Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Farmaci
  3. Solprene Coll 1fl 5ml Farmigea Spa

Solprene 0,55% + 0,35% collirio, soluzione flacone 5 ml

Ultimo aggiornamento: 10 febbraio, 2021
1. Indicazioni terapeutiche
Solprene 5,5 mg/ml + 3,5 mg/ml collirio, soluzione è indicato nelle affezioni morbose infiammatorie ed allergiche, con componente microbica, del segmento anteriore dell’occhio.
2. Posologia
Una goccia nel sacco congiuntivale 4-6 o più volte al dì, secondo giudizio del medico.
3. Controindicazioni
• Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1 • Ipertensione endoculare. • Herpes simplex acuto e la maggior parte delle altre malattie da virus della cornea in fase ulcerativa acuta, salvo associazione con chemioterapici specifici per il virus erpetico. • Congiuntivite con cheratite ulcerativa anche in fase iniziale (test alla fluoresceina positivo). • Tubercolosi dell’occhio. • Micosi dell’occhio. • Oftalmie purulente acute. • Congiuntiviti purulente e blefariti purulente ed erpetiche perché possono essere mascherate o aggravate dai corticosteroidi. • Orzaiolo. Nelle cheratiti erpetiche virali se ne sconsiglia l’uso che può essere eventualmente consentito sotto la stretta sorveglianza dell’oculista.
4. Avvertenze
Accertarsi prima dell’uso che non esistano le condizioni previste dalle controindicazioni. L’uso prolungato può dar luogo ad inconvenienti: è sconsigliabile un’applicazione ininterrotta per oltre un mese; in tal caso è opportuno procedere a frequenti controlli del tono oculare. L’uso degli steroidi nel trattamento delle cheratiti stromali da herpes simplex richiede molta cautela. Nelle cheratiti erpetiche virali se ne sconsiglia l’uso che può essere eventualmente consentito sotto la stretta sorveglianza dell’oculista. Nelle malattie che causano assottigliamento della cornea o della sclera, l’uso di steroidi topici può causare perforazione. Si deve sospettare un’eventuale infezione da fungo nei casi di ulcere corneali in cui uno steroide sia in uso o già usato per lungo tempo. L’uso prolungato di Solprene, per la presenza di un antibiotico, può dar luogo a sviluppo di organismi non suscettibili come per esempio funghi. Quando ciò si verifica o si sviluppa irritazione o ipersensibilità verso qualsiasi componente, interrompere l’uso della preparazione e istituire una terapia appropriata.
5. Interazioni
Non sono note interazioni.
6. Effetti indesiderati
Possono verificarsi transitorie irritazioni locali ed occasionalmente sensazione di puntura e bruciore. Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.
7. Gravidanza e allattamento
Nella donna in stato di gravidanza il prodotto può essere somministrato soltanto in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.
8. Conservazione
Conservare a temperatura inferiore a 25°C.
9. Principio attivo
1 ml di Solprene contiene 5,5 mg di Prednisolone fosfato sodico e Neomicina solfato, pari a 3,5 mg di neomicina. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.
10. Eccipienti
Sodio fosfato bibasico, sodio fosfato monobasico, sodio ialuronato, sodio citrato, sodio metabisolfito, 2-feniletanolo, polietilenglicol 4000 e acqua per preparazioni iniettabili.
11. Sovradosaggio
Non sono stati segnalati sintomi da iperdosaggio.
Le informazioni pubblicate in questa pagina riportano informazioni farmaceutiche (Foglietto Illustrativo e Caratteristiche principali del Farmaco), sono da intendersi a solo scopo illustrativo; non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni del medico. Per informazioni complete e sempre aggiornate su questo farmaco si consiglia di consultare il portale dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).