Risposta a cura di: Dr. Marcello Sergio

Quali sono e quando si fanno gli esami preconcezionali?

"Io e il mio compagno vorremmo avere un figlio: quali sono gli esami preconcezionali che ci consiglia di fare e quando vanno fatti?"

Nel momento in cui la coppia decide consapevolmente di intraprendere una gravidanza, vi sono delle specifiche analisi che possono essere eseguite anche in regime di convenzione, quindi senza dover pagare i ticket sanitari.

Per la donna sono una serie di esami di laboratorio condotti da un campione di sangue, quali: il Rubeotest IgG, IgM, il Toxotest IgG, IgM, l’emocromo e il test per le emoglobine patologiche. Queste analisi hanno la funzione di evidenziare se la donna ha contratto o meno alcune malattie che possono essere dannose e pericolose in gravidanza.

Il risultato del Rubeotest indica se hai contratto o sei stata vaccinata per il virus della rosolia (IgG positive); nel caso in cui le IgG risultassero negative dovresti procedere alla vaccinazione per la rosolia, protetta per almeno 3 mesi dal contraccettivo. Infatti contrarre la rosolia durante il primo trimestre di gravidanza espone l’embrione ad un maggior rischio di aborto e di malformazioni.

Analogo discorso si può fare con il Toxotest. La positività delle IgG indica che hai contratto precedentemente la Toxoplasmosi, malattia trasmessa da feci infette di animali domestici. Per la toxoplasmosi non esiste vaccinazione e qualora risultassi non protetta (IgG negative) dovresti osservare alcuni accorgimenti alimentari, come carne ben cotta, ortaggi e frutta ben lavati o disinfettati ecc, già dalle prime fasi della gravidanza, poichè anche la toxoplasmosi è pericolosa per l’embrione.

Per l’uomo: l’emocromo e il test per le emoglobine patologiche. Queste analisi dovrebbero essere eseguite quando c'è la volontà di intraprendere una gravidanza, e non solamente se sopraggiunge un problema di infertilità. Con queste analisi si può arrivare all’identificazione di eventuali malattie genetiche, come ad esempio la talassemia, di cui l’uomo può essere portatore sano.

Per la coppia: verifica del gruppo sanguigno e fattore Rh, HIV test, VDRL e TPHA.

Particolarmente importante è la compatibilità del gruppo sanguigno nell’ambito della coppia. Qualora tu risultassi Rh negativa e il tuo compagno Rh positivo, vi sarebbe un rischio di incompatibilità del Rh tra la madre e il feto, a partire dalla seconda gravidanza. Questo, se trascurato, può portare anche ad eventuali aborti.

Nella donna l’incompatibilità del Rh va valutata anche attraverso il Test di Coombs indiretto. Con l’emocromo si possono valutare invece stati anemici o alterazioni dei globuli rossi, indicativi talora di condizione di portatore sano di anemia mediterranea o di emoglobine patologiche, da confermare mediante apposito test.

Ugualmente importante risulta conoscere se la coppia è venuta in contatto con il virus dell’AIDS (HIV) o con la sifilide (VDRL-TPHA)

Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer


Risposta a cura di:
Non hai trovato la risposta che cercavi?
Fai la tua domanda

Iscriviti e ricevi tanti consigli di salute

Iscriviti con il tuo indirizzo e-mail

Oppure tramite Facebook

Contenuti correlati

Toxoplasmosi

La toxoplasmosi è una patologia comune causata dall’infezione da Toxoplasma, uno dei parassiti più comuni al mondo. Questa tipologia di parassiti possono proliferare in molte sostanze. La toxoplasmosi può causare...

Leggi tutto
Mononucleosi

La mononucleosi è un tipo di infezione virale che colpisce soprattutto gli adolescenti. La mononucleosi non è una patologia da considerarsi grave, benché il suo protarsi durevole per settimane...

Leggi tutto
Rosolia

La rosolia è una malattia esantematica causata da un virus, noto come Rubivirus, appartenente alla famiglia dei Togaviridae. La rosolia si contrae per via aerea o tramite contatto diretto con...

Leggi tutto
Eritropoietina

L'eritropoietina è un ormone glicoproteico che stimola e regola la produzione dei globuli rossi. L'eritropoietina sintetica è impiegata in campo medico per il trattamento di anemie, patologie renali e patologie...

Leggi tutto
Emocromo

L'emocromo è un esame che esprime la valutazione diretta dei globuli rossi e della concentrazione dell'emoglobina.

Leggi tutto
Prelievo

Il prelievo di sangue va eseguito nei casi in cui si voglia eseguire un controllo sullo stato di salute di un individuo.

Leggi tutto
Eritrociti

Conosciuti anche con il nome di globuli rossi o emazie, sono cellule del sangue che hanno la funzione di trasportare ossigeno al corpo. Hanno un colore rossastro dovuto alla presenza...

Leggi tutto
Piastrinopenia

Per piastrinopenia si intende una riduzione del valore di piastrine nel sangue, in particolare quando il valore è inferiore ai 150 milioni, di piastrine, per litro. È conosciuta anche con...

Leggi tutto
Eosinofili (alti e bassi)

Gli eosinofili sono globuli bianchi che agiscono nelle reazioni allergiche e aiutano a difendere il corpo dai parassiti. Il numero di eosinofili nel sangue dipende da diversi aspetti come età,...

Leggi tutto
Test dell'emoglobina

Il test dell'emoglobina viene effettuato, attraverso un semplice prelievo di sangue (solitamente contestualmente ad un esame emocromocitometrico) per misurare la quantità di emoglobina presente in circolo.

Leggi tutto
Gruppo sanguigno

Le persone hanno diversi tipi di sangue, detti gruppi sanguigni. Esistono due sistemi principali per la classificazione dei gruppi sanguigni, e sono il sistema ABO ed il sistema Rh.

Leggi tutto
Sifilide

La sifilide è un'infezione batterica provocata da un batterio chiamato Treponema pallidum. La sifilide è una malattia dapprima localizzata che tende poi a diffondersi a tutto il corpo. La sifilide...

Leggi tutto
Reazione di Wassermann

Si tratta di un test di fissazione del complemento che funge da diagnostico per la sifilide attraverso l’uso del siero sanguigno o del liquido cerebrospinale; fu ideato da August...

Leggi tutto

Risposte simili