Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Reflusso Gastroesofageo Intervento Chirurgico

In caso di reflusso gastroesofageo quando è necessario un intervento chirurgico?

Sono stato sottoposto a cura farmacologica per curare il reflusso gastroesofageo, ma non ha sortito gli effetti sperati. Il mio medico ha avanzato l'ipotesi di un intervento chirurgico per risolvere definitivamente il mio problema.

Devi essere sottoposto ad un intervento chirurgico se non rispondi alla terapia farmacologica o se i tuoi sintomi si ripresentano puntualmente dopo la sospensione della cura farmacologica. L'intervento è necessario anche se la terapia farmacologica aumenta paradossalmente i sintomi del reflusso provocandoti reflusso amaro e rigurgito di frammenti di cibo non digerito, oppure se avverti degli effetti collaterali della terapia medica (ginecomastia, dermatite lichenoide, alterazioni ematologiche autoimmuni). Infine, l'intervento potrebbe essere necessario se avverti una sintomatologia extradigestiva (ad esempio l’asma) associata ad enia iatale, oppure in caso di esofago di Barret (fattore di rischio per neoplasia, caratterizzato dalla presenza di cellule normali, ma diverse da quelle abitualmente presenti) refrattario dopo la cura medica a cui sei stato sottoposto.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Altre risposte di questo specialista
Rigonfiamento post intervento ernia inguinale: cosa potrebbe essere?
Gentile Paziente, generalmente dopo gli interventi di alloplastica inguinale (plastica con rete protesica), come quello secondo Liechtenstein, il liquido sieroematico che si produce durante l'intervento...
Bendaggio gastrico: provoca debolezza?
Gentile Paziente,il comune senso di debolezza (astenia), dopo gli interventi di chirurgia dell'obesità, si verifica tipicamente per il drastico cambiamento dello stile alimentare, soprattutto...
Intervento riduzione stomaco: quanto costa?
Gentile Paziente, devi sapere che il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) riconosce l'obesità come vera e propria patologia, a sua volta causa di malattie strettamente...
Ernia inguinale: che cosa fare?
Gentile Paziente, per il trattamento dell'ernia inguinale, non esistono alternative alla chirurgia. Peraltro, le dimensioni sono un criterio piuttosto relativo,...
Intervento di chirurgia bariatrica: quando è consigliato?
Gentile Paziente, il tuo BMI (body mass index) ti classifica nella fascia dei pazienti che possono avvalersi della chirurgia bariatrica. La chirurgia bariatrica segna l'inzio...
Vedi tutte
Risposte simili
Asportazione di polipi durante la gastroscopia: è possibile?
La gastroscopia è fondamentalmente un esame diagnostico endoscopico attraverso il quale il medico osserva il tratto superiore dell'apparato digerente per valutare se esistano...
Chirurgia ortogantica: che cos'è?
Caro paziente,  la chirurgia ortognatica è una branca della chirurgia maxillo facciale che serve a correggere le deformità del mascellare superiore e della mandibola....
Calcoli alla colecisti senza coliche: com'è possibile?
I calcoli alla colecisti, detta anche cistifellea, non sono sempre sintomatici, però possono causarti dolore se si spostano fino ad ostruire il deflusso biliare procurando...