Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Farmaci
  3. Monocinque 30cpr Div 40mg Ist Lusofarmaco D Italia Spa

Monocinque 40 mg compresse 30 compresse

Ultimo aggiornamento: 10 febbraio, 2021
1. Indicazioni terapeutiche
Terapia di mantenimento dell’insufficienza coronarica, profilassi degli attacchi di angina pectoris, trattamento post–infarto miocardico, terapia di mantenimento dell’insufficienza miocardica cronica anche in associazione con cardiotonici e diuretici. Il preparato non è idoneo al controllo degli episodi stenocardici acuti.
2. Posologia
Salvo diversa prescrizione del medico, viene consigliata la seguente posologia: Monocinque 20: 1 compressa 2–3 volte al giorno. Monocinque 40: 1 compressa 2–3 volte al giorno. Le compresse vanno assunte dopo i pasti, senza masticare, con un pò di liquido. Monocinque 50 mg capsule rigide a rilascio prolungato: 1 capsula una sola volta al giorno, il mattino, da ingerire con un pò di liquido senza masticare. Il dosaggio può essere adattato dal medico curante alla esigenza del singolo paziente. Nei pazienti con labilità circolatoria possono manifestarsi sintomi di collasso alla prima assunzione. Questi sintomi, così come la cefalea da nitrati, possono essere in larga misura evitati, iniziando il trattamento con ½ compressa da 20 mg al mattino e alla sera.
3. Controindicazioni
Ipersensibilità individuale accertata verso l’isosorbide sia mono che dinitrato. Il preparato non deve essere somministrato nei casi di infarto miocardico in fase acuta, di insufficienza circolatoria acuta (shock, collasso circolatorio), di grave ipotensione arteriosa. Il sildenafil potenzia gli effetti ipotensivi dei nitrati e, pertanto, la sua cosomministrazione con nitrati organici è controindicata (vedere paragrafo interazioni).
4. Avvertenze
È possibile la comparsa di assuefazione al preparato e di assuefazione crociata con altri nitroderivati. Usare con cautela in pazienti affetti da glaucoma. In caso di ipotensione arteriosa il preparato deve essere somministrato solo sotto controllo medico. Tenere fuori dalla portata dei bambini.
5. Interazioni
L’assunzione contemporanea di alcool può potenziare l’effetto ipotensivo o influenzare la capacità di reazione dei pazienti, particolarmente nei guidatori di veicoli e negli operatori di macchinari che richiedono particolare attenzione. Nel caso di somministrazione contemporanea di farmaci antiipertensivi il Monocinque a dosi elevate può potenziare l’effetto ipotensivo; il farmaco può agire come antagonista fisiologico della noradrenalina, acetilcolina, istamina e di altre sostanze. La co–somministrazione di sildenafil potenzia l’effetto ipotensivo dei nitrati organici (vedere paragrafo controindicazioni).
6. Effetti indesiderati
Alle dosi terapeutiche non si verificano generalmente effetti collaterali di rilievo. Come per tutti i nitroderivati è possibile la comparsa di: cefalea di intensità e durata assai variabili, vasodilatazione cutanea con arrossamento, episodi transitori di vertigine e astenia, ipotensione arteriosa ortostatica, manifestazioni cutanee, dermatite esfoliativa. Occasionalmente può aversi una spiccata sensibilità agli effetti ipotensivi dei nitroderivati con comparsa anche a dosi terapeutiche di sintomi accentuati quali: nausea, vomito, astenia, agitazione, pallore, sudorazione e collasso. In caso di insorgenza di uno o più degli effetti collaterali sopradescritti andrà interpellato il medico curante. Alla prima assunzione, nei pazienti con labilità circolatoria, possono manifestarsi sintomi di collasso. Questi sintomi, così come la cefalea da nitrato, possono essere in larga misura evitati iniziando il trattamento con ½ compressa da 20 mg al mattino e alla sera.
7. Gravidanza e allattamento
Nelle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento il prodotto va somministrato solo nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.
8. Conservazione
Conservare in normali condizioni ambientali.
9. Principio attivo
Monocinque 20 Ogni compressa contiene: Principio attivo isosorbide–5–mononitrato 20 mg. Monocinque 40 Ogni compressa contiene: Principio attivo isosorbide–5–mononitrato 40 mg. Monocinque 50 mg capsule rigide a rilascio prolungato Ogni capsula contiene: Principio attivo isosorbide–5–mononitrato 50 mg.
10. Eccipienti
Monocinque 20: lattosio, cellulosa microcristallina, amido di mais, talco, magnesio stearato. Monocinque 40: lattosio, cellulosa microcristallina, amido di mais, talco, magnesio stearato. Monocinque 50 mg capsule rigide a rilascio prolungato: saccarosio, amido di mais, etilcellulosa, acido stearico, talco. Ogni capsula è costituita da: rosso cocciniglia A (E124), giallo chinolina (E104), titanio diossido (E 171), gelatina.
11. Sovradosaggio
Non si conoscono casi di sovradosaggio. Nel caso si verificasse, si consiglia di indurre il vomito e/o ricorrere a lavanda gastrica. Verificare se il paziente abbia ingerito contemporaneamente altri farmaci e sorvegliare in ogni caso i parametri emodinamici.
Le informazioni pubblicate in questa pagina riportano informazioni farmaceutiche (Foglietto Illustrativo e Caratteristiche principali del Farmaco), sono da intendersi a solo scopo illustrativo; non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni del medico. Per informazioni complete e sempre aggiornate su questo farmaco si consiglia di consultare il portale dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).