Sei un professionista sanitario? Iscriviti

LORATADINA TEVA 20CPR 10MG

1. Come si chiama la sostanza curativa?

LORATADINA

2. A che gruppo di farmaci appartiene?

3. Il ministero della sanità come lo classifica?

ANTISTAMINICI PER USO SISTEMICO

4. Posso farmelo prescrivere dal medico per ridurre o eliminare il costo?

ESENTE PER PATOLOGIA

5. Serve la ricetta del medico per comprarlo?

RR - RIPETIBILE

6. In che tipo di contenitore è il farmaco?

COMPRESSE

7. Nella classificazione ATC a che gruppo appartiene?

R06AX13

8. Contiene Glutine?

9. Qual è la casa farmaceutica che lo produce?

TEVA ITALIA Srl

10. Altre informazioni sulla rimborsabilità (classe)

A

11. Qual è la classe farmacologica del prodotto?

FARMACO GENERICO

12. Qual è la validità del farmaco?

36 MESI

13. Maggiori informazioni sul principio attivo

14. Quali sono gli eccipienti del farmaco?

15. Quali sono le indicazioni terapeutiche del farmaco?

Per alleviare i sintomi associati con la rinite allergica, quali starnuti, rinorrea e prurito nasale, nonche' prurito e bruciore oculari. Loratadina Teva e' anche indicata per il trattamento dei sintomi dell'orticaria cronica in adulti e bambini di eta' >= 12 anni.

16. Quali sono le controindicazioni del farmaco?

La loratadina e' controindicata nei pazienti con ipersensibilita' o idiosincrasia note alla loratadina o ad uno dei suoi componenti e nei bambini di eta' inferiore a 2 anni.

17. Qual è la posologia?

Adulti, inclusi gli anziani: una compressa da 10 mg una volta al giorno. Bambini di eta' superiore a 12 anni: una compressa da 10 mg una volta al giorno. La compressa deve essere preferibilmente assunta prima dei pasti. La risposta varia notevolmente tra i diversi individui e seun paziente non mostra un miglioramento dopo tre giorni di trattamentonon e' molto probabile che possa trarre beneficio da questa terapia.La durata del trattamento puo' variare in base ai sintomi. Pazienti con insufficienza epatica grave: la dose raccomandata deve essere somministrata a giorni alterni. Nei pazienti anziani e nei pazienti con insufficienza renale non e' necessario effettuare un aggiustamento della dose. Via di somministrazione: orale.

18. Come si conserva il farmaco?

19. Quali sono le avvertenze?

La loratadina deve essere usata con cautela nel trattamento di pazienti con insufficienza epatica grave, poiche' la clearance della loratadina potrebbe essere ridotta in questo tipo di pazienti. La sicurezza el'attivita' della loratadina non e' ancora stata dimostrata in bambinidi eta' inferiore a 2 anni. Pertanto loratadina non puo' essere somministrata a soggetti di questa eta'. Il trattamento con loratadina deveessere interrotto almeno 5 giorni prima di effettuare test di sensibilizzazione cutanea, dato che gli antiistaminici possono mascherare o ridurre le reazioni cutanee positive. In alcuni pazienti, la loratadinapuo' causare secchezza delle fauci. Dato che la secchezza delle faucipotrebbe aumentare il rischio di carie e' quindi importante in questipazienti una buona igiene orale. Pazienti con rari problemi ereditaridi intolleranza al glucosio, deficit di Lapp lattasi o malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo prodotto. Nei bambini al di sotto di 12 anni sono piu' appropriate altre formulazioni.

20. Quali sono le possibili interazioni farmacologiche?

Se assunta in concomitanza con alcool, Loratadina Teva non presenta effetti potenzianti, come dimostrato dagli studi sulle reazioni psicomotorie. La somministrazione di loratadina con il cibo puo' ritardarne leggermente l'assorbimento (circa 1 ora), senza pero' alterarne l'efficacia clinica. In studi clinici controllati, sono stati osservati livelli aumentati di loratadina dopo somministrazione concomitante di ketoconazolo, eritromicina e cimetidina. Questi aumenti non hanno indotto variazioni cliniche rilevati (incluso l'elettrocardiogramma). Altri principi attivi capaci di inibire il metabolismo epatico devono essere somministrati con cautela fino a quando non saranno completati gli studidi interazione.

21. Quali sono gli effetti collaterali del farmaco?

Patologie del sistema nervoso: tra le reazioni avverse piu' frequentisono state riportate: fatica, cefalea, secchezza delle fauci. Rari (>1/10.000, 1/10.000, 1/10.000,

22. Quali sono le indicazioni in caso di gravidanza e allattamento?

Negli studi su animali la loratadina non ha avuto effetti teratogeni.La sicurezza di impiego della loratadina in gravidanza non e' stato definita per cui l'uso di loratadina in gravidanza e' sconsigliato. La loratadina e' escreta nel latte materno, quindi non deve essere somministrata a donne che allattano al seno.

I foglietti illustrativi e le informazioni relative ai farmaci presenti in questa pagina potrebbero non essere aggiornate. In caso di dubbi è possibile consultare La Banca dati Farmaci dell' AIFA.