantenere alto l’interesse e non annoiarsi
  • Non oziate durante le pause. Fate qualche esercizio o lavoretto domestico: ciò cambia il ritmo e aumenta i livelli di adrenalina
  • Quando vi accorgete che vi state distraendo, imponetevi uno “stop” a quella distrazione e riportate la concentrazione sullo studio o su ciò che state facendo. È un esercizio non facile, ma è solo questione di pratica. Se proprio non riuscite a tornare focalizzati sull’argomento, meglio fare una pausa o cambiare strategia.
  • Non preoccupatevi inutilmente: l’ansia nel raggiungimento di un obiettivo è normale, ma può essere controproducente; imponetevi di non preoccuparvi troppo. Se state dando il massimo, state già facendo del vostro meglio, e i risultati verranno di conseguenza e in linea con le vostre capacità.
  • Sfruttate le vostre conoscenze anche negli ambiti quotidiani; in questo modo i concetti assimilati o i compiti svolti non rimarranno pura teoria, ma sarete certi di averli interiorizzati a fondo.

9 strategie per migliorare la memoria

Una buona memoria dipende anche dal proprio stato di salute, e dalla vitalità del proprio cervello! Se siete uno studente che prepara i propri esami o un professionista interessato a rimanere aggiornato sulla propria materia di competenza, oppure un pensionato che vuole preservare i propri neuroni anche in età avanzata, ci sono buone notizie: esistono moltissime cose che potete fare per migliorare la memoria e le vostre prestazioni mentali!

Cosa fare, nella pratica, per aumentare la potenza del cervello a qualsiasi età ed evitare perdite di memoria? Il cervello umano ha un’ottima capacità di adattamento al cambiamento, anche nella vecchiaia. Si tratta di neuroplasticità! Con la giusta stimolazione, il cervello può formare nuovi percorsi neuronali, cambiare le connessioni già esistenti e adattarsi a reagire in nuovi modi continuamente!

concentrazione e memoria: ecco come allenarle

La capacità del cervello di riadattarsi, in materia di apprendimento e memoria, è davvero incredibile! Ma ci sono alcune strategie da mettere in campo per aiutare la materia grigia. Ve le indichiamo attraverso 9 step:

  1. Allenate il vostro cervello: mantenete il vostro cervello attivo come se fosse un muscolo! Leggete, studiate, imparate sempre, fate parole crociate e giochi che vi allenino a pensare. Quando dovete affrontare un problema, pensate anche a nuove maniere per risolverlo; ciò stimolerà la vostra capacità di pensiero!
  2. Non saltate l’esercizio fisico. Gli antichi romani affermavano: mens sana in corpore sano, e non c’è niente di più vero! L’esercizio fisico migliora l’ossigenazione di tutto il corpo, cervello compreso, e riduce il rischio di patologie che portano alla perdita di memoria, come il diabete e la malattia cardiovascolare; in più, lo sport diminuisce i livelli di cortisolo, da cui dipende lo stress.
  3. Dormite il giusto. Non dormire abbastanza, o dormire troppo, altera l’equilibrio cerebrale. Il sonno è importantissimo per il consolidamento della memoria, e una regolarità nel dormire è fondamentale. Astenetevi da tv e cellulari almeno un’ora prima di addormentarvi, poiché inibiscono la melatonina, necessaria all’avvento del sonno.
  4. Trovate il tempo per gli amici. L’interazione con gli altri è fondamentale per mantenere i vostri neuroni attivi: il confronto stimola il pensiero, il divertimento abbatte i livelli di stress.
  5. Controllate lo stress, il peggior nemico del cervello, che danneggia l’ippocampo e le cellule cerebrali. Se volete preservare i vostri ricordi più belli, cercate di tenere alla larga il più possibile ogni pensiero negativo e tutte le fonti di stress.
  6. Ridete. Ridere, ridere ridere: la risata è la migliore medicina per il vostro cervello, e vi mantiene positivi, inibendo lo stress e la negatività.
  7. Osservate una dieta “brain-friendly”, amica del cervello: non devono mancare frutta, verdura, grassi sani e proteine magre. Il giusto apporto di Omega3, inoltre, è fondamentale per la salute del cervello. Tale sostanza nutritiva si trova soprattutto in pesci come trote, salmoni, tonni, sardine e aringhe, ma se non siete fan del pescato, potrete privilegiare cibi come: noci, alghe, semi di lino, zucca ‘squash’, fagioli, spinaci, broccoli, semi di zucca e soia. Il tè verde, coi polifenoli (antiossidanti) protegge il cervello dai radicali liberi.
  8. Attenzione alla salute! Molte malattie provocano la perdita di memoria: Alzheimer, demenza, malattie cardiache, diabete, squilibri ormonali: è dunque essenziale uno stile di vita sano, allontanando tutti quei fattori di rischio che possono portare all’insorgenza di tali malattie; anche molti farmaci sono responsabili della perdita di memoria: parlate col medico sui possibili effetti collaterali dei farmaci che vi prescrive.
  9. Prestate attenzione ogni qual volta avete l’occasione di imparare qualcosa. Vivete ogni esperienza cercando di esercitare tutti e 5 i sensi: ciò stimolerà di molto la vostra capacità cerebrale. Comunicate inoltre agli altri la vostra conoscenza: ripetere ciò che sapete o che avete imparato è un ottimo metodo per non dimenticarlo mai!
comments powered by Disqus