ECONAZOLO SANDOZ CREMA 30G 1%

1. Come si chiama la sostanza curativa?

ECONAZOLO NITRATO

2. Il ministero della sanità come lo classifica?

ANTIMICOTICI PER USO TOPICO

3. Posso farmelo prescrivere dal medico per ridurre o eliminare il costo?

NON CONCEDIBILE

4. Serve la ricetta del medico per comprarlo?

SOP - NON RICHIESTA

5. In che tipo di contenitore è il farmaco?

CREMA

6. Nella classificazione ATC a che gruppo appartiene?

D01AC03

7. Qual è la casa farmaceutica che lo produce?

SANDOZ SpA

8. Altre informazioni sulla rimborsabilità (classe)

C

9. Qual è la classe farmacologica del prodotto?

FARMACO GENERICO

10. Qual è la validità del farmaco?

36 MESI

11. Quali sono le indicazioni terapeutiche del farmaco?

Trattamento locale in caso di: micosi cutanee causate da dermatofiti,lieviti e muffe; infezioni cutanee sostenute da batteri Gram-positivi:streptococchi e stafilococchi; otite esterna micotica -micosi del condotto uditivo (limitatamente alla forma latte); Pityriasis Versicolor.

12. Quali sono le controindicazioni del farmaco?

Ipersensibilita' verso i componenti o altre sostanze correlate dal punto di vista chimico.

13. Qual è la posologia?

Applicare localmente due volte al giorno nelle zone cutanee infette, con un leggero massaggio, fino a totale scomparsa della micosi (1 - 3 settimane). Si sconsiglia di proseguire l'applicazione per qualche giorno dopo la scomparsa della micosi. Gli spazi intertriginosi (per es. spazi interdigitali del piede, pieghe dei glutei) allo stadio umido dovrebbero essere detersi con garze prima dell'applicazione. Nel trattamento delle onicomicosi si raccomanda un bendaggio occlusivo. Nel trattamento delle otomicosi (solo se non e' presente alcuna lesione del timpano) instillare 1 o 2 volte al giorno 1 o 2 gocce di emulsione cutanea, oppure inserire una stsriscia di garza imbevuta con l'emulsione nelcondotto uditivo esterno. La polvere cutanea deve essere usata come terapia complementare della crema, soluzione cutanea e spray cutaneo.Nel caso di intertrigine puo' risutare sufficiente l'uso della polverecutanea.

14. Quali sono le possibili interazioni farmacologiche?

Non sono state rilevate interazioni e incompatibilita' con altri medicamenti.

15. Quali sono gli effetti collaterali del farmaco?

Si sono verificati episodi di irritazione locale (come bruciore e prurito) soprattutto nelle zone della pelle con caratteristiche eczematose. L'uso di prodotti per uso topico, specie se protratto, puo'dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In caso di reazioni di ipersensibilita' e' necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Altrettanto dicasi in caso di sviluppo di microorganismi non sensibili.

I foglietti illustrativi e le informazioni relative ai farmaci presenti in questa pagina potrebbero non essere aggiornate. In caso di dubbi è possibile consultare La Banca dati Farmaci dell' AIFA.