Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dermatite Atopica

Esistono nuove cure per la dermatite atopica?

Sono una donna che da più di 30 anni soffre di una fastidiosissima dermatite atopica che negli ultimi tempi si limita soprattutto alle mani (prima invece, o in particolari momenti, mi colpiva alle pieghe e palpebre). Ho fatto sempre un sacco di esami da cui risulta che ho una forte allergia al nichel per la quale ho fatto anche un vaccino. Più di qualche dermatologo mi ha detto di convivere con questa malattia e di tenerla sotto controllo con i cortisonici. Naturalmente, dopo tanti anni ho la pelle notevolmente assottigliata ed anche le unghie sono tutte ricurve con ondulazioni strane. Volevo sapere se esistono farmaci nuovi in proposito o esami più dettagliati che mi portino ad una guarigione. Anche mio papà e mia figlia hanno lo stesso problema. Grazie.

Partiamo dal presupposto che, purtroppo, come per tutte le malattie infiammatorie croniche, una cura definitiva per la dermatite atopica non esiste. C'è però, la possibilità di ottenere lunghe remissioni cliniche e di modificare il decorso della malattia, rendendola più mite. Le forme lievi vengono trattate localmente con farmaci antinfiammatori, mentre le forme gravi con l’utilizzo di farmaci come Ciclosporina, Azatioprina, Methotrexate e Dupilumab

Tra le nuove terapie all'orizzonte per il trattamento della dermatite atopica, c’è l’Upadacitinib che si potrà assumere per via orale. Questo farmaco ha una notevole rapidità di azione sia sul prurito che sull'infiammazione cutanea. Il sollievo dal prurito si ha già dopo pochi giorni e anche gli effetti sulla dermatite sono molto elevati rispetto alle altre cure fino ad ora disponibili.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Massimo Morelli
Dr. Massimo Morelli
Aosta - Via Lino Binel, 34, Aosta, AO, Italia
Risposte simili
Intervento post ustione: quanto tempo deve passare?
Le cicatrici generalmente si attenuano con il passare del tempo, per cui è meglio aspettare che la cicatrice si stabilizzi prima di programmare un intervento...
Gradi delle ustioni: come vengono definiti?
Si distingue tra ustioni superficiali e profonde: le prime sono epidermiche e guariscono autonomamente, mentre le seconde possono compromettere la sopravvivenza del paziente e in...
Ustioni in un bambino: come sapere se stanno guarendo bene?
Le ustioni sono il risultato di un contatto con agenti termici o chimici. La conseguenza è un danno ai tessuti cutanei, con gravità progressiva,...
Altre risposte di questo specialista
Macchie bianche sul corpo: cosa sono?
Buongiorno,potrebbe trattarsi di pitiriasi versicolor, una condizione dermatologica relativamente comune che causa la comparsa di piccole macchie sulla pelle, che possono presentarsi con colore...
Gonfiore sotto l'unghia: cos'è?
Buongiorno, potrebbe trattarsi di un patereccio, infezione localizzata ad un dito della mano o del piede, caratterizzata da un processo infiammatorio al polpastrello o all'unghia...
Tinea cruris: come si cura?
Buongiorno,la tinea cruris è un'infezione micotica che interessa lo strato superficiale della cute della regione inguino-crurale. Questa condizione è sostenuta da funghi dermatofiti, che appartengono prevalentemente...
Prurito all'inguine: cosa fare?
Buongiorno,potrebbe trattarsi di una micosi inguinale, favorita dall'ambiente umido che si può creare all'inguine.A causarla è il fungo Trichophyton rubrum e il suo aspetto...
Pallina all'angolo dell'occhio: dove rimuoverla a Padova?
Buongiorno,potrebbe trattarsi di pinguecola, formazione che si forma nell'occhio sulla congiuntiva. La pinguecola, generalmente, non richiede alcun tipo di trattamento, a meno che non...
Vedi tutte