Il tunnel carpale deve essere sempre operato?

"Soffro da diverso tempo di tunnel carpale: volevo sapere se deve essere operato oppure se esistono delle soluzioni alternative a questo problema. grazie"

La sindrome del tunnel carpale consiste nella compressione del nervo mediano all'interno del canale del Carpo (l'insieme delle ossa che congiungono avambraccio e metacarpo) dovuto a un trauma o a qualsiasi altra forma di schiacciamento del nervo sul legamento trasverso del carpo.

Patologie metaboliche e sistemiche come il diabete, lussazioni, fratture, traumi, formazioni di materia all'interno del canale carpale, anomalie muscolari, lipomi e svariate forme traumatiche possono talvolta essere alla base della sintomatologia.

Tuttavia nella stragrande maggioranza dei casi il tunnel carpale è dovuto ad una tenosinovite stenosante, cioè ad un aumento del volume della guaina dei tendini flessori che decorrono insieme al nervo.

Le soluzioni possibili sono quelle farmacologiche: somministrazione di farmaci anti-infiammatori, farmaci neurotrofici per la stimolazione della rigenerazione nervosa, possibile immobilizzazione del polso.

La soluzione chirurgica consiste nella decompressione del nervo mediano mediante incisione del legamento traverso che costituisce il "tetto" del tunnel. Generalmente l'indicazione chirurgica va riservata alle forme più insidiose (dolore acuto e persistente, frequenti parestesie in territorio autonomo) e resistenti alle altre soluzioni terapeutiche. Sempre sulla scorta di una eventuale positività dell'esame elettromiografico.

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposte simili