Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Farmaci
  3. Lyseen Iniet 5f 1ml 2mg Ml Glaxosmithkline C Health Srl

Lyseen 2 mg/ml soluzione iniettabile 5 fiale

Ultimo aggiornamento: 10 febbraio, 2021
1. Indicazioni terapeutiche
Contratture di origine centrale e periferica. Lombaggini, torcicollo, mialgie in genere.
2. Posologia
In generale la posologia media consigliata per una terapia d’attacco è di 1–3 fiale al giorno per via intramuscolare, o in caso di terapia d’urgenza, per via endovenosa. Terapia di mantenimento Salvo diverso giudizio del medico, in generale la dose media giornaliera consigliata è di 0,2 mg pro kg pro die. Questa si raggiunge somministrando ½ – 1 compressa 3 volte al giorno. Crampi notturni Per i crampi notturni alle gambe, prescrivere 1–2 compresse prima di coricarsi. Fisioterapia Per facilitare le misure fisioterapiche e migliorarne i risultati, iniettare 1 – 2 fiale per via intramuscolare mezz’ora o un’ora prima del trattamento. Salvo speciali casi, le singole forme farmaceutiche (soluzione iniettabile e compresse) debbono essere somministrate una per volta e a regolari intervalli di tempo una dall’altra.
3. Controindicazioni
Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1 Glaucoma, ipertrofia prostatica, sindromi di ritenzione urinaria e di ostruzione intestinale, tachiaritmia. Controindicato nel primo trimestre di gravidanza. Nell’ulteriore periodo è da riservare al giudizio del medico, solo in casi di assoluta necessità.
4. Avvertenze
Il Lyseen non ha mai dato luogo a fenomeni di assuefazione e/o di dipendenza. Tenere il preparato fuori della portata dei bambini. Somministrare con cautela nei pazienti con grave insufficienza renale e/o epatica per i conseguenti tassi ematici più elevati e/o più duraturi. In taluni soggetti (lievemente ipotesi, vaso–neuro–labili) può essere opportuno somministrare le compresse a stomaco pieno e tenere a riposo in posizione orizzontale per qualche tempo (10’) il paziente dopo l’iniezione intramuscolare. L’iniezione endovenosa può essere praticata in casi urgenti (gravi stati contratturali generalizzati); in tal caso il contenuto di 1 fiala deve essere diluito con 3–5 ml di soluzione glucosata e l’iniezione deve essere praticata lentamente con il paziente in posizione orizzontale. Particolare cautela dovrà essere adottata nel primo giorno di terapia.
5. Interazioni
Il Lyseen potenzia l’attività degli anticolinergici, ad esempio dell’atropina. Le fiale di Lyseen non devono essere associate nella stessa siringa con altri preparati.
6. Effetti indesiderati
Il Lyseen è in genere ben tollerato. Alle dosi indicate gli effetti indesiderati sono rari e scompaiono in genere in seguito alla riduzione della posologia o alla sospensione del trattamento; essi consistono in una leggera sensazione di astenia e secchezza delle fauci. Con i farmaci anticolinergici, in particolare con l’atropina, possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati: secchezza delle fauci, sete, disturbi transitori della vista (midriasi, alterazione dell’accomodazione, fotofobia, lieve aumento della pressione intra–oculare), arrossamento e secchezza della cute, bradicardia seguita da tachicardia, disturbi della minzione, stitichezza, e molto raramente vomito, capogiro e incertezza nell’incedere. Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.
7. Gravidanza e allattamento
Non somministrare nel primo trimestre di gravidanza. Nell’ulteriore periodo usare solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.
8. Conservazione
Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione
9. Principio attivo
Compresse Una compressa contiene – Principio attivo: 4 mg di pridinolo mesilato. Eccipiente(i) con effetti noti: lattosio. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Soluzione iniettabile Una fiala da 1 ml di soluzione iniettabile contiene – Principio attivo: 2 mg di pridinolo mesilato. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.
10. Eccipienti
Compresse Lattosio; amido; talco; glicerolo dibeenato. Soluzione iniettabile Acido acetico glaciale; sodio idrossido; acqua per preparazioni iniettabili.
11. Sovradosaggio
In caso di iperdosaggio o di intossicazione accidentale il quadro sintomatologico è quello comune agli anticolinergici. Nel caso la gravità della sintomatologia lo richieda, somministrare fisostigmina salicilato e.v. lentamente a dosi di 0,5 mg ripetibili fino a totali 2 mg.
Le informazioni pubblicate in questa pagina riportano informazioni farmaceutiche (Foglietto Illustrativo e Caratteristiche principali del Farmaco), sono da intendersi a solo scopo illustrativo; non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni del medico. Per informazioni complete e sempre aggiornate su questo farmaco si consiglia di consultare il portale dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).