Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Frammentazione Adenomatosa Intervento

In caso di frammentazione adenomatosa al cieco, è necessario sottoporsi ad un intervento chirurgico?

Ho 78 anni e 30 anni fa sono stato operato di appendicite. Mi è stata diagnosticata una frammentazione adenomatosa al cieco. Devo sottopormi ad un intervento chirurgico?

È difficile darti una risposta esaustiva con una descrizione così generica della tua patologia. Il termine "frammentazione adenomatosa al cieco" può essere interpretato in diversi modi.

Se per adenoma intendi una lesione genericamente benigna (polipo) e se per "frammentazione" intendi la presenza di adenomi, prima di darti indicazioni chirurgiche, è necessario che tu esegua una colonscopia operativa con asportazione degli adenomi (polipectomie endoscopiche), se possibile, o quantomeno biopsia degli stessi.

In questo modo, otterresti una diagnosi istologica. La presenza di cellule neoplastiche maligne e specifici criteri di invasione linfatica e vascolare orientano o meno per l'intervento chirurgico.

Se gli adenomi non sono presenti solo a livello del cieco, bisogna valutare la presenza di una poliposi familiare, per la quale esistono specifici criteri di sorveglianza endoscopica (colonscopie di controllo).

Se con il termine "frammentazione adenomatosa" ti riferisci ad una polipectomia endoscopica già effettuata, con asportazione della lesione in più frammenti è comunque necessario avere dei dati istologici precisi per porre un'indicazione chirurgica.

Se la lesione è stata asportata in modo incompleto, la presenza sul cieco di cellule residue di natura non definita, anche se la porzione asportata è benigna, è un elemento a favore dell'intervento chirurgico; se la porzione asportata contiene cellule neoplastiche maligne, sussiste l'indicazione chirurgica.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Altre risposte di questo specialista
Rigonfiamento post intervento ernia inguinale: cosa potrebbe essere?
Gentile Paziente, generalmente dopo gli interventi di alloplastica inguinale (plastica con rete protesica), come quello secondo Liechtenstein, il liquido sieroematico che si produce durante l'intervento...
Bendaggio gastrico: provoca debolezza?
Gentile Paziente,il comune senso di debolezza (astenia), dopo gli interventi di chirurgia dell'obesità, si verifica tipicamente per il drastico cambiamento dello stile alimentare, soprattutto...
Intervento riduzione stomaco: quanto costa?
Gentile Paziente, devi sapere che il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) riconosce l'obesità come vera e propria patologia, a sua volta causa di malattie strettamente...
Ernia inguinale: che cosa fare?
Gentile Paziente, per il trattamento dell'ernia inguinale, non esistono alternative alla chirurgia. Peraltro, le dimensioni sono un criterio piuttosto relativo,...
Intervento di chirurgia bariatrica: quando è consigliato?
Gentile Paziente, il tuo BMI (body mass index) ti classifica nella fascia dei pazienti che possono avvalersi della chirurgia bariatrica. La chirurgia bariatrica segna l'inzio...
Vedi tutte