Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Farmaci
  3. Disintyl Det Disinf Fl 150g 5 Zeta Farmaceutici Spa

Disintyl Det Disinf soluzione flacone 150 g

Ultimo aggiornamento: 10 febbraio, 2021
Tipologia:
Principio attivo:
Casa produttrice:
Anno:
Prezzo:
1. Indicazioni terapeutiche
Disinfezione e pulizia della cute lesa (ferite, piaghe, ustioni).
2. Posologia
Diluire con acqua tiepida la quantità di prodotto contenuta nel palmo della mano (circa 6 g), lavando la parte interessata con una delicata frizione per almeno un minuto. Sciacquare abbondantemente.
3. Controindicazioni
Ipersensibilità verso i componenti.
4. Avvertenze
Il prodotto è solo per uso esterno. Evitare il contatto con gli occhi. Il prodotto non deve penetrare nel condotto uditivo in caso di perforazione timpanica. Non deve essere utilizzato per la disinfezione di cavità mucose (lavaggi, irrigazioni). Non usare per trattamenti prolungati; dopo breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili, consultare il medico. L’ingestione o l’inalazione accidentale di alcuni disinfettanti può avere conseguenze gravi, talvolta fatali.Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini. L’uso, specie prolungato, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione, in tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire una idonea terapia.
5. Interazioni
Evitare l’uso contemporaneo di altri antisettici e detergenti.
6. Effetti indesiderati
E’ possibile il verificarsi, in qualche caso, di intolleranza (bruciore o irritazione), peraltro priva di conseguenze, che non richiede modifica del trattamento. Comunicare al proprio medico od al proprio farmacista la comparsa di effetti indesiderati non descritti nel foglio illustrativo.
7. Gravidanza e allattamento
Non esistono particolari restrizioni nell’uso del prodotto in gravidanza e durante l’allattamento.
8. Conservazione
Conservare il recipiente ben chiuso.
9. Principio attivo
100 g di soluzione cutanea contengono 5 g di cetilpiridinio cloruro. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.
10. Eccipienti
Estratto di ippocastano, Sodio citrato, Coccoilamidopropilbetaina, Coccoildietanolamide, Acido citrico, Essenza di bergamotto, Essenza di arancio, Essenza di limone, Acqua demineralizzata.
11. Sovradosaggio
L’ingestione accidentale provoca nausea e vomito. I sintomi di intossicazione, conseguenti l’ingestione di quantità rilevanti di composti ammonici quaternari comprendono dispnea, cianosi, asfissia, conseguenti alla paralisi dei muscoli respiratori, depressione del SNC e ipotensione e coma. Nell’uomo la dose letale stimata è ca 1–3 g. Il trattamento dell’avvelenamento è sintomatico: somministrare, se necessario, dei lenitivi. Evitare emesi e lavanda gastrica.
Le informazioni pubblicate in questa pagina riportano informazioni farmaceutiche (Foglietto Illustrativo e Caratteristiche principali del Farmaco), sono da intendersi a solo scopo illustrativo; non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni del medico. Per informazioni complete e sempre aggiornate su questo farmaco si consiglia di consultare il portale dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).