Diatermocoagulazione

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Virgilio De Bono
Indice contenuto:
  1. Che cos'è la diatermocoagulazione?
  2. Come funziona la diatermocoagulazione?
  3. Quando si fa ricorso alla diatermocoagulazione?
  4. Come si svolge la diatermocoagulazione?

Che cos'è la diatermocoagulazione?

Fotosearch k4832082

La diatermocoagulazione è una tecnica utilizzata in ambito dermatologico dalla maggior parte degli specialisti.Viene utilizzata per l'asportazione di piccole parti di tessuto epidermico, ed è basata sull'elettrochirurgia: la capacità dell'energia elettrica di produrre calore.

Come funziona la diatermocoagulazione?

Nella diatermocoagulazione viene utilizzato uno strumento elettrico in grado di generare corrente elettrica ad impulsi. La corrente elettrica viene concentrata su un catodo e posto a contatto con la regione interessata che riesce dunque a tagliare o cicatrizzare l'epidermide.

Quando si fa ricorso alla diatermocoagulazione?

La diatermocoagulazione viene impiegata in caso di:

  • nei
  • fibromi
  • asportazione verruche
  • condilomi acuminati
  • creste di gallo
  • emorroidi

Come si svolge la diatermocoagulazione?

La diatermocoagulazione si svolge utilizzando uno strumento in grado di generare corrente elettrica ad impulsi. La corrente taglia e cicatrizza l'epidermide. Gli impulsi di corrente sono concentrati su un piccolo catodo posto a contatto con la regione cutanea interessata dall'operazione mentre l'anodo più grande viene posto a contatto con un'altra parte del corpo in modo tale che la corrente possa scorrere.