Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. No Orgasmo Uomo

Cosa potrebbe provocare una difficoltà a raggiungere l'orgasmo in un uomo?

Buongiorno, sono un uomo di 52 anni. Da 8 mesi, ho una relazione molto intensa sessualmente. Abbiamo una frequenza di rapporti molto alta (un paio di volte al giorno). Ultimamente, noto una certa difficoltà nel raggiungere l'orgasmo e a volte non lo raggiungo proprio. Credete sia una cosa normale per la frequenza e intensità nonché per l'età o devo correre ai ripari con visite e cure di qualche genere?

Caro paziente,
dal racconto, si evince una mancanza di educazione sessuale, poichè avere rapporti quantitativi e non qualitativi denuncia una mancanza di conoscenze psicosessuali.

Detto ciò, l'età conta, poichè la fase di plateau si allunga dai 25/30 anni; probabilmente, se faceste degli ottimi preliminari e riduceste i rapporti facendoli qualitativamente, forse l'orgasmo affiorerebbe con maggior intensità.

Comunque. consiglio un consulto da uno psicoterapeuta sessuologo clinico che può aiutarvi come coppia.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Sergio Puggelli
Dr. Sergio Puggelli
Prato - Via Galcianese, 93/12, 59100 Prato PO
Altre risposte di questo specialista
Esami psichiatrici: come convincere una persona?
Credo che se non ne vuole sapere essendo adulta, nessuno può costringerla a fare visite psichiatriche, a meno che non abbia deliri o provochi...
Schizofrenia: quali sono i sintomi?
I sintomi della schizofrenia sono di altra natura, questa quarantena ha creato molti disturbi psicologici e senz'altro anche questi denunciati possono essere il frutto...
Senso di svenimento: è provocato dall'ansia?
Cara Ragazza,da ciò che si legge, credo che necessiti di una terapia psicoterapica condotta da uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti nel capire la provenienza...
Psicosi: può guarire da sola?
Leggendo il quesito, credo e sottoscrivo che il fratello deve prendere i farmaci che sono di aiuto per alleviare la sua esistenza. Comunque, come in...
Voglia continua di avere rapporti sessuali: cosa fare?
Buongiorno, dalla descrizione, ho il timore che si tratti di un disturbo ossessivo compulsivo, poichè i rapporti sessuali, almeno dalla descrizione, non sono svolti...
Vedi tutte
Risposte simili
Prostatite: quando è inevitabile operare?
In situazioni specifiche sono state impiegate metodologie chirurgiche di trattamento tese a rimuovere o distruggere parte del tessuto prostatico, ma le conseguenze sull'eiaculazione...
Iperplasia prostatica benigna: quali sono le conseguenze?
È la più comune neoplasia benigna nell'uomo. È caratterizzata dalla proliferazione, soprattutto a carattere fibroso/muscolare, della zona centrale della ghiandola prostatica, a differenza del
Fimosi: di che cosa si tratta e come viene trattata?
La fimosi può essere presente dalla nascita oppure può manifestarsi in seguito a traumi conseguenti a brusche manovre di retrazione del prepuzio. È...