Sei un professionista sanitario? Iscriviti
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery

Cerca

Chiudi
Specialità
Città
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery
Sei un professionista sanitario? Iscriviti

Gli alimenti che potrebbero peggiorare la BPCO

Gli alimenti che potrebbero peggiorare la BPCO

La BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva) è una malattia polmonare cronica, progressiva e potenzialmente irreversibile. La principale caratteristica della malattia è la limitazione del flusso aereo ed è causata dallo stato infiammatorio cronico del parenchima del polmone e delle vie aeree.

Data la sua natura potenzialmente irreversibile, non esiste una vera e propria cura per la BPCO, ma una serie di trattamenti e di accorgimenti volti a gestire i sintomi. Tra questi, anche le scelte alimentari possono contribuire ad evitare un peggioramento della condizione. Insomma, quali sono i cibi da evitare se si soffre di BPCO? Vediamolo insieme.

BPCO, stile di vita e alimentazione

Per gestire al meglio la BPCO è necessario modificare lo stile di vita, soprattutto se si è fumatori. Dare un taglio netto alle sigarette è imprescindibile per evitare il peggioramento della condizione! Tuttavia, anche praticare regolarmente attività fisica e modificare la dieta sono fattori importanti.

Il legame tra l’alimentazione e una malattia respiratoria potrebbe non sembrare così immediato, tanto da spingere a ritenere che i cibi che si consumano non abbiano alcun peso sui sintomi della BPCO. Eppure, non è così. I pazienti con BPCO possono avere quadri clinici molto diversi tra loro, che richiedono interventi specifici anche sotto il profilo nutrizionale, alcuni anche molto complessi.

Nei casi moderati e gravi di BPCO il paziente viene inevitabilmente indirizzato nel percorso di intervento nutrizionale, mentre potrebbe non essere così per i pazienti affetti dalle forme più lievi. Tuttavia, è sempre raccomandabile evitare il fai da te.

Un’evidenza da considerare a tal proposito è che i pazienti affetti da BPCO possono essere iponutriti, soprattutto rispetto alla richiesta proteica. L’iponutrizione proteica espone il paziente ad un rischio di peggioramento dell’insufficienza respiratoria. Infatti, l’atto respiratorio è affidato ai muscoli toracici, sottoposti a un elevato lavoro per assicurare la funzionalità respiratoria. Lo stato di malnutrizione, quindi, si ripercuote negativamente sul decorso della BPCO e, di conseguenza, è necessario individuarlo e correggerlo.

L’iponutrizione è in parte dovuta alla dispepsia e alla sensazione di pienezza e gonfiore avvertita dai pazienti. La sensazione di pienezza solitamente insorge a seguito di pasti abbondanti o con cibi poco digeribili, ma può anche presentarsi negli individui che, progressivamente, perdono l’appetito e per i quali anche un pasto con porzioni normali finisce col rappresentare un eccesso. La cattiva e/o lenta digestione si ripercuotono negativamente sulla capacità respiratoria. Quest’ultima è ancora più ridotta in caso di sovrappeso e obesità (responsabili di una minore funzionalità cardio-respiratoria).

La situazione, quindi, è più complessa di quanto si possa pensare, ma ci sono alcuni accorgimenti di carattere generale che è opportuno conoscere perché, appunto, valgono per tutti i pazienti affetti da BPCO (anche per quelli con forme iniziali o lievi).

Gli alimenti da evitare

Il consumo di cibi fritti è certamente da limitare. Questa, però, è certamente una raccomandazione generale, valida anche per la popolazione sana. Non vuol dire che non ci si possa concedere ogni tanto un piacere culinario o uno snack fritto, ma sicuramente questi cibi non vanno consumati in modo regolare e in quantità esagerata. Per chi è affetto da BPCO, soprattutto se in sovrappeso o obeso, è raccomandabile proprio evitare il consumo di cibi fritti. I grassi contenuti nei cibi fritti sono di difficile digestione, richiedono quindi un maggior lavoro (anche in termini di tempo) da parte dell’apparato digerente e causano sensazione di pesantezza e gonfiore che peggiora l’affaticamento respiratorio.

Il gonfiore è provocato anche dall’ingestione delle bevande contenenti anidride carbonica, molte delle quali sono anche molto zuccherine. L’elevato contenuto di dolcificanti le rende decisamente poco salutari in generale, soprattutto per chi ha necessità di perdere peso.

Altra cosa da evitare sono le carni lavorate, soprattutto se le porzioni sono abbondanti e consumate in modo regolare. Tre studi indipendenti hanno evidenziato un’associazione tra il consumo frequente e/o elevato di salumi con il rischio di sviluppare BPCO e con la progressione della malattia. Altri studi hanno evidenziato che minore è il consumo di caffè, carni rosse, verdure bollite e minore è la prevalenza di BPCO.

La dieta da favorire

In generale, gli alimenti da favorire se si soffre di BPCO sono:

  • Frutta
  • Verdura
  • Cereali integrali
  • Pesce

Una particolare menzione spetta al pesce ricco di omega-3. Alcuni studi, infatti, hanno evidenziato che un’alimentazione in cui i grassi omega-3 sono ben rappresentati è utile a rallentare la progressione della malattia. Da sottolineare è il fatto che il modo in cui si introduce il cibo è importante tanto quanto ciò che si mangia. Una buona digestione, infatti, inizia nella bocca: masticare lentamente aiuta moltissimo a digerire bene!

Insomma, la BPCO è una patologia che richiede necessariamente una modifica dello stile di vita, quindi anche dell’alimentazione. A tale scopo, è raccomandabile rivolgersi a dei professionisti del settore per impostare un regime dietetico sano e utile a trarre benefici sia rispetto al controllo dei sintomi respiratori della malattia sia rispetto allo stato di salute generale. Questo è particolarmente consigliabile ai soggetti in stato di iponutrizione e per quelli in sovrappeso o obesi. In generale, però, possiamo affermare che i pazienti affetti da BPCO devono evitare o limitare diversi alimenti che potrebbero causare cattiva digestione, favorire l’accumulo di tessuto adiposo e che potrebbero essere connessi in vario modo con la progressione della malattia. Importante è prediligere un’alimentazione ricca di verdura, frutta, pesce e cereali integrali!

comments powered by Disqus