Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ureaplasma Urealyticum Cura

Qual è la cura per l'ureaplasma urealyticum?

Ho eseguito un tampone vaginale dal quale sono risultata positiva all'ureaplasma urealyticum con carica batterica>100.000 cfu/ml. Il batterio è risultato sensibile a: josamicina, azitromicina, doxiciclina, eritromicina, pristinamicina, roxitromicina. Ho delle perdite, dolore nei rapporti e talvolta prurito. Ho effettuato la cura con Zitromax per 3 giorni, ma le perdite persistono. Tra un mese effettuerò nuovamente un tampone, se dovessi risultare nuovamente positiva cosa devo fare?

Buongiorno, l'ureaplasma urealiticum, così come la Chlamydia Trachomatis, è un germe intracellulare, privo di cell wall, con un ciclo vitale di 21 giorni. Il fatto di essere privo del cell wall significa che esso è insensibile a tutte le penicilline e derivati. Il fatto che sia intracellulare significa che per distruggerlo, occorre un ciclo terapeutico lungo almeno quanto il suo ciclo vitale che è di 21 giorni , cioè tre settimane. Terapie più brevi di 21 giorni, spiegano la maggior parte degli insuccessi terapeutici, perciò ti consiglio di seguire una terapia di almeno 21 giorni. Per maggiori informazioni rivolgiti al tuo specialista di fiducia.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Floriano Petrone
Dr. Floriano Petrone
Milano - Via Monterosa, 3 Milano
Altre risposte di questo specialista
Cisti alle ovaie: quali sono i sintomi?
Buonasera, dipende. Le cisti ovariche, nella maggior parte dei casi, sono del tutto asintomatiche. I sintomi dipendono dalla natura delle...
Dolore sul rene e dietro: cosa fare?
Gentile Signora, iltuo caso, a mio giudizio, andrebbe rivalutato alla luce dell'obbiettività clinica, riguardando la tua cartella clinica, con particolare attenzione alla...
Endometriosi del diaframma: come si cura?
Buonasera, l'endometriosi del diaframma è una sindrome rara, consiste nella localizzazione al muscolo diaframma di isole di tessuto endometriosico. Molto si è discusso sulle...
Fibroma uterino: embolizzazione o laparoscopia?
Buonasera, attualmente, il modo migliore per rimuovere un singolo fibroma uterino è la laparoscopia, in tal modo si evita il taglio classico ed...
Labbro della vagina gonfio: di cosa si tratta?
L'ipotesi più probabile è che si tratti di una cisti del Bartolini infiammata. Le ghiandole di Bartolini sono ghiandole contenute ciascuna nello spessore delle...
Vedi tutte
Risposte simili
Isteroscopia diagnostica: che cos'è?
L'isteroscopia è un esame endoscopico che permette di osservare la cavità uterina tramite una sonda ottica: un piccolo telescopio collegato ad un monitor...
Ipertiroidismo in gravidanza: come gestirlo?
L'ipertiroidismo in gravidanza può essere controllato senza rischi per il feto, purché sotto controllo di un endocrinologo esperto. Nel 1°...
Irsutismo: di cosa si tratta?
Per irsutismo, si intende una condizione caratterizzata dall’anomala presenza di peluria terminale (grossa, ruvida e pigmentata che prima della pubertà è presente solo a livello...