Quali sono le conseguenze della prolattina alta?

"Ho scoperto di avere la prolattina alta: quali possono essere le conseguenze di questa situazione?"

Buongiorno. La prolattina è un ormone, normalmente prodotto dall'ipofisi, che ha la funzione di stimolare la produzione di latte nelle donne gravide e di impedire un'ulteriore gravidanza durante le prime fasi dell'allattamento. L'eccesso di prolattina nel sangue (iperprolattinemia) è quella condizione caratterizzata da valori ematici di prolattina superiori alla norma. Questa condizione, spesso, si accompagna a mancanza di ovulazione e disturbi del ciclo mestruale (nella donna) ed a perdita della libido e della potenza (nell'uomo). Nella donna, l’iperprolattinemia si manifesta con alterazioni del ciclo mestruale quali amenorrea (assenza di mestruazioni) e oligomenorrea (periodo intermestrule allungato) o più raramente polimenorrea (periodo intermestrule accorciato). Spesso, si accompagna a galattorrea (ovvero fuoriuscita di secrezioni lattescenti dal capezzolo), spontanea o provocata dopo la spremitura del capezzolo. Inoltre, ci può essere sintomatologia dolorosa durante i rapporti sessuali e osteoporosi. Nell’uomo, invece, i sintomi più frequenti sono: perdita della libido, impotenza e riduzione del volume dell’eiaculato. Nel caso in cui la causa dell’iperprolattinemia fosse un adenoma ipofisario (e soprattutto un macroadenoma), ai sintomi sopradescritti si possono aggiungere quelli conseguenti alla compressione determinata dall’adenoma sulle strutture nervose adiacenti: spesso si tratta di disturbi visivi (emianopsie) conseguenza della compressione, completa o parziale, o di disturbi neurologici, come la cefalea.

Un saluto.

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposta a cura di:

Specialità:
Andrologia, Ginecologia
Argomenti:
Impotenza, Amenorrea, Iperprolattinemia, Oligomenorrea, Adenoma ipofisario
lascia una recensione

Risposte simili