Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Bioprinting, la pelle ora si stampa

Bioprinting, la pelle ora si stampa

Ultimo aggiornamento – 12 Aprile, 2011

Le difficoltà e le lunghe convalescenze che devono affrontare medici e pazienti nella cura di ferite ed ustioni potrebbero presto essere un ricordo.

L’Università di medicina “Wake Forest” della Carolina del Sud sta sperimentando bioprinting, una vera e propria “stampante di pelle”, presentata al congresso AAAS (American association for the advancement of science), l’Associazione Americana per l’Avanzamento delle Scienze.

Come funziona bioprinting?

Il sistema è utilizza dei laser 3D integrati che rilevano l’estensione e la profondità della lesione e creano una ricostruzione tridimensionale del tutto corrispondente alla parte da curare. Il lembo di pelle, “stampato” direttamente sulla ferita, è composto da cellule della pelle, collagene e coagulante.

Quali i vantaggi comporta?

Anzitutto vengono drasticamente ridotti i tempi di guarigione delle ferite e delle ustioni: la sperimentazione ha permesso di stimare un tempo medio di circa due settimane; inoltre i vantaggi più importanti sono legati all’immediata disponibilità dei lembi di pelle, ed  alla portabilità di bioprinting: basti pensare che lo stesso Esercito americano ha molto a cuore questa innovazione che permetterebbe di curare sul posto le ferite e le ustioni dei soldati.

La sperimentazione sinora è stata condotta con ottimi risultati su topi e maiali, ed ha permesso ai ricercatori di creare lembi di pelle della dimensione di 10 cm x 10 cm. Si prospetta una innovazione rivoluzionaria, specie se potrà dar modo – come si spera – di stampare anche gli organi.

Mostra commenti
Ricetta:couscous con ceci, feta e pomodori secchi
Ricetta:couscous con ceci, feta e pomodori secchi
Alternative al sesso
Alternative al sesso
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Malattie croniche dell’intestino? La causa potrebbe essere nel sangue
Malattie croniche dell’intestino? La causa potrebbe essere nel sangue
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Come eseguire un massaggio rilassante alla testa
Come eseguire un massaggio rilassante alla testa
Avete sempre fame? Ecco i motivi più frequenti
Avete sempre fame? Ecco i motivi più frequenti