Frattura

Contenuto di: ,

La frattura è l'interruzione della continuità di un segmento osseo. Una frattura è classificata in base ai fattori esterni che la causano.

Cosa è una frattura?

Frattura | Pazienti.it

La frattura ossea è una condizione medica in cui la continuità dell'osso si rompe. Una percentuale significativa di fratture ossee si verifica a causa di un alto impatto di forza o di stress. Tuttavia, una frattura può anche essere il risultato di alcune condizioni mediche che indeboliscono le ossa, ad esempio osteoporosi, alcuni tumori o osteogenesi imperfetta.

Una frattura causata da una condizione medica è nota come frattura patologica. Una frattura composta è quella che causa anche lesioni sulla pelle.

La guarigione ossea è un processo naturale, il trattamento ruota attorno al dare le condizioni ottimali all'osso per guarire.

Le fratture possono verificarsi in qualsiasi ossa del corpo. Ci sono diversi modi in cui un osso può fratturarsi; per esempio, una rottura all'osso che non danneggia il tessuto circostante o non provoca la lacerazione della pelle è nota come una frattura chiusa.

Una frattura che danneggia la pelle circostante e penetra nella pelle è nota come frattura composta o frattura aperta. Le fratture composte sono generalmente più gravi delle fratture semplici, perché, per definizione, sono infette.

La maggior parte delle ossa umane è sorprendentemente forte e può generalmente resistere a forti impatti o forze. Tuttavia, se questa forza è troppo potente o c'è qualcosa che non va nell'osso, può rompersi.

Come è classificata una frattura?

Una frattura è classificata in base ai fattori esterni che la causano in:

  • Frattura traumatica: causata da un trauma.
  • Frattura patologica: causata dalla fragilità ossea di natura patologica combinata a un trauma.
  • Frattura da durata: traumi precedenti agiscono su un osso sano.
  • Frattura per flessione.
  • Frattura per torsione.
  • Frattura per compressione: si verifica generalmente all'osso spugnoso della colonna vertebrale. Ad esempio, la parte anteriore di una vertebra nella colonna vertebrale può collassarsi a causa dell'osteoporosi.
  • Frattura per strappamento.
  • Frattura di avulsione: un muscolo o un legamento tira sull'osso, fratturandolo.
  • Frattura di Greenstick: l'osso in parte si frattura da un lato, ma non si rompe completamente. Questo è più comune tra i bambini, le cui ossa sono più morbide e più elastiche.

La frattura può essere classificata anche in base al tipo di interruzione ossea in:

  • Frattura composta: le due sezioni di ossa fratturate rimangono in linea tra di loro.
  • Frattura scomposta: le due sezioni di ossa perdono il normale allineamento.
  • Frattura esposta: i monconi delle ossa ledono la cute.

Quali sono i sintomi di una frattura?

A volte è difficile capire se si è in presenza di una lussazione o di una frattura. Una frattura provoca un dolore più accentuato e sintomi, come:

  • deformazione dell'arto
  • gonfiore
  • incapacità di muovere l'arto
  • tumefazione
  • ecchimosi
  • dolore
  • pelle pallida intorno all'area interessata
  • angolazione: l'area interessata può essere piegata in un angolo insolit
  • se si tratta di una frattura aperta, può esserci sanguinamento

I segni e i sintomi di una frattura variano a seconda dell'osso, dell'età del paziente e della salute generale, nonché della gravità del danno. 

Quando è interessato un grande osso, come il bacino o il femore:

  • il sofferente può essere pallido e sudato
  • può avvertire vertigini
  • nausea

Se possibile, non spostare una persona con un osso rotto finché non sia presente un professionista sanitario e può valutare la situazione e, se richiesto, applicare una stecca.

Qual è la causa delle fratture?

La maggior parte delle fratture è causata da un incidente. Le ossa sane sono estremamente resistenti e possono sostenere impatti sorprendentemente potenti. Invecchiando, due fattori sono maggiormente a rischio di fratture: ossa deboli e un maggior rischio di caduta.

Le persone con malattie sottostanti e condizioni che possono indebolire le ossa hanno un rischio maggiore di fratture. Esempi includono l'osteoporosi, l'infezione o un tumore. 

Le fratture da stress, provenienti da ripetute sollecitazioni, comunemente riscontrabili tra gli sportivi professionisti, sono anche cause comuni di fratture.

Come si diagnostica una frattura?

L'intervento medico si concentra sul sostegno dell'osso mentre guarisce naturalmente. Un medico effettuerà un esame fisico, individuerà i segni e i sintomi e farà una diagnosi. Spesso vengono eseguiti dei raggi X.

La guarigione ossea è un processo naturale che, nella maggior parte dei casi, avviene automaticamente. Il trattamento si concentra sul fornire all'osso ferito le migliori circostanze per la guarigione ottimale (immobilizzazione).

Per cominciare il processo di guarigione naturale, bisogna allineare le estremità dell'osso rotto, questo è noto come riduzione della frattura.

Di solito, si dà un anestetico al paziente quando viene fatta la riduzione della frattura, la quale viene effettuata mediante manipolazione, tirando i frammenti ossei tramite o intervento chirurgico.

Cosa fare in caso di frattura?

In caso di frattura il soccorritore deve:

  • immobilizzare a monte e a valle la sospetta frattura
  • non far muovere l'arto
  • porre ghiaccio sull'arto
  • portare il paziente al Pronto Soccorso
  • disinfettare e coprire la cute, se la frattura è esposta
  • qualora si sospetti la frattura del rachide, non muovere il paziente, farlo solo respirare e aspettare i soccorsi

Come si cura una frattura?

Tramite l’immobilizzazione, non appena le ossa sono allineate, devono rimanere immobili mentre guariscono. Ciò può includere:

  • gesso: tiene l'osso in posizione fino a quando non è guarito;
  • viti metalliche: le procedure correnti possono utilizzare tecniche minimamente invasive;
  • chiodi intra-medullari: le aste metalliche interne sono collocate al centro di lunghe ossa. I fili flessibili possono essere usati nei bambini;
  • fissatori esterni: possono essere in fibra di metallo o carbonio; hanno perni in acciaio che penetrano direttamente nell'osso attraverso la pelle.

Di solito, l'area ossea fratturata viene immobilizzata per 2-8 settimane. La durata dipende da quale osso è interessato e se ci sono complicazioni, come un'infezione. Se un osso rotto è stato allineato correttamente e mantenuto immobile, il processo di guarigione è di solito semplice.

Gli osteoclasti (cellule ossee) assorbono l'osso vecchio e danneggiato, mentre gli osteoblasti (altre cellule ossee) vengono utilizzati per creare nuova ossa.

Il callo è un nuovo osso che si forma intorno ad una frattura. Si forma su entrambi i lati della frattura e cresce verso ciascuna estremità finché non riempie il divario della frattura. Alla fine, l'osso in eccesso si disperde e l'osso è come prima.

L'età del paziente, quale ossa è stata rotta, il tipo di frattura e la salute generale del paziente sono fattori che influenzano la rapidità della guarigione dell'osso. Se il paziente fuma regolarmente, il processo di guarigione richiederà più tempo.

La fisioterapia, dopo che l'osso è guarito, potrebbe essere necessaria per ripristinare la resistenza muscolare e la mobilità nell'area interessata. Se la frattura si è verificata vicino o attraverso un giunto, esiste un rischio di rigidità permanente o artrite e l'individuo potrebbe non essere in grado di piegare tale giunto come prima.

Se ci sono stati danni alla pelle e ai tessuti molli intorno all'osso o all'articolazione interessata, può essere necessaria una chirurgia plastica.

L'innesto osseo viene preso in considerazione se la frattura non guarisce. Viene trapiantato un osso naturale o sintetico per stimolare l'osso rotto.

Argomenti: frattura scomposta frattura pluriframmentaria frattura capitello radiale visita frattura capitello frattura decima costola frattura costola frattura
Lesione_di_hill_sachs | Pazienti.it
Lesione di Hill Sachs

La lesione di Hill-Sachs, o frattura di Hill-Sachs, è una compressione posterolaterale della testa omerale. Si verifica quando la spalla subisce una lussazione anteriore.

Rigenerazione_ossea | Pazienti.it
Rigenerazione ossea

L'obiettivo della della rigenerazione è di riavviare il processo fisiologico di rimodellazione e crescita dell’osso, attraverso varie tecniche.