Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Intolleranza O Allergia Al Nichel

Cosa fare in caso di intolleranza o allergia al nichel?

Probabilmente sono allergica al nichel: cosa posso fare per averne la certezza e quali sono i sintomi?

L’allergia al nichel è una condizione spiacevole, perché questo metallo è presente un po’ dovunque, ad esempio potrebbe esserci anche nell’acqua del rubinetto e particolarmente in alcuni alimenti vegetali.
I sintomi sono più frequentemente da contatto; solitamente, si presentano sulla pelle, qualche volta possono dare sintomi addominali dipendenti dalla quantità che l’organismo ingerisce o con cui viene a contatto. In caso di sintomatologia sospetta, ti consiglio di accertare con test la presunta allergia al nichel. È disponibile un test cutaneo, il patch test, che consiste nell’applicare la sostanza in studio, preparata a concentrazione adeguata, tramite un apposito apparato testante che si lascia a contatto con la pelle per 48 ore. La lettura del test si effettua alla rimozione dell’apparato e 24 ore dopo, una caratteristica manifestazione cutanea consente di definire la diagnosi.
Risposta a cura di:
Dr. Maurizio Galimberti
Dr. Maurizio Galimberti
(0)
Novara - Via Dante Alighieri 43
Hai trovato questa risposta utile?
Altre risposte di questo specialista
Prurito al naso, tosse e starnuti: di cosa si potrebbe trattare?
Consulta un Allergologo in quanto, questi sintomi sono suggestivi per una componente allergica. Solo dopo un'adeguata valutazione e test relativi sarà possibile dare una giusta...
Tosse: può essere colpa dell'asma allergica?
La tosse può essere un equivalente asmatico. Può trattarsi di asma da sforzo come da asma allergica. Se non viene adeguatamente valutata...
Allergia ad un prodotto di bellezza: che esami vanno fatti per esserne certi?
Per una corretta diagnosi, sono necessari dei test da contatto da impostare dopo avere esaminato la composizione del prodotto sospettato. Va anche...
Ige totali a 280: cosa potrebbe indicare?
Il livello di IgE di 280 non è particolarmente alto. Per esempio, potrebbe essere un marker di un soggetto fumatore. Ovviamente, non è escludibile una...
Allergie in gravidanza: cosa fare?
I farmaci per le allergie possono essere utilizzati anche in gravidanza, sotto controllo medico. Non è necessario effettuare subito test allergometrici di...
Vedi tutte

Risposte simili

Muffe dell'aspergillo: quali disturbi causano?
Le muffe della specie dell'aspergillo possono provocare differenti forme di allergie, provocando difficoltà respiratorie, spossatezza, nausea e sintomi simili a quelli influenzali. Solitamente, la...
Allergia agli antibiotici: posso assumere betametasone?
Tuo figlio dovrebbe associare anche un antistaminico, ma per prudenza ti consiglio di farlo sottoporre anche a dei test dermici in ambiente ospedaliero. Così facendo...
Gonfiore alle palpebre: quali sono le cause?
Comprendo la natura della tua preoccupazione e il fastidio causato dalle palpebre gonfie. Ti dico che il mondo delle allergie è molto complesso ed a...