Il fisioterapista ci racconta a cosa serve la fisioterapia e in quali casi è utile.

Giacomo Asquini

Il fisioterapista, come ci spiega il dottor Giacomo Asquini, è un professionista che si occupa di risolvere i nostri problemi muscolari grazie ad esercizi e manipolazioni. Quando rivolgersi al fisioterapista? Che tipo di condizioni possono essere trattate? E' una tecnica davvero efficace? Scoprite tutte le risposte nella nostra videointervista al dr. Giacomo Asquini.

Come si diventa fisioterapisti e in cosa consiste la fisioterapia?

In Italia per diventare fisioterapisti bisogna fare un test d'ingresso dopo le scuole superiori, iscriversi alla facoltà di medicina e chirurgia - corso di laurea in fisioterapia- fare un esame di stato ed essere così abilitati a diventare fisioterapista. La fisioterapia è una disciplina che ti aiuta a recuperare una funzione persa attraverso tecniche manuali od esercizi.

Che tipo di problemi può risolvere la fisioterapia e come?

I casi di intervento più comuni in fisioterapia sono dopo una frattura oppure dopo una azione scomposta ripetuto nel tempo per cui si va incontro ad una lesione del tessuto. La fisioterapia attraverso tecniche manuali ed esercizi elimina il dolore e permette la guarigione dei tessuti. Esistono anche altri ambiti di azione della fisioterapia in campo neurologico e cardiorespiratorio dove l'esercizio mette in condizione il paziente di essere più efficiente nel sopportare lo sforzo oppure recuperare la capacità di svolgere alcune attività, come camminare, che possono essere perdute o fortemente ridotte ad esempio dopo episodi cardiovascolari (ictus, infarti).

Cosa bisogna fare per mantenere i risultati ottenuti?

Il paziente una volta finita la seduta sotto la supervisione del fisioterapista, può svolgere a casa degli esercizi che servono a mantenere i guadagni ottenuti durante la seduta; quindi se si lavora sulla mobilità di un'articolazione è importante che nel tempo il paziente faccia qualcosa per mantenere mobile quell'articolazione, altrimenti si regredisce.

Si può fare fisioterapia a scopo preventivo?

Capita spesso che pazienti che si recano dal fisioterapista per problemi specifici scoprano di avere altri problemi di cui non erano consapevoli, perchè stavano bene, ma alla lunga questi problemi sarebbero venuti fuori, quindi intervenire per tempo è molto importante.

La fisioterapia può davvero risolvere o almeno ridurre i più frequenti dolori che ci colpiscono?

Assolutamente sì, la fisioterapia può risolvere molte condizioni o almeno portare un netto beneficio. Poi ovviamente bisogna valutare ogni caso, perchè a seconda della causa che scatena la patologia l'intervento sarà diverso.

Quando si parla di cervicale e di sciatica, a cosa ci si riferisce? Sono problemi risolvibili?

Nella sciatica il paziente ha mal di schiena e dolore lungo la gamba, perchè il nervo è stato schiacciato, di solito dal disco: la fisioterapia ha lo scopo di dare più spazio al nervo riducendo la compressione e recuperando così la mobilità della colonna. Nel caso della cervicale il muscolo più interessato è il trapezio superiore, dove sono presenti contratture e uno stato tensionale alterato; la fisioterapia riduce o elimina le contratture del muscolo.

Hai trovato questo video:

Ho ancora dubbi
  • Argomenti:
  • Sciatica
  • Fisioterapia
  • Cervicale