Implanon

Contenuto di:

implanon è un impianto contraccettivo femminile, che si presenta come unì'asta flessibile di plastica delle dimensioni di un fiammifero, posta sotto la pelle del braccio. Rilascia una dose bassa costante di ormone progestinico per ispessire il muco cervicale del rivestimento dell'utero (endometrio).

Che cos’è Implanon?

Missing | Pazienti.it

Implanon è un impianto contraccettivo per le donne. Implanon è un'asta flessibile di plastica delle dimensioni di un fiammifero che è posto sotto la pelle del braccio. Rilascia una dose bassa costante di ormone progestinico per ispessire il muco cervicale del rivestimento dell'utero (endometrio) e generalmente sopprime l'ovulazione.

Prima di inserire implanon occorre valutare la capacità coagulativa del sangue anche con test genetici visto che può aumentare il rischio trombofilico.

L'impianto è fisso e a lento rilascio per cui non c'è la sospensione settimanale che può essere fatta con la pillola.

Perché si ricorre ad Implanon?

Implanon offre contraccezione efficace a lungo termine. Tra i vari benefici:

può essere rimosso in qualsiasi momento, seguito da un rapido ritorno alla fertilità
elimina la necessità di interrompere il sesso per la contraccezione
sollievo dal dolore mestruale (dismenorrea) e dal dolore pelvico causato dall’endometriosi.

Implanon non è appropriato per tutti, però. Il medico può scoraggiare l'uso di Implanon se:

  • si è allergici ai componenti dell'impianto
  • sui è sovrappeso o obesi
  • si hanno avuto coaguli di sangue gravi, infarto o ictus
  • si è affetti da tumori epatici o malattie del fegato
  • si ha un sospetto di cancro al seno o una storia di cancro al seno
  • si ha un sanguinamento genitale anormale non diagnosticato

Anche se l'etichetta di Implanon dice che non deve essere usato dalle donne con una storia di coaguli di sangue, non è chiaro se Implanon influisce sul rischio di coaguli di sangue. L'avvertimento deriva dagli studi fatti sulla pillola anticoncezionale che contiene lo stesso livello progestinico utilizzato in Implanon.

Molti esperti ritengono che i contraccettivi solo progestinici hanno un rischio significativamente più basso di questi tipi di complicazioni. Tuttavia, il progestinico in Implanon è un metabolita di desogestrel, e quando viene usato nei contraccettivi orali, sembra essere associato ad un aumentato rischio di coaguli di sangue rispetto a pillole con altre formulazioni. Ancora una volta, non è chiaro se questo rischio è significativo quando il progestinico viene usato da solo come in Implanon, rispetto a quando viene utilizzato con estrogeni in un contraccettivo orale.

Quali sono i rischi di Implanon?

Meno di una donna su 100 che usano Implanon per un anno rimarrà incinta. Se si concepisce durante l'uso di Implanon, c'è una maggiore probabilità che la gravidanza sarà ectopica, cioè quando l’ovulo fecondato si impianta al di fuori dell'utero, in genere in una tuba di Falloppio.

Gli effetti collaterali associati con l’uso di Implanon includono:

  • dolore addominale o alla schiena·
  • acne
  • aumento del rischio di cisti ovariche non tumorali
  • cambiamenti nei modelli del sanguinamento vaginale, tra cui l'assenza di mestruazioni (amenorrea)
  • calo del desiderio sessuale
  • vertigini
  • perdita dei capelli
  • mal di testa
  • insulino-resistenza lieve
  • sbalzi di umore e depressione
  • nausea o disturbi allo stomaco
  • potenziale interazione con altri farmaci
  • infiammazione vaginale o secchezza
  • infezioni virali
  • aumento di peso
  • cambiamento dei modelli di sanguinamento vaginale: irregolarità del ciclo con possibile  alternanza di sospensione delle mestruazioni e sanguinamenti leggeri continui.

Come si svolge la preparazione ad Implanon?

Il medico valuterà la salute generale della paziente e procederà ad un esame pelvico prima di inserire Implanon. Sarà determinata la tempistica adeguata per l'inserimento di Implanon in base al ciclo mestruale e al precedente metodo di controllo delle nascite. Potrebbe essere necessario effettuare un test di gravidanza e utilizzare un metodo contraccettivo non ormonale di backup per una settimana.

Come avviene l’impianto di Implanon?

L’inserimento viene in genere fatto nello studio di medico. L'attuale procedura richiede solo un paio di minuti, anche se la preparazione richiederà circa 15 minuti.

Durante la procedura ci si deve stendere sulla schiena con il braccio che riceverà l'impianto piegato al gomito e posizionato vicino alla testa. Il medico individuerà un solco tra il bicipite e tricipite sul lato interno della parte superiore del braccio. Inietterà un anestetico locale e quindi utilizzerà un applicatore per inserire il dispositivo appena sotto la pelle, evitando i grandi vasi sanguigni e nervi. Inserire il dispositivo di troppo in profondità renderà difficile la rimozione.

Dopo la procedura il medico sentirà il braccio per confermare la presenza di Implanon. Se necessario, egli può anche utilizzare un test a ultrasuoni per confermare che il dispositivo è stato inserito. Il medico coprirà il sito di inserimento con una piccola benda, applicare un bendaggio compressivo per ridurre al minimo lividi. È possibile rimuovere il bendaggio compressivo dopo 24 ore.

È comune sperimentare un certo grado di bruciore, dolore, cicatrici o sanguinamento nel sito di inserimento.

È bene contattare il medico in caso di:

  • sanguinamento vaginale prolungato o abbondante
  • segni o sintomi di un coagulo di sangue nella gamba, come dolore persistente e gonfiore al polpaccio
  • segni o sintomi di ictus, come un improvviso mal di testa, problemi alla vista o alla parola, o intorpidimento in un braccio o di una gamba
  • segni o sintomi di ittero, come ingiallimento della pelle o del bianco degli occhi, in particolare con febbre, affaticamento, perdita di appetito, urine scure o movimenti intestinali anomali
  • segni o sintomi di un'infezione al sito di inserimento, come debolezza, arrossamento, gonfiore
  • sintomi della depressione, come disturbi del sonno, sensazione di stanchezza o tristezza
  • segni o sintomi di gravidanza in qualsiasi momento dopo che Implanon viene inserito

Come si rimuove Implanon?

La rimozione di Implanon può prevenire la gravidanza fino a tre anni. Deve essere rimosso e sostituito togni tre anni per continuare ad offrire protezione gravidanza.

Il vostro medico può raccomandare di rimuovere Implanon prima se:

  • si sviluppa ittero
  • si ha una significativa depressione

Per rimuovere il dispositivo, il medico inietta un anestetico locale nel braccio sotto l'impianto. Farà una piccola incisione nella pelle e spingerà l'impianto verso l'incisione fino a quando la punta è visibile e può essere afferrata con una pinza. Il medico estrarrà quindi l'impianto, chiuderà l'incisione e applicherà un bendaggio compressivo. La rimozione di Implanon richiede in genere meno di cinque minuti.

Se si sceglie, un nuovo dispositivo può essere impiantato appena il dispositivo originale viene rimosso. Siate pronti a utilizzare un altro tipo di contraccezione subito se non si dispone di un nuovo dispositivo inserito.

Argomenti: contraccettivo sottopelle contraccettivo Implanon gravidanza
Rosolia | Pazienti.it
Rosolia

La rosolia è una malattia esantematica causata da un virus, noto come Rubivirus, appartenente alla famiglia dei Togaviridae. La rosolia si contrae per via aerea o tramite contatto diretto con...

Sindrome_delle_gambe_senza_riposo | Pazienti.it
Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione in cui le gambe provocano disagio, di solito la sera, mentre si sta seduti o sdraiati. Il paziente affetto percepisce il...

Missing | Pazienti.it
Sindrome fetale alcolica

La sindrome alcolica fetale è una malattia che colpisce il feto ed è in grado di causare difetti alla nascita, danni cerebrali, una crescita ridotta e anomalie della testa e...

Sintomi_e_cure_della_sciatalgia | Pazienti.it
Sintomi e cure della sciatalgia

La sciatalgia si manifesta con un intenso dolore che parte dal basso della schiena e raggiunge la gamba in alcuni casi fino al piede. I sintomi dolorosi della sciatalgia sono...

Stitichezza | Pazienti.it
Stitichezza

La stitichezza è una condizione molto comune che colpisce le persone di ogni età. Può causare difficoltà nell’espellere le feci, eccessivo sforzo o l’impossibilità di svuotare completamente l'intestino. La stitichezza...

Ovaia | Pazienti.it
Ovaie

Le ovaie sono le gonadi femminili, cioè il luogo dove vengono prodotti e si accrescono gli ovociti. Hanno una forma ovale e sono situate lungo la parete laterale del bacino...

Parto | Pazienti.it
Parto

Il parto è considerato il fine naturale della gravidanza, con espulsione o estrazione del feto e degli annessi fetali ( placenta e membrane amniotiche) oltre la 22esima settimana di...

Nausea | Pazienti.it
Nausea

La nausea è la sensazione di vomito e può essere acuta, di breve durata o prolungata. La nausea può avere cause fisiche o psicologiche.

Vasi_previi | Pazienti.it
Vasi previi

Una delle complicazioni meno comuni in gravidanza è rappresentata dai vasi previi, che si presentano quando uno o più vasi sanguigni placentari o del cordone del bambino attraversano il canale...

Acido_folico | Pazienti.it
Acido folico

L'acido folico, detto anche vitamina B9 o folato, è una vitamina idrosolubile che svolge un ruolo fondamentale nella scomposizione e nell'utilizzo delle proteine, coadiuvato dalla vitamina B12. Inoltre, questa vitamina...