Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Tac Cerebrale

Qual è il significato del referto di una TAC cerebrale?

Buongiorno, vorrei avere una spiegazione su un referto TAC cerebrale (in particolare, l’angioma se necessita di altri esami o altro) fatto qualche giorno fa. Tale esame è stato fatto per una sofferenza da acufene persistente e vertigini occasionali per vedere se insiste un problema vascolare, dato che tutti gli esami dall'otorino risultano negativi. TAC del cranio: "lo studio Te del cranio è stato condotto con apparecchiatura spirale multidetettore, con scansioni in condizioni di base e dopo la somministrazione per bolo del mezzo di contrasto. A livello encefalico, le strutture cerebrali di riferimento della linea mediana appaiono in asse. Il sistema ventricolare e gli spazi sottoaracnoidei della convessità appaiono normalmente rappresentati. Non vi sono aree di formazioni occupanti spazio, si segnala peraltro la presenza di un verosimile angioma venoso che in sede parietale posteriore destra al vertice con deflusso nella vena cerebrale interna, associata ad ectasia varicosa di vene corticali che impegnano il seno sagittale." In attesa di gradita risposta, porgo distinti saluti.

È opportuno approfondire con una risonanza magnetica cerebrale e un'angioRMN dei vasi intracranici per capire se si tratta di un angioma venoso in sede parietale posteriore destra e studiare i seni venosi. Mi sembra però un reperto occasionale, poiché la sede parietale non determina caratteristicamente disturbi dell'equilibrio e dell'udito, come ad esempio accade invece nelle lesioni dell'angolo pontocerebellare. 
Le lesioni del lobo parietale possono determinare:

  • insorgenza di episodi critici/epilettici parziali o generalizzati,
  • compromissione della capacità di riconoscimento della forma degli oggetti tramite il tatto,
  • deficit nella capacità di utilizzo di utensili/organizzazione del movimento (aprassia) e nella capacità di riconoscere una parte dello spazio del corpo (ad esempio le dita della mano),
  • disturbi nella capacità di scrittura.
A tale proposito, è opportuna anche l'esecuzione di un elettroencefalogramma. In ogni caso, se la malformazione non determina sintomi specifici, come mi sembra di aver capito, è una lesione semplicemente da osservare a distanza di tempo di scarso potere evolutivo.

Cordialità

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giovanna Bellini
Dr.ssa Giovanna Bellini
Livorno - Viale Alfieri
Altre risposte di questo specialista
Paresi improvvisa a un braccio: cosa fare?
La rachicentesi e la elettromiografia con velocità di conduzione possono essere derimenti, fatta la diagnosi ad esempio nelle CIDP le terapia sono su base immunomodulante,...
Mal di testa e vertigini: quali le cause?
I sintomi e la durata sono apsecifici e non derimenti, per quanto si possa rispondere con queste poche notizie anamnestiche va valutata la eventuale presenza...
Paralisi periferica del nervo facciale: si può recuperare?
I neurinomi del VII nascono a diversa localizzazione, intratemporali ed extracranici, i più frequenti, ed i neurinomi intracranici molto rari. Originano dalle cellule...
Miastenia e crisi respiratorie: cosa fare?
I farmaci "immediati" per crisi respiratorie sono essenzialmente i broncodilatatori...ma in questo caso sarebbero utili se le crisi fossero attacchi di asma; nel caso di...
Febbre e mal di testa: cosa può essere?
Un mal di testa come quello che descrivi è compatibile con la situazione di base di tuo padre, la febbre, inoltre,...
Vedi tutte
Risposte simili
Spina bifida: cos'è?
La spina bifida (o mielomeningocele) è una malformazione del sistema nervoso dovuta alla mancata chiusura del tubo neurale fin dalle prime settimane del concepimento. ...
Idrocefalo nel bambino: che cosa significa?
L'idrocefalo è determinato da un accumulo patologico di liquido cefalorachidiano o liquor nelle cavità cerebrali denominate ventricoli. Ciascun individuo produce normalmente tale...
Sclerosi multipla: cos'è la CCSVI?
La CCSVI di cui mi parli è l’acronimo di Insufficienza Venosa Cronica Cerebro-Spinale.La CCSVI è una patologia vascolare caratterizzata da stenosi venose di varia...