Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Ronzio all'orecchio: e se fosse depressione?

Ronzio all'orecchio: e se fosse depressione?

Ultimo aggiornamento – 09 aprile, 2021

Donna si Tappa le Orecchie per il Tinnito
Indice

Spesso, alcuni pazienti si chiedono se esista un legame tra acufeni e depressione. Più nello specifico si domandano se il ronzio alle orecchie potrebbe essere una conseguenza del noto disturbo dell'umore che affligge, ahimé, molte persone. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, la depressione è infatti la malattia mentale più diffusa al mondo, mentre tra le patologie in generale è seconda soltanto alle malattie vascolari.

Acufeni: le cause 

L'acufene, dal greco akuo "ascoltare" e fainomai "apparire", è alla lettera un fenomeno acustico noto anche come fischio o ronzio all'orecchio

Si tratta dunque di un sintomo poco specifico, che può sparire e ricomparire: se, però, si protrae per più di un mese si parla allora di acufene cronico. Trattandosi però di un sintomo aspecifico, un po' come la febbre, a causarlo possono essere molte patologie e condizioni.

Tra le più note  cause di acufene  figurano, anzitutto, le malattie del sistema uditivo. Se per esempio la coclea auricolare risulta danneggiata, ossia quella componente utile a captare le onde sonore, si può produrre un certo ronzio o rumore di fondo che sfocia, appunto, nell'acufene.

Per quanto riguarda il legame tra acufene e depressione: senz'altro esso esiste ed è peraltro bidirezionale. La  depressione , cioè, può causare ronzio all'orecchio ma anche, viceversa, il ronzio all'orecchio può indurre un umore depresso.

Acufeni: come rimediare

Anzitutto, però, è necessario attestare la effettiva presenza del problema, tramite una visita specialistica. Il tinnito potrebbe infatti dipendere da una malattia alle vie uditive, come l'otosclerosi, oppure anche da una difficoltà a livello neurale. In questi casi, dunque, è da escludere che la condizione sia spia di depressione.

Al contrario, è noto che alcuni farmaci antidepressivi che curano la depressione possano peggiorare l'acufene: parlarne quindi con il proprio psichiatra per trovare la soluzione più adeguata alla propria condizione.

Oltre a una tempestiva diagnosi, ecco poi alcuni rimedi per il tinnito:

  • Rinunciare ai tappi per le orecchie e all'utilizzo di cotton-fioc.
  • Se possibile, non ricorrere a determinati antidepressivi utilizzati per curare ansia, depressione, insonnia e panico. Scegliere con il proprio medico l'opzione terapeutica più adeguata.
  • Ricorrere al Tinnitus Retraining Therapy, una terapia di riabilitazione che si serve di alcuni suoni per allenare il sistema limbico e riuscire a filtrare il rumore di fondo, valida qualunque sia la causa del ronzio all'orecchio.

L'acufene dunque ha i suoi rimedi, anche efficaci. Lo stesso vale per la depressione, che però necessita di un percorso terapeutico più lungo, ma che senz'altro ottiene ottimi risultati. Stare bene, sia che la salute passi dalle orecchie, sia che passi dalla mente, è possibile. 

Mostra commenti
Tumore al seno: 6 campanelli d'allarme oltre ai noduli
Tumore al seno: 6 campanelli d'allarme oltre ai noduli
Riconoscere un trauma cranico grazie a un test salivare? Sì, si può
Riconoscere un trauma cranico grazie a un test salivare? Sì, si può
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?