Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Sindrome Del Tunnel Carpale

Sindrome del tunnel carpale

Sindrome del tunnel carpale
Curatore scientifico
Dr. Alfredo Bitonti
Specialità del contenuto
Ortopedia e traumatologia
Indice del contenuto

Cos'è

La sindrome del tunnel carpale è una condizione per la quale il nervo mediano del polso al carpo, è compresso.

Sintomi

Le persone affette da sindrome del tunnel carpale inizialmente avvertono intorpidimento e formicolio della mano nella distribuzione del nervo mediano. Col progredire della malattia, i pazienti possono sviluppare:
  • sensazione di bruciore
  • crampi e debolezza della mano
  • diminuzione della forza di presa che può portare alla caduta frequente di oggetti dalla mano
Occasionalmente, dolori lancinanti potrebbero interessare l'avambraccio.

Cause

Qualsiasi condizione che esercita pressione sul nervo mediano al polso può causare la sindrome del tunnel carpale. Condizioni comuni che possono portare alla sindrome del tunnel carpale sono:
  • obesità
  • gravidanza
  • ipotiroidismo
  • artrite
  • diabete
  • traumi
L'infiammazione del tendine, inoltre, potrebbe essere causata dal lavoro ripetitivo, come digitare ininterrottamente. Anche malattie rare possono causare il deposito di sostanze anomale in ed intorno al tunnel carpale, con conseguente irritazione del nervo e perciò possono causare la sindrome del tunnel carpale. Queste malattie sono:
  • amiloidosi
  • sarcoidosi
  • mieloma multiplo
  • leucemia

Rischi

Se la sindrome del tunnel carpale diviene cronica, potrebbe comportare un'atrofia dei muscoli della mano, in particolare quelli collocati nei pressi della base del pollice e nel palmo della mano.

Trattamento

Una terapia per la sindrome del tunnel carpale deve essere iniziata al più presto dopo il manifestarsi dei primi dei sintomi. Il paziente deve anzitutto prendersi delle pause più frequenti per riposare le mani ed evitare anche attività che peggiorino i sintomi. Applicare impacchi freddi per ridurre il gonfiore può essere ulteriormente di aiuto.

Altre opzioni di trattamento includono steccatura del polso, farmaci e chirurgia. 

Terapia non chirurgica

Se la condizione viene diagnosticata precocemente, i metodi non chirurgici possono aiutare a migliorare la sindrome del tunnel carpale, tra cui:
  • Steccatura del polso. Una stecca che tiene il polso fermo mentre si dorme può aiutare ad alleviare i sintomi notturni di formicolio e intorpidimento. La steccatura notturna potrebbe essere una buona opzione se sei incinta.
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). I FANS, come l'ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri), possono aiutare ad alleviare il dolore dalla sindrome del tunnel carpale a breve termine. Non ci sono prove, tuttavia, che questi farmaci migliorano la sindrome del tunnel carpale.
  • Corticosteroidi. Il medico curante potrebbe iniettare nel tunnel carpale un corticosteroide come il cortisone per alleviare il dolore. A volte il medico utilizza un'ecografia per guidare queste iniezioni.I corticosteroidi diminuiscono l'infiammazione e gonfiore, che allevia la pressione sul nervo mediano. I corticosteroidi orali non sono considerati efficaci come le iniezioni di corticosteroidi per il trattamento della sindrome del tunnel carpale.
Se la sindrome del tunnel carpale è causata da artrite reumatoide o un'altra artrite infiammatoria, allora trattare l'artrite può ridurre i sintomi della sindrome del tunnel carpale. Tuttavia, questo non è dimostrato.

Terapia chirurgica
La chirurgia può risultare appropriata se i sintomi sono gravi o non rispondono ad altri trattamenti. L'obiettivo della chirurgia del tunnel carpale è quello di alleviare la pressione tagliando il legamento premendo sul nervo mediano. 
La chirurgia può essere eseguita con le seguenti tecniche:
  • Chirurgia endoscopica Durante questa procedura, il chirurgo utilizza un telescopio, dispositivo con una piccola fotocamera collegata ad esso (endoscopio) per vedere all'interno del tunnel carpale. Il chirurgo interviene poi sul legamento attraverso una o due piccole incisioni nella mano o al polso. La chirurgia endoscopica può causare meno dolore rispetto all'intervento chirurgico vero e proprio nei primi giorni o settimane dopo l'intervento.
  • Intervento chirurgico Durante questa procedura, il chirurgo fa un'incisione nel palmo della mano sopra il tunnel carpale e taglia attraverso il legamento per liberare il nervo.
Il paziente deve quindi discutere i rischi e i benefici di ogni tecnica con il chirurgo prima dell'intervento chirurgico. I rischi chirurgici possono includere:
  • Rilascio incompleto del legamento
  • Ferite infezioni
  • Formazione di cicatrici
  • Lesioni nervose o vascolari
Durante il processo di guarigione dopo l'intervento chirurgico, i tessuti legamento gradualmente ricrescono insieme, consentendo più spazio per il nervo. Questo processo di guarigione interna richiede in genere diversi mesi, ma la pelle guarisce in poche settimane.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Olistesi
L'olistesi è una malattia che riguarda principalmente le vertebre lombari della colonna vertebrale.
Sindrome compartimentale
La sindrome compartimentale è una dolorosa condizione che avviene quando la pressione intramuscolare raggiunge livelli pericolosi.
Mal di schiena
Il mal di schiena è una condizione comune che colpisce molte persone.