Tutte le risposte dei nostri specialisti

Hai una curiosità di salute? Trova qui le risposte che cerchi! Naviga e scopri tutti i consigli dei nostri specialisti.

Cerca tra le domande risposte dagli specialisti:

Le ultime risposte dei nostri specialisti
  • Ipertrofia prostatica: che cos'è?

    Buongiorno. L'aumento di volume della prostata (la ghiandola deputata alla produzione del liquido seminale) è un fenomeno quasi fisiologico nell’uomo dopo i 40-50 anni. La crescita del tessuto prostatico può comprimere l'uretra...

  • Eiaculazione dolorosa: quali possono essere le cause?

    Un'eiaculazione dolorosa può essere causata da diversi fattori: fra questi l’ipertrofia prostatica benigna, l’epididimite e l’orchite. Ti consiglio di consultare un urologo o un andrologo che sappia indicarti gli...

  • Balanite e balanopostite: di cosa si tratta?

    La balanite è un'infiammazione localizzata della testa del glande (balano) che può estendersi anche alla lamina interna del prepuzio (poste). Spesso è associata alla presenza di un prepuzio aderente che non permette un'igiene...

  • Neurotomia: cosa è?

    La neurotomia è una procedura chirurgica che serve a interrompere gli impulsi eiaculatori nei casi di ipersensibilità del glande: gli stimoli sensitivi accentuati conducono infatti all’eiaculazione precoce. Posso dirti che con l’intervento di...

  • Circoncisione: in cosa consiste?

    La circoncisione è un semplice intervento chirurgico che consiste nell’eliminazione totale del prepuzio (la pelle che ricopre il glande), viene ancora praticata in molte comunità, ad esempio quella ebraica. Se il...

  • Biopsia: di cosa si tratta?

    Buongiorno. La biopsia consiste nel prelievo di un pezzetto di tessuto che si desidera studiare: se devi effettuare una biopsia, considera che il prelievo di solito viene fatto previa anestesia locale...

  • Esame istologico: cos'è e come si esegue?

    L'esame istologico consiste nell'analisi al microscopio di un frammento di tessuto del tuo corpo e serve a studiarne le cellule che lo compongono. Per prelevare il frammento, devi essere sottoposto ad...

  • Allergie: quando si ricorre al Cortisone?

    L'introduzione dei primi preparati a base di Cortisone nella cura delle manifestazioni cutanee rappresentò un evento epocale in campo dermatologico, in grado di modificare completamente il trattamento di patologie comuni quali...

  • Orticaria: che cos'è?

    L’orticaria è caratterizzata dalla comparsa sulla pelle di rilievi solidi, arrossati e pruriginosi simili a quelli provocati dalla puntura di un insetto (i pomfi). Spesso di passaggio, possono essere di varie...

  • Intolleranza o allergia al nichel: cosa fare?

    L’allergia al nichel è condizione spiacevole, perché questo metallo è presente un po’ dovunque, ad esempio potrebbe esserci anche nell’acqua del rubinetto e particolarmente in alcuni alimenti vegetali. I sintomi sono più frequentemente...

  • Antistaminico e altri farmaci: c'è rischio di interazione?

    Normalmente, l’antistaminico non presenta alcun problema di assunzione contemporanea ad altre tipologie di farmaco. Ti consiglio però un’assunzione il più possibile lontana dei farmaci fra loro e un consulto con il...

  • Antistaminico: che cos'è?

    Un antistaminico è un farmaco di varia natura chimica che ha l'effetto di contrastare l'azione dell'Istamina, uno dei principali responsabili delle manifestazioni allergiche. L'Istamina è una sostanza prodotta fisiologicamente...

  • IgE alte (IgE totali): di cosa si tratta?

    Le IgE sono degli anticorpi che sono coinvolti nella reazione allergica immediata (come l'allergia alimentare o l'anafilassi). Le IgE totali, anche quando aumentano, non indicano uno stato di allergia. Solo le...

  • Allergia al glutine: come capirlo?

    Se è noto che qualcuno nella tua famiglia ha la celiachia (ovvero l’allergia al glutine), conviene che tu effettui un controllo per evitare innanzitutto le complicazioni derivanti dalla mancata cura della...

  • Piante che danno allergia: quali sono?

    Le allergie più diffuse di cui potresti soffrire in primavera sono le allergie ai pollini delle piante in fioritura. In passato, si trattava quasi solo delle graminacee che fioriscono in maggio-giugno. Nel corso...