Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Intolleranza Lattosio Un Anno E Mezzo

Quali sono i sintomi di un'intolleranza al lattosio?

Salve, mio figlio ha un anno e mezzo. È nato con parto indotto a 38 settimane per arresto di crescita alla 35esima, dichiarato dismaturo alla nascita. Ha preso il mio latte fino a 5 mesi, svezzamento iniziato a 4 mesi e mezzo per reflusso gastroesofageo. Ad oggi, mio figlio ha dei problemi con i prodotti acidi (agrumi e yogurt magri) e con alcuni prodotti latticini. Beve il latte crescita perché il latte intero con o senza lattosio gli fa fare la cacca spumosa e biancastra, ma il latte scremato per esempio, non gli fa nulla; mangia tranquillamente alcuni tipi di latticini (formaggi stagionati, brie, burrata, mozzarella e yogurt interi), mentre altri gli danno il problema detto prima (ricotta, robiola, formaggini, formaggi spalmabili). Quello che non capisco è questa selettività, se fosse intollerante al latte gli farebbe male ogni tipo di prodotto caseario, giusto? La ricotta, se inserita nelle lavorazioni (a volte gli faccio gli gnocchi con la ricotta), non gli fa nulla, se invece usata per condire la pasta gli fa male.

Buonasera,
devi sicuramente sentire il pediatra e valutare insieme se sia il caso di fare un approfondimento con il gastroenterologo pediatrico.
I sintomi sono particolari, un intollerante al lattosio con mozzarella o formaggi freschi dovrebbe avere problemi. Ti consiglio di parlarne con il pediatra e decidere insieme come procedere.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Francesca Allieri
Dr.ssa Francesca Allieri
Asti - Via Giovanni Giobert, 17, Asti, AT, Italia
Altre risposte di questo specialista
Problemi intestinali: dove ricercare le cause?
Buonasera, sicuramente devi rivolgerti ad uno specialista in gastroenterologia per avere una diagnosi accurata e poi prendere in considerazione di rivolgerti ad uno specialista in...
Rimozione del bendaggio gastrico: quale dieta seguire?
Buonasera, sicuramente dovrai essere seguita, soprattutto per quanto riguarda il comportamento alimentare, non conosco la tua storia ed è difficile indicarti la strategia più corretta,...
Ibs: quale dieta seguire?
Buonasera, per l'IBS, occorre impostare una dietoterapia specifica, cioè la dieta low FODMAP che mira a limitare o escludere gli alimenti che danno maggiore fermentazione...
Tiroidite autoimmune: l'alimentazione può influire?
Buonasera, assolutamente sì, vi sono infatti delle linee guida specifiche per impostare una dietoterapia in caso di tiroidite autoimmune. Ti consiglio di rivolgerti ad...
Integratore a base di curcuma e piperina: è utile?
Buonasera, gli integratori sono utili, ma vanno inseriti nel contesto di una dieta equilibrata ed eventualmente ipocalorica in caso volessi perdere peso e comunque...
Vedi tutte
Risposte simili
Limone: può causare stitichezza?
Il limone non porta stitichezza, la stitichezza cronica è data dall'introito alimentare di cibi non idonei al nostro organismo, ad esempio formaggi stagionati, salumi, carne...
Celiachia: cosa mangiare?
Cara Lettrice, l'alimentazione è vastissima, ti consiglio di evitare cereali con glutine e mais, prediligi cereali come miglio, riso integrale, basmati semintegrale e...
Mancanza di fosforo: come si cura?
Alla luce dei dati scientifici disponibili, posso dirti che nell'alimentazione è importante che ci sia il giusto bilancio tra fosforo e calcio. Quest'ultimo...