C'è da preoccuparsi se da un emocromo risulta il 21,6% di neutrofili?

"Gentilmente, se da un emocromo risulta una percentuale di neutrofili del 21,6%, un valore assoluto di 0,88 x10^3ul, c'è da preoccuparsi? Non c'è presenza di febbre, né dolori, se non forse un po' di stanchezza. Le analisi in questione sono state eseguite nel mese di aprile per un controllo, dopo che da quelle precedenti (risalenti a febbraio) era risultata una leggera anemia da carenza di ferro, trattata per un mese con un farmaco a base di solfato ferroso. Nel periodo tra i 2 esami, è stato assunto anche un farmaco a base di Ibuprofene."

Caro utente,

se il valore assoluto dei neutrofili è sotto 1000 si parla di neutropenia.

La prima cosa da fare è ripetere nuovamente un emocromo recente perché da aprile ad adesso sono passati 4 mesi ed il quadro può essere cambiato, potrebbero essersi normalizzati i valori o meno, a volte una riduzione transitoria dei neutrofili si può avere in corso di infezioni o se si assumono determinati farmaci.

Ti consiglio di ripetere un emocromo e di rivolgerti al tuo curante che ti prescriverà una visita ematologica se questo valore dovesse essere confermato.

Spero di essere stato di aiuto.

Saluti

Risposta a cura di:
Dr. Giovanni Franco
Dr. Giovanni Franco
Ematologo Palermo
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Sorry buddy Non ci sono contenuti per questa categoria.

Apri la chat oppure invia un'email a info@pazienti.it per chiederci aiuto.