Perchè una persona al mattino trova sangue nell'espettorato e ha un calo dell'emoglobina?

"Buonasera, gli unici sintomi che accuso sono sangue nell'espettorato, sopratutto al mattino. Ultimamente accuso tosse secca, con episodi brevi, ma sempre più frequenti nell'arco della giornata. Mi è stata effettuata in sequenza rx torace, in cui si segnalano opacizzazione inferiore polmone destro. Ho effettuato una tac con mezzo di contrasto, in cui si evidenziano un versamento a vetro smerigliato in zona paravertebrale ed un versamento di dimensioni inferiori mantellare riguardante rispettivamente il lobo inferiore e medio del polmone dx. in cui si avanza il sospetto di cancro broncoalveolare o in alternativa forma opportunistica. Eseguita successivamente una broncoscopia con broncolavaggio e relativo esame istocitologico con esito negativo. Alla pet si evidenzia in zona paravertebrale citata in precedenza, una captazione del tracciante (suv 4.10) ed un linfonodo con captazione (suv 2.05). Infine, eseguo biopsia polmonare della zona sospetta anch'essa con esito negativo. Sono passati quasi 3 mesi ed ho notato da un emocromo che anche l'emoglobina è scesa da normale, essendo un donatore, a 11.80. Immagino sia una situazione complicata, ma vorrei un parere da uno specialista se possibile. Grazie."

Gentile paziente,

l'emissione di sangue insieme all'espettorato (emoftoe) è un evento abbastanza frequente e le cause possibili sono numerose e di gravità variabile.

Può, infatti, rappresentare la semplice conseguenza di piccole lesioni delle vie aeree superiori (capillari rotti con sforzi connessi alla tosse, emorragie nasali o gengivali) oppure di infiammazione delle prime vie aeree, ma anche la spia di condizioni cliniche più gravi: bronchiti e polmoniti, tubercolosi, tumori polmonari, stenosi della valvola mitrale e ipertensione polmonare, malattie del sangue, embolia, infarto polmonare e ascesso polmonare, bronchiectasie.

Non sapendo la tua storia clinica (età, fattori di rischio, altre patologie), dati i reperti TAC, suggerisco, se possibile, un esame chimico/fisico e citologico del liquido pleurico e una successiva visita pneumologica.

Saluti

Risposta a cura di:
Dr. Antonio Giulio Piacenza
Dr. Antonio Giulio Piacenza
Pneumologo Monza e Brianza
(14)
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Vedi tutte le risposte