Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Bernoccolo In Testa Come Curarlo

Bernoccolo in testa: come curarlo velocemente (in modo naturale)

Ultimo aggiornamento – 22 Marzo, 2018

Bernoccolo in testa: come curarlo velocemente (in modo naturale)

A tutti sarà capitato di ritrovarsi con un bernoccolo in testa e di avere l’urgenza di farlo riassorbire nel breve tempo possibile. Non disperate, se opportunamente trattato il vostro bernoccolo scomparirà in poco tempo. Vediamo come.

Bernoccolo in testa: cosa fare?

Il bernoccolo è una piccola protuberanza che può generalmente si manifesta in testa o in fronte, frequente tanto nei bambini quanto negli adulti.

Comunemente il manifestarsi di un bernoccolo in fronte o in testa è generato da un urto che provoca il danneggiamento dei vasi sanguigni, con conseguente raccolta di liquidi nel rigonfiamento che viene a formasi.

Altre possono essere le cause che determinano la formazione di un bernoccolo, eccone alcune:

  • Eruzioni cutanee
  • Brufoli
  • Eczema
  • Utilizzo di un rasoio non sterilizzato

Se opportunamente trattato, un bernoccolo in testa dura qualche giorno. Solo nei casi più gravi possono essere necessarie svariate settimane prima che il rigonfiamento scompaia del tutto.

Ecco alcuni semplici rimedi casalinghi per curare un bernoccolo in testa, utili a farlo scomparire in uno, due giorni:

  • Olio dell’albero del tè – Si tratta di una soluzione antibatterica di tipo naturale e particolarmente efficace. Grazie alle proprietà antibiotiche e astringenti delle foglie dell’olio dell’albero di tè, è possibile rallentare l’azione dei batteri e velocizzare il processo di guarigione. È sufficiente applicare l’olio su un batuffolo di cotone e apporlo sulla zona gonfia.
  • Aloe Vera – La pianta di aloe vera è nota per le sue proprietà antibatteriche e lenitive. È sufficiente applicare un piccolo quantitativo di gel direttamente sulla zona colpita. Per prevenire il bernoccolo da rasatura è consigliabile applicare il gel di aloe vera sul viso prima e dopo la rasatura.
  • Aceto di sidro di mele – Indicato per alleviare il prurito che può insorgere in caso di rigonfiamento di una zona della testa per bernoccolo. Per evitare il rischio di infezione, è sufficiente applicare un piccolo quantitativo di aceto su batuffolo e applicare sulla zona interessata.
  • Miele – Ha proprietà antisettiche e idratanti per la pelle. Applicare direttamente sul bernoccolo e lasciare riposare per qualche minuto.
  • Impacco – Applicare sulla zona colpita un panno umido per alleviare i dolori e limitare il rischio di infiammazione. Utilizzare per l’impacco un panno morbido inumidito con acqua fredda o con ghiaccio, la temperatura fredda favorisce la chiusura dei vasi sanguigni e quindi riduce l’eventualità di rigonfiamento.
  • Talco – Applicare sul bernoccolo una piccola quantità di talco e strofinare delicatamente. Il talco permette di rinfrescare l’area colpita e di placare l’infiammazione.
  • Bicarbonato di sodio – Particolarmente indicato per bernoccoli generati da rasatura. Per alleviare il senso di fastidio e dolore generato dal bernoccolo è sufficiente applicare sulla zona una soluzione di acqua e bicarbonato e lasciare agire per 10 minuti, dopo di che risciacquare con acqua. Il bicarbonato di sodio combatte i sintomi pruriginosi e ha effetti antinfiammatori.
  • Olio di cocco – Conferisce morbidezza alla pelle, soprattutto se rigonfiata e arrossata.

A prescindere dal rimedio scelto, per una buona efficacia è bene trattare immediatamente la zona interessata, se possibile ancor prima del manifestarsi del rigonfiamento per consentire un veloce riassorbimento. Insomma, quanto dura un bernoccolo in testa? Poco, pochissimo, se sai come farlo sgonfiare!

 

Bernoccolo: quando preoccuparsi?

In alcuni casi, il rigonfiamento potrebbe provocare prurito e arrossamento della zona circostante. Se il rigonfiamento persiste anche dopo un trattamento prolungato ed è accompagnato da dolore, febbre e nausea è consigliato consultare un medico per escludere eventuali complicazioni, tra cui un trauma cranico.

In alcuni casi, se particolarmente violenta, la causa che ha determinato il bernoccolo potrebbe aver causato un sanguinamento nella zona del cervello.

Nei casi più gravi potrebbe essere richiesto un intervento chirurgico per eliminare completamente il gonfiore. Non allarmatevi: nella maggior parte dei casi il bernoccolo entro qualche giorno diventerà solo un brutto ricordo!

Mostra commenti
L’olio di pesce forse non è così salutare come pensavamo
L’olio di pesce forse non è così salutare come pensavamo
Il diabete aumenta il rischio di fratture: vero o falso?
Il diabete aumenta il rischio di fratture: vero o falso?
Articoli più letti
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
La dieta per chi soffre di creatinina alta
La dieta per chi soffre di creatinina alta
Omocisteina alta: quando il nostro cuore è a rischio
Omocisteina alta: quando il nostro cuore è a rischio