Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Cheratosi

Cheratosi

Cheratosi
Curatore scientifico
Dr. Giuseppe Alberto Scaglia
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cosa è la cheratosi?

La cheratosi rappresenta un disturbo cutaneo alquanto diffuso. La cheratosi è un'affezione banale che altera la cheratinizzazione a livello dei follicoli piliferi. Più dettagliatamente, la cheratosi interessa gli orefizi dei bulbi piliferi di alcune aree del corpo e si può manifestare sia tra gli adulti sia tra i bambini. A seconda dell'età del soggetto le zone del corpo colpite sono:

  • cosce, glutei e braccia: aree maggiormente interessate tra gli adulti
  • guance e tempie: aree maggiormente colpite nei bambini

In genere, il disturbo cutaneo regredisce lentamente con l'età, per poi scomparire in età avanzata.

Quali soni i sintomi della cheratosi?

La cheratosi presenta un aspetto ruvido e puntiforme, un'estensione granulare e palpabile al tatto. A tal proposito, il disturbo cutaneo è chiamato volgarmente pelle di gallina. Le lesioni nella cheratosi coinvolgono:

  • parte posteriore delle braccia
  • cosce e glutei
  • volto

Essa non pregiudica:

  • occhi
  • bocca
  • mani
  • piante dei piedi

Chi è soggetto a cheratosi?

Chiunque può avere la cheratosi. Le femmine possono essere più frequentemente colpite da cheratosi rispetto ai maschi. L’età di insorgenza della cheratosi è spesso entro i primi 10 anni di vita e può peggiorare soprattutto durante la pubertà.

Quali sono le cause della cheratosi?

Anche per la cheratosi cutanea, la causa è sconosciuta; l'unica certezza è che la cheratosi è inserita tra le malattie genetiche a trasmissione autosomica dominante e che dipende dalla sovrapproduzione di cheratina della pelle. Tuttavia, le statistiche scientifiche mettono in evidenza che la cheratosi appare più evidente in inverno, mentre nel periodo estivo la malattia subisce un leggero miglioramento: l'esposizione solare, che in molte turbe cutanee rappresenta la causa scatenante (es. lentigo solari, lentigo senili), sembra quindi attenuare notevolmente l'affezione. La cheratosi è anche strettamente legata a:

Come viene diagnosticata la cheratosi?

La diagnosi dicheratosi è confermata dall’esame clinico del medico. I test di laboratorio impiegati per diagnosticare la cheratosi sono:

  • biopsia cutanea
  • istopatologia

Qual è il trattamento per la cura della cheratosi?

Al momento non esiste una cura o un trattamento disponibile e universalmente efficace per la cheratosi. E' importante tenere presente che, come in ogni patologia, nessuna terapia è uniformemente efficace in tutte le persone. La completa risoluzione potrebbe non essere possibile. Si consiglia di:

  • usare detergenti senza sapone delicato
  • lubrificare la pelle frequente
  • esfoliare delicatamente la pelle
  • utilizzare lozioni a base di acido lattico
  • utilizzare l'acido salicilico
  • utilizzare creme steroide
  • effettuare peeling chimici
  • effettuare trattamenti di dermoabrasione
  • effettuare trattamenti di microdermoabrasione
  • effettuare una terapia fotodinamica
  • effettuare trattamenti di luce pulsata
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.
Cisti Sebacea
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di un protuberanza o di un nodulo nella cute, e al tatto appare più du...
Alopecia
L'alopecia è la perdita dei capelli. Ci sono molti tipi di alopecia, ciascuno con una causa diversa.