Come si svolge una gastroscopia?

"Mio padre dovrà sottoporsi ad una gastroscopia, ed è un po' preoccupato: in cosa consiste questo tipo di esame?"

La gastroscopia non necessita di una preparazione particolare, se non il digiuno nelle 8-12 ore precedenti l’esecuzione dell’esame.

E' un esame sicuramente invasivo che prevede l’introduzione, attraverso la bocca, di una sonda flessibile, del diametro massimo di 9 millimetri o di poco superiore nel caso di strumenti operativi.

All’estremità della sonda vi sono delle fibre ottiche che trasmettono le immagini a un video.

In alcune strutture l’esame viene effettuato con un minimo di sedazione per via endovenosa, pur non trattandosi di un esame doloroso. Il fastidio che procura al paziente può essere facilmente alleviato con una blanda sedazione a base di valium o midazolam.

Viene poi effettuata una blanda anestesia a livello della gola, con un anestetico a spruzzo, che permette all’operatore di effettuare l’esame in maniera agevole. Il paziente deve cercare di collaborare, così da rendere la gastroscopia il più breve possibile e in grado di fornire una diagnosi precisa.

Le complicanze legate alla gastroscopia sono decisamente minime e possono riguardare l’accidentale perforazione del tessuto, dovuta alla fuoriuscita dello strumento dalle pareti dell’esofago o dello stomaco, o il sanguinamento, in seguito ad esempio all’effettuazione di una biopsia.

Nel primo caso è necessario l’immediato intervento chirurgico, mentre nella seconda eventualità è possibile arrestare il sanguinamento già nel corso dell’esame stesso.

Al termine dell’esame il paziente può tornare a casa dopo circa un'ora (il tempo è variabile in funzione del tipo di sedazione effettuato) e può mangiare nell’arco di venti minuti, anche se sono state effettuate delle biopsie, prediligendo cibi non caldi.

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposte simili